Teleromagna » 4 settembre 2017

Daily Archives: 4 settembre 2017

TG SERA del 04/09/2017

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni si pone come uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi raccontiamo quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 16 – 19 – 20.30 e all’una di notte. Ogni edizione viene replicata mezz’ora dopo su Teleromagna News (canale 74).

RIMINI: Stupri, Butungu dice di aver dormito mentre si consumavano le violenze | VIDEO

RIMINI: Stupri, Butungu dice di aver dormito mentre si consumavano le violenze | VIDEO Rapina aggravata, violenza sessuale di gruppo e lesioni aggravate. Queste le accuse della Procura di Rimini nei confronti dei 4 giovani arrestati per gli stupri di Miramare del 26 agosto. La pena può superare i 20 anni. Ma ancora nessuno ha ammesso chiaramente di aver compiuto abusi sessuali quella notte. I minorenni, uno dei quali ha ancora 14 anni, sono tutti nati e cresciuti in Italia. Dicono che è stato solo il capo-branco a violentare le donne, a differenza di quanto sostengono le vittime. Mentre Guerlin Butungu dichiara di essersi addormentato dopo la bevuta con i sodali. Bisognerà attendere ancora una paio di settimane per l’esito delle verifiche scientifiche sulle tracce biologiche raccolte. I minorenni intanto hanno espresso pentimento.

TG Sport del 04/09/17

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Parlano gli stupratori, due negano violenza, Butungu impassibile | VIDEO

RIMINI: Parlano gli stupratori, due negano violenza, Butungu impassibile | VIDEO Freddo, quasi distaccato. Così è parso agli agenti che lo hanno catturato Guerlin Butungu, il giovane congolese considerato il capobranco che nella notte del 26 agosto avrebbe stuprato due donne e picchiato un turista a Rimini. Inizialmente l’arrestato ha negato ogni accusa, poi ha ammesso tutto senza dimostrare alcun pentimento. Quando è stato arrestato alla stazione di Rimini nella notte di sabato, dopo che era salito a Pesaro su un convoglio diretto a Milano, Butungu era armato di coltello. Si tratta di un ragazzo di 20 anni a cui piace vestirsi bene, molto attivo sui social. Praticante evangelico, su Facebook esibisce la sua fede. Nel giorno del suo ultimo compleanno scrive “Grazie a Dio che mi ha protetto fino ad oggi”. Dopo il terremoto in centro Italia del 2016 aveva espresso il suo cordoglio per le vittime. Ora il suo profilo è stato ricoperto da migliaia di insulti. Butungu aveva studiato italiano e fatto un corso da cameriere quando era ospite di una cooperativa marchigiana in cui non aveva mai dato problemi. Uscito dalla comunità e senza lavoro, pare che abbia cominciato a gestire un gruppetto di minorenni della zona con a carico furti e piccolo spaccio. Due dei tre minorenni arrestati negano di aver violentato le vittime, ma di averle solo tenute ferme. “La loro giovane età mi sconvolge. Non provo odio, ma pena”, ha detto al Carlino la transessuale peruviana, la quale sostiene che tutti e quattro l’abbiano violentata a turno, mentre la picchiavano e minacciavano di morte. La madre dei due fratelli minorenni fermati dice che non perdonerà i propri figli e che vorrebbe chiedere scusa da parte loro alle vittime. La famiglia incolpa il congolese, “è lui che li ha trascinati – dicono -, di lui avevano paura”. “I miei figli sono pentiti – aggiunge il padre -. Credo in loro anche se hanno sbagliato, e se sarà così, dovranno pagare”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi