Teleromagna » 29 aprile 2016

Daily Archives: 29 aprile 2016

RIMINI: Villa delle Rose e Peter Pan nel mirino della Finanza – VIDEO

wpid-Peter-Pan.jpg

Avrebbero omesso di dichiarare ricavi per oltre 3,4 milioni di euro con una evasione complessiva di imposte per 800mila euro. La Guardia di Finanza di Rimini, nell'ambito di un'operazione di contrasto al fenomeno dell'evasione fiscale relativa ai locali di intrattenimento e discoteche della riviera, ha denunciato Massimo Buffagni, legale rappresentante di due società che hanno gestito il Peter Pan e La Villa delle Rose di Misano Adriatico. Gli accertamenti eseguiti dalle fiamme gialle hanno permesso di scoprire che non sarebbero state presentate le denunce reddituali, Iva ed IRAP per gli anni 2013-2014. Visto il superamento delle soglie di punibilità penale i militari hanno chiesto alla Procura della Repubblica di Rimini di valutare l'adozione dello strumento del sequestro preventivo dei beni in suo possesso equivalenti alle imposte evase. Conseguentemente, nei giorni scorsi i finanzieri hanno posto sotto sequestro un immobile a Misano Adriatico, composto da un'abitazione di otto vani e 2 garage per un valore stimato di 350.000 euro. Questo è risultato di proprietà di una società s.r.l. riminese, il cui capitale sociale era detenuto quasi interamente da un’altra società fiduciaria con sede a Milano. In seguito a ulteriori indagini dei militari di Cattolica si è scoperto che la fiduciaria lombarda avrebbe gestito tale partecipazione dietro mandato della persona indagata, ovvero Buffagni.

TG Sport 29/04/2016

TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: La Fondazione Carim approva il bilancio 2015 – VIDEO

wpid-carim.jpg

1,7 i milioni di euro investiti nei dodici mesi per il sostegno e lo sviluppo del territorio riminese e della comunità locale, 52 progetti finanziati in cinque aree strategiche. Il Consiglio Generale ha approvato all’unanimità il bilancio 2015 della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. La sua approvazione segue il parere consultivo positivo espresso dall’Assemblea dei Soci martedì 26 aprile. Più nel dettaglio, la Fondazione ha destinato circa 313.000 euro al settore arte e cultura, 772.000 euro al settore educazione e istruzione, 332.000 euro al settore assistenza anziani, 103.000 euro al settore volontariato e 180.000 euro al settore sviluppo locale. “Con l’approvazione del bilancio 2015 giunge a scadenza il mandato del Presidente e del Vice Presidente della Fondazione – ha detto Massimo Pasquinelli, che ha ricoperto la carica di vertice negli ultimi sei anni – Lascio una Fondazione che ha saputo creare i presupposti per un cambiamento sotto il profilo patrimoniale e dell’attività sociale. La Fondazione di domani sarà molto diversa da quella che proviene dagli anni ’90, più adeguata ad affrontare un contesto nuovo anche a livello locale".  Anche nel 2015 la Fondazione ha sostenuto le realtà che operano nel volontariato e nell’assistenza ai meno abbienti, tra cui le mense per i poveri ed i fondi antiusura. È stato, inoltre, garantito il sostegno al Campus universitario, alla gestione di Castel Sismondo e all'assistenza domiciliare per anziani. Attiva, infine, la partecipazione della fondazione Carim al Piano Strategico della città di Rimini.

RIMINI: Economia, dati Cgil indicano la ripresa nel 2017 – VIDEO

wpid-rimini-1.jpg

Mentre l'Emilia Romagna ha registrato una crescita dell'1%, a Rimini c'è stato un altro arretramento pari allo 0,5%. Questo il dato più significativo ma al contempo da non sottovalutare, emerso dall'Osservatorio sull'economia e il lavoro della provincia riminese nel 2015, presentato dalla Cgil. Secondo i ricercatori, le prospettive per l'anno in corso e per il prossimo biennio si allineano a quelle nazionali e prevedono una crescita moderata pari all'1,4% all'anno. Ma la ripresa, dice Cgil, inizierà nel 2017. La Riviera, ha da sempre un'economia che si differenzia molto dal resto del territorio. Tengono commercio e turismo, male il manifatturiero, crollano le costruzioni. Il settore industriale, poi, ha visto crescere ordini, produzione e fatturato, dopo diversi anni consecutivi di segno meno. Diminuisce, però, il numero delle imprese. Deludente l'export, soprattutto se comparato con i dati regionali, -0,5% contro +4,4%. Pesa la crisi russa, la quale non condiziona solo il turismo. Quest'ultimo è comunque poco internazionalizzato: infatti appena un turista su cinque è straniero e spende meno. Per ciò che riguarda il lavoro, i ricercatori Cgil si sono concentrati nello specifico sul tasso di occupazione, dal 2005 ad oggi. Questo ha registrato il risultato migliore nel 2008 quando si attestava al 67,1% poi quello peggiore nel 2013 con il 60%. Negli ultimi due anni cresce leggermente: nel 2014 l'occupazione nel riminese sale al 61,4% e nel 2015 62,9%. Solo il 10% dei contratti, inoltre, nel 2015 è stato a tempo indeterminato. Secondo l'osservatorio è esploso il ricorso ai buoni lavoro con oltre 1,5 milioni di voucher venduti a Rimini. Più della metà nel commercio e nel turismo.

CESENA: Prende corpo l’idea di un nuovo “Bufalini” – VIDEO

wpid-ospedale_bufalini.jpg

A Cesena il sindaco Lucchi lo aveva annunciato già a fine 2015: “Il Bufalini va spostato e al suo posto c'è necessità di un nuovo parco urbano con servizi”. Un progetto che oggi, a distanza di alcuni mesi, prende sempre più corpo grazie al numeroso coro di pareri positivi. L'attuale struttura, sorge oggettivamente in una zona della città scomoda, in collina, ed è ormai vecchia di 60 anni. Secondo quanto emerso fino ad oggi, l'idea generale è che il nuovo ospedale debba erigersi in un'ottica di area vasta sanitaria, in una posizione comoda al fine di essere raggiunto dalle varie città in poco tempo. Ideale, come prevedibile, che tutto questo possa accadere nei pressi del casello A14 cesenate, in zona Villa Chiaviche o a Pievesestina. Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, in una recente iniziativa pubblica aveva detto che il progetto è sul tavolo e che se ne parlerà a tempo debito, escludendo però di fatto un parere negativo. Una presa di posizione importante, perché i finanziamenti regionali saranno fondamentali per la sua costruzione.  “E' una opportunità per tutti” queste invece le dichiarazioni di Marcello Tonini, direttore generale dell'Ausl Romagna, che ha criticato anche coloro i quali in queste settimane hanno criticato l'idea, additandola come l'ennesima speculazione edilizia sul territorio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi