Teleromagna » 20 febbraio 2016

Daily Archives: 20 febbraio 2016

FORLÌ: Erano il terrore delle farmacie. Arrestati tre catanesi – VIDEO

wpid-CARABINIERI-MELDOLA.jpg

Quattro rumeni, di età compresa fra i 47 ed i 17 anni, sono stati denunciati per furto aggravato e ricettazione dai carabinieri di Forlì. Il 17enne, risultato colpito da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per reati contro il patrimonio (furti nei centri commerciali), è stato ristretto nel carcere minorile di Bologna. La banda, tutti pregiudicati nullafacenti domiciliati nel bolognese, aveva preso di mira il grande punto vendita  di materiale elettronico Unieuro, posto nel centro commerciale Puntadiferro. Grazie ad una borsa schermata che permetteva di eludere i dispositivi antitaccheggio, i "pendolari del furto" avevano già colpito mercoledì scorso, rubando alcuni prodotti informatici. Il giorno dopo, in mattinata, sono ricomparsi, ma il personale, memore della loro presenza 24 ore prima in occasione del furto, li ha riconosciuti, chiedendo l'intervento del 112. Le immagini del circuito tv di sorveglianza hanno poi permesso di verificare senza ombra di dubbio che i quattro erano stati gli autori del taccheggio. La successiva perquisizione in un appartamento che la banda divideva nel bolognese ha permesso di ritrovare numerosa refurtiva, composta da capi d'abbigliamento e prodotti d'elettronica, per un valore di alcune migliaia di euro, in parte già restituita ai legittimi proprietari. Sequestrata anche la vettura, una Volkswagen Polo,  con cui i quattro erano soliti spostarsi. Sono in corso ulteriori indagini per chiarire quanti ulteriori colpi possono essere attribuiti ai quattro romeni.  

CESENATICO: Ben 710kg di marijuana sequestrati all’agricoltore di Sala – VIDEO

wpid-1.JPG

Nuovo capitolo per quell'agricoltore di Sala di Cesenatico che nelle scorse settimane fu arrestato con l'accusa di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti. Il 50enne fu scoperto coltivare illegalmente marijuana nelle serre della sua impresa agricola, con i relativi sequestri di circa 80 kilogrammi di materiale. Oggi la Polizia del Commissariato di Cesena ha presentato il risultato degli ulteriori accertamenti, che hanno portato al sequestro e alla distruzione di ben 710 kg lordi di piante di marijuana, che una volta lavorati avrebbero fruttato circa 450 mila euro.

RIMINI: Bolkestein, gli operatori balneari pretendono la proroga – VIDEO

wpid-spiaggia-rimini-alto-big-2.jpg

L'estate sta ancora dormendo ma la sabbia a Rimini scotta già. Si è tenuta sabato mattina l'Assemblea Nazionale di Oasi Confartigianato, Operatori Associati Spiagge Italiane, che ha coinvolto ancora una volta tantissimi bagnini riminesi ma non solo. Un dibattito volto a capire qual'è il futuro degli operatori balneari italiani, in considerazione della urgente necessità che lo Stato approvi al più presto una Legge di riordino complessivo delle concessioni demaniali marittime, nell'ambito dei dettami stabiliti dall'UE. Infatti sugli operatori balneari pende una vera e propria spada di damocle, la Bolkestein. Secondo quest'ultima, le spiagge prossimamente dovranno esser assegnate attraverso un bando di evidenza pubblica. Intanto c'è grande attesa per la sentenza della Corte di Giustizia Europea che dovrà pronunciarsi sulle proroghe date dal governo alle concessioni demaniali. Ma quali sono i tempi? 

CESENA: La uccise davanti i tre figli piccoli, fissata la prima udienza – VIDEO

rachid_figli_ok2

E’ di sicuro il fatto di sangue più cruento degli ultimi mesi a Cesena. Parliamo del tragico omicidio, avvenuto il 25 ottobre scorso in un appartamento di edilizia pubblica dell’ex roverella, dove un marocchino, Rachid Rahali, uccise la moglie, Nadia Salami, con numerose coltellate. Una triste vicenda, che si consumò davanti gli occhi innocenti dei figli di due, tre e quattro anni, che furono ritrovati dai soccorritori accanto il cadavere della donna, riverso in un lago di sangue. I magistrati della Corte d’Assise di Forlì, hanno fissato la data della prima udienza per il processo a carico dell’uomo, prevista per il 20 luglio. La difesa dell’accusato, ha chiesto il rito abbreviato che dovrà però tenere conto delle numerose aggravanti che vengono contestate. Sebbene sia stato lo stesso Rahali a chiamare i soccorsi in stato in shock, all’uomo vengono imputati i futili motivi, l’uccisione del coniuge e non da ultimo la consumazione di un omicidio avvenuto davanti i figli piccoli. Ed è proprio dei tre piccoli che si parla in queste ore. Attualmente risultano affidati ai servizi sociali, sebbene vi sia un importante pressing da parte di alcuni parenti. L’eventuale affido risulta difficile in quanto i familiari più stretti sono all’estero, in Marocco, paese in cui i magistrati dovrebbero verificare le condizioni di vita. In secondo luogo vige il problema della forte differenza d’età. Nel frattempo però si sarebbero fatti avanti altri parenti residenti in Italia ma non a Cesena.

EMILIA ROMAGNA: Il cordoglio per la scomparsa di Umberto Eco – VIDEO

wpid-umberto_eco.jpg

Cordoglio in tutta la regione per la scomparsa di Umberto Eco, uno tra i più famosi intellettuali italiani che si è spento ieri sera all'età di 84 anni. Il presidente Stefano Bonaccini lo ha salutato riprendendo sui social network una delle celebri frasi de “Il Nome della Rosa”. “Ci sono professori che sono resi famosi dall'Alma Mater, altri che rendono famosa l'Alma Mater” questo invece il ricordo di Ivano Dionigi ex rettore dell'Università di Bologna. In Romagna, si esprime il sindaco di Rimini Gnassi. “L'intero territorio riminese si unisce al cordoglio del Paese” scrive il primo cittadino, ricordando lo stretto legame tra Umberto Eco e la città.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi