Teleromagna » 28 aprile 2016

Daily Archives: 28 aprile 2016

RAVENNA: Ancora un incidente mortale all’incrocio “Killer” dell’Adriatica- Video

wpid-incidente-ra.JPG

Sono iniziati da un paio di giorni i primi lavori per realizzare la tanto attesa rotonda sulla Ravegnana all’incrocio con la statale Adriatica, denominato da sempre incrocio killer per l’elevato numero di vittime ed è di queste ore l’ennesimo scontro mortale. Una Peugeot 206, condotta da un uomo con a bordo una signora di 64 anni, Gabriella Stradaioli, proveniente dalla direzione Ferrara si è fermato al centro dell’incrocio, ancora regolato da semaforo, per svoltare verso Ravenna quando un furgone “Mercedes Vito”, con a bordo tre persone ha colpito in pieno il mezzo scaraventandolo contro una vettura ferma al semaforo, una Ford Focus Station Wagon. La violenza dell’impatto non ha lasciato scampo alla donna, che si trovava sulla Peugeot al lato passeggero ed è deceduta sul colpo. Ferite di media gravità invece per l’uomo alla guida, mentre sono rimasti praticamente illese le tre persone a bordo del furgone. Danneggiata soltanto l’auto della persona che era ferma al semaforo e si è ritrovata l’auto contro la propria fiancata. Sul posto sono intervenute tre ambulanze e l’automedicalizzata oltre ai Vigili del Fuoco. I feriti sono stati portati al “Santa Maria delle Croci” per le cure del caso. Presenti anche i Vigili del Fuoco, che hanno provveduto alla messa in sicurezza dei mezzi incidentati. Per i rilievi invece e per la regolazione del traffico è intervenuta la Polizia stradale di Faenza e Ravenna.

 

FORLÌ: Esplode il bar-ristorante di Rocca delle Caminate, quasi certo il dolo – VIDEO

wpid-Schermata-2016-04-28-alle-15.26.05.png

Una violenta esplosione si è verificata nella notte, tra l’1e 30 e le 6 del mattino al bar-ristorante “La Rocca delle Caminate”, nel territorio di Predappio, ma a pochi chilometri da Meldola, nel forlivese. In mattinata un passante ha notato che la strada davanti al locale era piena di detriti ed ha chiamato le forze dell’ordine. Una volta arrivati si sono trovati davanti al locale in parte distrutto dall’esplosione e i danni sono particolarmente ingenti e ancora da quantificare ma anche parte del soffitto è rimasta danneggiata. Fino all’1,30 c’erano persone al lavoro nel locale e quindi si ipotizza che la deflagrazione sia avvenuta nel pieno della notte. Diversi particolari fanno ipotizzare che si sia trattato di un evento doloso. E’ stata infatti trovato un tavolino posizionato davanti alla finestra della cucina dalla quale sembra essere partito il tutto e i vetri all’interno anziché all’esterno della stanza fanno ipotizzare che qualcuno si sia introdotto nella struttura per darle fuoco. Non risultano attive utenze di acqua, luce e gas nel locale che è attualmente chiuso e questo rafforza l’ipotesi del dolo. Il locale si trova vicino alla Rocca delle Caminate, dove si trova il castello che fu residenza estiva di Benito Mussolini e per questo si ipotizzava un nesso  tra l'esplosione e le commemorazioni a Predappio per la morte del Duce, di cui oggi ricorre il 71° anniversario ma il sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti, ha escluso ogni nesso con la vicenda. I carabinieri stanno ora cercando di fare luce sull’accaduto e risalire ai responsabili dell’esplosione. 

RIMINI: Sicurezza sugli autobus, arriva la videosorveglianza – VIDEO

wpid-bus.jpg

Garantire una maggiore sicurezza ai cittadini. Questo l'obiettivo principale del protocollo d'intesa stipulato giovedì mattina in Prefettura a Rimini tra quest'ultima e Start Romagna, la società di trasporto pubblico dell'area romagnola. Da oggi in poi sugli autobus riminesi non solo ci sarà il sistema Octocam, posizionato verso la strada, il quale consente di registrare i 30 secondi precedenti e quelli successivi ad un incidente o ad una frenata improvvisa, al fine di ricostruire possibili sinistri o disagi a bordo. Ma, novità saliente dell'iniziativa, i bus verranno ora dotati di un sistema di videosorveglianza che registrerà qualsiasi danno a cose o a persone avvenga all'interno dei mezzi di trasporto pubblico. Questo, per far fronte, all'ingente ondata di delinquenza che si è perpetrata nel riminese nell'ultimo periodo. 

TG Sport 28/04/2016

TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Arresto maestra, sit-in dei genitori dei bimbi dell’asilo Il Delfino – VIDEO

wpid-sitin.jpg

“Non capisco il perché di quel racconto fatto dalla mia collega, tutto ciò non è mai avvenuto”. Queste le parole della maestra 61enne riminese arrestata la scorsa settimana per maltrattamenti all'asilo ai danni di bambini dell'età fino ai 3 anni. Durante l'interrogatorio di garanzia davanti al giudice, la donna si è discolpata affermando che il proprio metodo di insegnamento è sempre stato lo medesimo da quarant'anni a sta parte. Ma le telecamere piazzate dai Carabinieri a seguito della segnalazione di un'altra insegnante, parlerebbero chiaro: strattonamenti, scuotimenti e rimproveri aggressivi. Dopo un'ora e mezza di dichiarazioni la maestra sarebbe scoppiata in lacrime. “Da quelle immagini io non vedo alcuna aggressività”, avrebbe aggiunto al giudice e al pubblico ministero. Intanto giovedì mattina a Rimini in Piazza Cavour, di fronte al Municipio c'è stato un sit-in dei genitori dei piccoli che frequentano Il Delfino, l'asilo nido comunale riminese dove sarebbero avvenuti i fatti di violenza. 

CARPENA (FC): 71° Anniversario della Morte di Benito Mussolini

Una folla di oltre mille persone era presente a Predappio domenica, in occasione della commemorazione del 71° Anniversario della Morte di Benito Mussolini fucilato insieme all’amante Claretta Petacci il 28 aprile 1945. I manifestanti hanno sfilato in un ordinato corteo che da Piazza S. Antonio è arrivato al cimitero in cui è sepolto il Duce. Altra meta di pellegrinaggio non molto distante è Villa Carpena dove Mussolini ha vissuto per molti anni insieme alla moglie Rachele Guidi, oggi sede del museo e del Centro Studi intitolato a Romano Mussolini, nato con l’intento di fornire una dettagliata documentazione a tutti i giovani che desiderano approfondire la propria conoscenza sul Ventennio Fascista. La commemorazione si è svolta in un’atmosfera di sobrietà e disciplina secondo quanto richiesto da Edda Negri Mussolini, nipote di Benito Mussolini e dagli organizzatori dell’evento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi