Teleromagna » 13 gennaio 2016

Daily Archives: 13 gennaio 2016

IMOLA: Opere pubbliche, ecco quanto investirà il comune

wpid-imola-rocca-sforzesca.jpg

Quasi 1,6 milioni di euro di investimenti in opere pubbliche sono stati deliberati dal comune di Imola nell’ultima seduta di giunta. I lavori prenderanno il via nei prossimi mesi.In specifico di tratta di tre interventi che riguardano la costruzione del nuovo centro sociale di Sasso Morelli; la manutenzione straordinaria di 24 alloggi comunali Erp; la manutenzione straordinaria di strutture in legno e staccionate e di opere edili e di regimentazione delle acque all’interno del Parco delle Acque Minerali.

Il Parco delle Acque minerali, i nostri centri sociali e gli alloggi di edilizia residenziale pubblica, fanno sapere dal municipio imolese, sono un patrimonio della nostra comunità che abbiamo il dovere di custodire e di valorizzare. Imola si muove e si muove nella direzione di una crescita attenta alla qualità della vita delle persone che vivono la nostra comunità.

RIMINI: Abusi edilizi, il comune si impossessa di dieci aree

wpid-lungomare_aereo.jpg

Il comune di Rimini ha acquisito al patrimonio pubblico dieci aree, su cui sono stati realizzati abusi edilizi che, nonostante le ordinanze d'ingiunzione effettuate, non sono stati demoliti entro i termini impartiti. Le dieci aree, del valore stimato in circa 355mila euro, sono sparse su tutto il territorio comunale, dall'entroterra al lungomare. Si tratta, viene spiegato, degli effetti delle norme previste dal testo unico per l'edilizia del 2001. Nel corso del 2015, sottolinea l'amministrazione riminese sono stati 1.460 gli accertamenti svolti per il controllo di cantieri e immobili, 790 gli atti redatti per il completamento delle notizie di reato e delle indagini di polizia giudiziaria; 281 notizie di reato redatte a seguito degli accertamenti svolti, riguardanti violazioni alla normativa urbanistica/edilizia, alla normativa sismica e paesaggistica, 9 i cantieri sottoposti a sequestro giudiziario.

FAENZA: MIC, ecco la nuova guida – VIDEO

wpid-mic_fae.jpg

Il Museo internazionale delle Ceramiche di Faenza ha una nuova guida a disposizione di tutti i visitatori che varcheranno le porte della struttura che si affaccia su viale Baccarini e dei curiosi che vorranno tenere per loro una pubblicazione cartacea preziosa, con testi in italiano e in inglese, tutta a colori, su uno dei fiori all’occhiello della città manfreda.

La guida verrà presentata al pubblico nella mattinata di domenica 17 gennaio al Mic, in occasione della festa di Sant’Antonio Abate, patrono della Ceramica.

EMILIA ROMAGNA: Agricoltura, ecco i GOI finanziati con 50 mln – VIDEO

wpid-agricoltura.jpg

Un’alleanza tra mondo agricolo e mondo della ricerca, per spingere l’acceleratore sull’innovazione, rafforzare la capacità di competere sui mercati, migliorare le perfomance ambientali e ridurre l’impatto su acqua, aria e suolo. Si chiamano Goi, ovvero Gruppi operativi per l’innovazione e sono forme di partenariato pubblico-privato costituiti da aziende agricole ed enti di ricerca, cui la regione Emilia-Romagna ha destinato nei sette anni risorse per 50 milioni di euro del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020. I primi cinque bandi per una disponibilità di oltre 12 milioni e 600mila euro sono già stati presentati. Il primo bando sostiene i progetti di sviluppo competitivo delle aziende agricole, grazie a nuove varietà e tipologie di prodotto, meccanizzazione, robotica, agricoltura di precisione, nuovi modelli di commercializzazione. Tre i bandi che hanno come obiettivo il miglioramento delle performance ambientali.
Il primo punta a “migliorare la gestione delle risorse idriche, dei fertilizzanti e dei pesticidi”. Il secondo, è rivolto a “migliorare la qualità dei suoli”, Il terzo bando ambientale è rivolto a sostenere tutti gli interventi per un “uso più efficiente dell’acqua in agricoltura”. Decisamente interessante e innovativo il quinto bando dedicato Al “sequestro di carbonio”, cioè favorire la naturale capacità del terreno di immagazzinare carbonio senza disperderlo in atmosfera. Con un duplice risultato: arricchire il suolo di materia organica e contrastare le emissioni che contribuiscono all’effetto serra. Stiamo correndo perché vogliamo che il 2016 sia l’anno di uscita dalla crisi” – ha sottolineato il presidente Stefano Bonaccini. Il valore aggiunto della nostra agricoltura è salito del 3%. Scommettiamo su questo settore come fonte di sviluppo e occupazione e lo facciamo investendo molto in qualità e difesa del territorio”.

EMILIA ROMAGNA: Ripresa economica, leggero rallentamento nel terzo trimestre – VIDEO

wpid-lavoro-scarpe-industria-calzaturiera-2.jpg

Leggero rallentamento per la ripresa congiunturale dell'industria emiliano-romagnola nel terzo trimestre del 2015: la produzione industriale in senso stretto è aumentata dello 0,6% rispetto all'analogo periodo del 2014, in frenata rispetto al +2,3 per cento segnato nel trimestre precedente mentre il fatturato a valori correnti è aumentato del 0,7% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. E' quanto emerge da una analisi realizzata da Unioncamere Emilia-Romagna in collaborazione con Confindustria Emilia-Romagna e Intesa San Paolo. Tra i diversi settori, si legge in una nota, l'andamento è apparso disomogeneo. In negativo, per le industrie della moda, metallurgia e delle lavorazioni metalliche e per l'industria del legno e del mobile, mentre la tendenza è positiva per l'industria alimentare, per l'aggregato delle industrie meccaniche, elettriche e dei mezzi di trasporto. Guardando al rapporto tra andamento della produzione e dimensione aziendale, la produzione arretra per le imprese minori, fino a 10 dipendenti, meno orientate al commercio estero, sale leggermente per le piccole (10-49 dipendenti) e cresce più decisamente per le medie e grandi imprese (da 50 a 500 dipendenti), grazie alla loro maggiore apertura all'export. Quanto alle previsioni è pari al 28,5% la quota delle imprese che si attende un aumento della produzione nel quarto trimestre 2015 appena concluso, mentre scende al 15,6% quella che ne teme una riduzione. Sul fronte occupazionale nei primi nove mesi del 2015, nell'industria in senso stretto regionale questa è risultata pari a oltre 525mila unità, in sensibile aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+4,7%), pari ad un aumento di circa 23.700 occupati. 

ROMAGNA: In tanti pronti a partire per l’Alpe Cimbra per i Campionati di Sleddog – FOTO

wpid-sleddog2016.jpg

Sarà la splendida cornice di Millegrobbe ad accogliere per la prima volta sull’Alpe Cimbra, il 31 Gennaio prossimo, i Campionati Italiani di Sleddog. Letteralmente cane da slitta, questa disciplina è la pratica sportiva delle slitte trainate sulla neve da cani ed è nata nel mitico periodo della corsa all'oro nei territori del Canada e dell'Alaska ad inizio del secolo scorso. La pratica nei decenni successivi venne esportata anche in Europa e approda in Italia nei primi anni '80. Lo sport vide un picco negli anni novanta vantando tanti appassionati e musher (i conducenti delle slitte); eventi agonistici e non sparsi su tutto il territorio nazionale. Dopo una flessione, negli ultimi anni assistiamo ad un incremento di nuovi partecipanti ed un rinnovato entusiasmo per lo sport dei cani da traino, complice il fatto che nuove discipline dello sleddog si sono affermate a livello mondiale nell'ultimo decennio. Le cosiddette discipline su terra dove i cani trainano una persona che corre (canicross) oppure la bicicletta o un monopattino da corsa (scooter) o ancora un carrello con tre o quattro ruote.

Negli ultimi anni grazie alle medaglie mondiali ed europee dei giovani cugini Guadagnini (Giacomo, Helena e Filippo) in Trentino si è notato un nuovo entusiasmo per lo sleddog e la rinascita dell'Associazione Musher Trentini (AMT). L'associazione fa parte della Federazione Italiano Musher Sleddog Sport (Fimss) la quale posside gli accrediti della Federazione Internazionale per l'organizzazione dei Campionati Nazionali e per le convocazione degli atleti ai Campionati Europei e Mondiali. Recentemente la FIMSS ha accettato la candidatura di Millegrobbe (Lavarone-Lusèrn) quale località per disputare i Campionati Italiani Assoluti su Neve proposta dall'Associazione Musher Trentini. 

Da oltre vent'anni una località trentina non veniva scelta come sede per una corsa così importante. La motivazione principale della scelta della federazione sta nel fatto che la località di Millegrobbe si presta benissimo alla pratica dello sleddog. Grazie anche alla fattiva collaborazione della località nell'organizzazione dell'evento, la gara è stata candidata anche come località di back up per l'europeo, qualora la settima prima in Tirolo non vi fosse sufficiente neve per disputare il campionato continentale.

La notizia si è sparsa già anche oltre i confini nazionali e molti saranno gli stranieri che parteciperanno a quella che si preannuncia una delle più importante manifestazioni della stagione dello sleddog su neve. Ai Campionati Italiani sono previsti una settantina di team che aumenteranno a 120 se si dovesse disputare anche la gara europea con un numero di cani che sfiorerebbe il migliaio.

L’Alpe Cimbra da un paio d’anni ha una proposta turistica molto interessante e strutturata per i neofiti e i turisti che vogliano provare questa emozionante esperienza: a Folgaria in località Alpe di Folgaria Coe e a a Lavarone al centro fondo Millegrobbe vi è la possibilità di guidare la slitta trainata da una muta di cani sotto la guida esperta dell’istruttore e addirittura la slitta può essere guidata dai bambini a partire dagli 8 anni di età

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi