Teleromagna » 11 giugno 2016

Daily Archives: 11 giugno 2016

TG SERA del 11/06/2016

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni si pone come uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi raccontiamo quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 16 – 19 – 20.30 e all’una di notte. Ogni edizione viene replicata mezz’ora dopo su Teleromagna News (canale 74).

RIMINI: Inchiesta Aeradria, patteggiano in 5- VIDEO

wpid-aeradria.JPG

Un anno e 10 mesi di reclusione e più di 100mila euro a testa di risarcimento. È questo il risultato del patteggiamento fra 5 dei 19 imputati nel caso del fallimento di Aeradria, la società che ha gestito l’aeroporto “Federico Fellini” di Rimini fino al suo fallimento nel 2013. Si tratta dell’expresidente e di 5 ex consiglieri di “Riviera di Rimini Promotions”, società collegata e responsabile del fallimento di Aeradria.

Il GUP Vinicio Cantarini ha dato la possibilità a tre parti civili di entrare nel procedimento,fra cui il Comune di Riccione contro l’ex sindaco Massimo Pironi in relazione al presunto abuso di ufficio di cui egli è accusato. Rimini ancora non si è espressa, e per farlo c’è tempo fino all’avvio deldibattimento. Per la Provincia di Rimini, invece, si cerca ancora di capire chi debba costituirsi per suo conto dopo il ridisegno delle funzioni.

Tutti con il fiato sospeso fino alla prossima udienza fissata per il 14 settembre, in cui il giudice dell’udienza preliminaredecideràquali dei restanti 14 imputatiprocessare. Ai principali,viene contestata l’associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, l’abuso d’ufficio e la truffa aggravata per l’erogazione di fondi pubblici.

Il TG Sport del 11/06/16

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte.

L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RICCIONE: Avviso di garanzia al sindaco Tosi per omissione in atti d’ufficio

wpid-Tosi_1_web.jpg

Renata Tosi, sindaco di Riccione, ha ricevuto un avviso di garanzia per omissione in atti d’ufficio perché non avrebbe, lo scorso anno, disposto un’ordinanza temporanea di divieto di balneazione in un tratto del litorale riccionese. L’indagine, che non coinvolge reati legati al danno ambientale, si richiama all’obbligo delle amministrazioni di procedere tempestivamente a disporre un’ordinanza di divieto di balneazione su indicazione cautelativa e precauzionale dell’Arpa regionale. Obbligo che l’inchiesta vuole verificare se sia stato dal sindaco non ottemperato. “Prendo atto dell’avvio del procedimento –  ha scritto il sindaco in una nota – e non mancherò certo di dare agli inquirenti tutte le delucidazioni. Allo stesso tempo non posso non sottolineare che ogni disposizione in merito alla regolamentazione della balneazione sulle nostre spiagge è stata sempre presa nel pieno rispetto delle norme e con la totale garanzia di salvaguardare la salute pubblica”.

RAVENNA: Off-shore, addio anche all’ultimo impianto di perforazione – VIDEO

wpid-Schermata-2016-06-11-alle-10.35.44.png

Addio alle perforazioni a Ravenna. A fine mese si fermerà anche l’ultimo impianto rimasto, quello della Atwood Beacon. Una vera e propria emergenza non solo economica ma anche occupazionale, visto che nell’ultimo anno sono usciti dall’area ravennate circa 600 lavoratori, di cui 200 residenti in città, tra personale tecnico, dirigente e staff. La colpa della crisi dell’off-shore viene legata al basso prezzo del greggio, che però negli ultimi tempi è risalito ma non ha avuto l’effetto sperato di rilanciare gli investimenti delle oil company. Le tre big del settore, Halliburton, Baker Hughes e Schlumberger, hanno già ridotto il personale di oltre il 50% e stanno proseguendo nel percorso di ridimensionamento. Si tratta di personale altamente specializzato, formato su standard operativi e di sicurezza internazionali. A lanciare l’allarme è Alessandro Mongiusti della Filctem Cgil Ravenna e responsabile nazionale di categoria per il comparto perforazione. ‘Altra certezza purtroppo – ha detto il sindacalista in una nota – sono i futuri piani operativi comunicati da Eni per Ravenna. Stante l’attuale situazione di mercato non vi sono operazioni in programma per tutto il 2016’. Dopo 40 anni di attività ininterrotte a Ravenna, quindi, i sindacati chiedono a istituzioni, aziende ed enti di provare a difendere i posti di lavoro di questo importante comparto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi