Nodo irrisolto per le “case dei salinari” a Cervia

ott 27, 2011 Non ci sono commenti by

Sembra ancora lontana la soluzione legata all’acquisto delle cosiddette case dei salinari di Cervia.

Da molto tempo si oppongono due fazioni, che vedono contrapposti da una parte gli abitanti degli immobili che vogliono acquistare abitazioni, ma ad un certo prezzo, e dall’altra l’attuale proprietà degli immobili che chiede cifre ben diverse.

Il Comune di Cervia aveva istituito una tavolo di coordinamento permanente insieme alle rappresentanze sindacali, ma evidentemente gli occupanti delle case dei salinari, nel cuore di Cervia, non si sono sentiti più tutelati da questo organismo e hanno così deciso di affidarsi ad uno studio legale.

Gli occupanti delle abitazioni chiedono di poter acquistare le case, vincolate come beni culturali dalla Soprintendenza di Ravenna, a 300 euro al metro quadrato, riferendosi alle leggi in materia di beni pubblici.

La società Fintecna Immobiliare acquistò dal Monopolio di Stato le strutture, ma ora su queste grava un’ipoteca di quasi 300 milioni di euro. La Pentagramma Romagna, attuale proprietaria delle case, chiede quindi che le cifre vengano adeguate alla richiesta imposta dall’ipoteca.

Ulteriori dettagli nel nostro servizio.

cronaca, Ravenna

Info autore

l autore non ha ancora caricato infromazioni sul suo profilo
Non ci sono risposte per “Nodo irrisolto per le “case dei salinari” a Cervia”

Lascia una risposta


9 × = ottanta uno