Teleromagna » 20 aprile 2016

Daily Archives: 20 aprile 2016

TG Sport 20/04/2016

TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: La Guardia di Finanza sequestra il Caffè delle Rose – VIDEO

wpid-guardiadifinanza.jpg

Sotto sequestro da questa mattina il Caffè delle Rose, lo storico locale di Marina Centro di Rimini che fu frequentato anche da Federico Fellini e Giulietta Masina, nell'ambito dell'operazione del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Rimini, denominata 'Coffee break'. Secondo le indagini delle fiamme gialle, le quote e la carica di rappresentante legale della società di gestione del locale riminese, sarebbero state fittiziamente intestate a terzi al fine di consentire al reale proprietario di eludere le misure di prevenzione a cui poteva essere sottoposto, a seguito di una condanna per reati tributari emessa dal Tribunale di Pescara nel 2014. Quattro in totale le persone denunciate all'Autorità Giudiziaria per associazione finalizzata alla fittizia intestazione di beni. Tra questi tre pugliesi in quanto prestanome nella società. Oltre al Caffè delle Rose la Guardia di Finanza ha, altresì, sequestrato beni a Bologna e a Pineto di Teramo per un valore di circa 2 milioni e 300mila euro. 

Ping Pong – La Carta dei Diritti –

La puntata di Ping Pong di questa settimana dal titolo “La Carta dei Diritti” è dedicata al documento elaborato dalla CGIL nazionale, alla raccolta firme per una proposta di legge popolare. Partecipano alla trasmissione: Susanna Camusso, Segretaria Generale CGIL Nazionale; Vincenzo Colla, Segretario Generale CGIL Regionale Emilia Romagna; Alberto Piccinini, Avvocato giuslavorista specializzato in diritto del lavoro e i delegati territoriali CGIL.

RAVENNA: Tragedia sul lavoro, identificato l’operaio che ha perso la vita – VIDEO

wpid-petrolchimico.JPG

Tragedia avvenuta nel primo pomeriggio di ieri al petrolchimico di Ravenna, a perdere la vita in un esplosione  è stato Nunzio Pizzardi, operaio siciliano di 43 anni di una ditta esterna, la Cam Impianti di Ravenna. Il dramma si è consumato verso le 14.30, alla Cfs-Camlin. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto l’uomo,  stava lavorando nella manutenzione di una conduttura quando  l’utilizzo del flessibile avrebbe provocato delle scintille che avrebbero innescato l’esplosione. Ai sanitari, giunti immediatamente sul posto,  le sue condizioni sono apparse estremamente gravi. Caricato sull’ambulanza è deceduto durante il trasporto.  Le indagini sono seguite dalla Polizia di Frontiera. Presenti sul posto anche i Carabinieri e il personale della Medicina del Lavoro.  L’impianto è stato messo sotto sequestro e il primo sopralluogo è stato fatto ma la zona del serbatoio è talmente compromessa dall’esplosione che ricostruire la dinamica dell’infortunio non sarà semplice. Anche i sindacati hanno espresso le condoglianze alla famiglia del lavoratore questa mattina, in occasione dello sciopero generale dei metalmeccanici hanno osservato un minuto di silenzio in memoria del lavoratore scomparso.  Sull’incidente arriva anche una nota dell’azienda: “Cfs Europe e tutti i suoi dipendenti intendono innanzitutto esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia del lavoratore. La perdita di una vita umana, in questo caso avvenuta durante lo svolgimento delle ordinarie mansioni lavorative, lascia sempre sgomenti e pieni di dolore”.  Nunzio Pizzardi lascia una moglie e una figlia di 13 anni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi