Rimini: maxi sequestro delle Fiamme Gialle in un bazar cinese

gen 25, 2012 Non ci sono commenti by

È recente a Rimini l’arrivo di numerosi bazar gestiti da cittadini cinesi, dove si possono trovare prodotti di ogni tipo a prezzi estremamente bassi.

Uno di questi bazar aveva aperto da poche settimane, sulla strada consolare che da Rimini va verso San Marino, e aveva già fatturato oltre 10mila euro al giorno. Ma la Guardia di Finanza ha scoperto e sequestrato migliaia di articoli contraffatti e pericolosi per la salute dell’uomo, non a norma con le direttive comunitarie, e veri e propri falsi d’autore di prodotti di marca.

A soli 40 centesimi, venivano venduti, ad esempio, cd e dvd vergini, che in tutto e per tutto erano uguali ad un noto produttore leader del mercato, ma in realtà made in China.
Denunciato il titolare della SRL, un cinese di 49 anni, che sembrava non avesse la minima idea delle leggi italiane e comunitarie, numerose infatti sono le irregolarità riscontrate nel suo ipermercato, dove addirittura c’erano telecamere che spiavano i dipendenti, quasi tutti italiani.

Le parole di Antonio Mariella, Comandante della Guardia di Finanza di Rimini.

cronaca, Rimini

Info autore

l autore non ha ancora caricato infromazioni sul suo profilo
Non ci sono risposte per “Rimini: maxi sequestro delle Fiamme Gialle in un bazar cinese”

Lascia una risposta


2 + = quattro