San Marino: “Vogliamo l’IVA”

mar 24, 2011 Non ci sono commenti by

Il mondo imprenditoriale sammarinese guarda all’Iva come all’imposta che salverà San Marino dalla crisi economica e dall’ombra di paradiso fiscale. A chiederne l’introduzione è stata, a sorpresa, l’Associazione nazionale industria sammarinese, durante un convegno sui rapporti con l’Italia. Per la Repubblica del Titano, e soprattutto per gli italiani che hanno rapporti commerciali, sarebbe una rivoluzione a dir poco clamorosa. “L’Iva semplificherebbe la burocrazia e può garantire un maggiore gettito fiscale – ha detto Carlo Giorgi, segretario dell’associazione degl’industriali sammarinesi, credo sia l’unica strada per sanare il bilancio dello Stato. Uno dei problemi principali – ha spiegato – riguarda i conti dello Stato, sia per quello che riguarda la struttura stessa del bilancio pubblico, che presenta lacune importanti, sia per l’incidenza della spesa corrente, ben oltre il 90%”. L’introduzione dell’Iva inoltre ridurrebbe il rischio di triangolazioni e frodi carosello. La necessità di passare da un’imposta monofase sulle merci in entrata (che poi lo Stato rimborsa sulle esportazioni) all’Iva è stato anche il centro dell’intervento di Giampaolo Giuliani, di Confindustria Rimini che ha spiegato come “sia ormai indispensabile per San Marino armonizzarsi con il resto d’Europa”.

cronaca, economia, Romagna

Info autore

l autore non ha ancora caricato infromazioni sul suo profilo
Non ci sono risposte per “San Marino: “Vogliamo l’IVA””

Lascia una risposta


tre − 1 =