Teleromagna » 8 ottobre 2017

Daily Archives: 8 ottobre 2017

EMILIA-ROMAGNA: Scuola, 11 milioni di euro per nuovi istituti | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Scuola, 11 milioni di euro per nuovi istituti | VIDEO In Emilia-Romagna sono in arrivo quasi 11 milioni di euro per costruire nuove scuole. Si tratterà di istituti non solo nuovi ma soprattutto innovativi dal punto di vista architettonico, impiantistico e tecnologico. L’assessore alla Scuola, Patrizio Bianchi, ha spiegato che sarà una novità positiva per cui la Regione si è resa interessata e disponibile sin da subito. Migliorare la qualità degli edifici, dunque, prevedendo una maggiore sicurezza sismica, ampliamenti e un idoneo efficientamento energetico, sono le priorità di questo piano di riqualificazione scolastica emiliano-romagnola. Oltre 500 scuole – frequentate da settantamila studenti – sono state dichiarate inagibili a diversi livelli a seguito del terremoto che il 20 e il 29 maggio 2012 ha colpito l’Emilia-Romagna. La risposta delle comunità locali e delle Amministrazioni è stata immediata: sessanta gli edifici che in brevissimo tempo sono stati costruiti per garantire il normale svolgimento dell’anno scolastico, centinaia quelli riparati con miglioramento sismico. Le Regioni che hanno aderito al programma, inoltre, hanno dichiarato la propria disponibilità ad aderire all’operazione per la costruzione di nuove strutture scolastiche innovative, facendosi carico del canone di locazione. La Regione Emilia-Romagna ora si occuperà di selezionare gli interventi di costruzione di nuovi edifici scolastici, segnalati dagli enti locali, verificando che le realizzazioni siano proposte in aree nella disponibilità dei Comuni e delle Province e che siano già complete di tutti i servizi per l’edificazione.

EMILIA-ROMAGNA: Calano gli stranieri residenti in Regione | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Calano gli stranieri residenti in Regione | VIDEO Per il secondo anno consecutivo, cala il numero degli stranieri residenti in Emilia-Romagna: circa 3.600 in meno all’anno. Con oltre 531 mila residenti di altra nazionalità presenti a gennaio 2017 (531.028), la regione si conferma comunque quella con la più alta incidenza di cittadini provenienti da Paesi stranieri rispetto al totale della popolazione residente; l’11,9%. Segue la Lombardia, che si assesta all’11,4% a fronte del dato nazionale medio dell’8,3%. I dati arrivano dall’Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio  “Cittadini stranieri in Emilia-Romagna. Residenti e dinamiche demografiche” che delinea, sul piano demografico, una regione in cui oltre un cittadino su dieci è straniero. La presenza maggiore si rileva a Piacenza (14%), seguita da Parma (13,5%), Modena (12,9%) e Reggio Emilia (12,3%). A Ravenna l’incidenza dei residenti stranieri è del 12,1%  , poco dopo c’è  Bologna con l’11,7%, e agli ultimi posti si trovano le province di Rimini (10,8%), Forlì-Cesena (10,5%) e Ferrara (8,7%). Aumentano anche coloro che hanno acquisito la cittadinanza italiana: oltre 25.200 nel 2016 (erano 1.153 nel 2002). I Paesi di origine sono 170, con in testa i rumeni con circa 89 mila residenti (16,7% del totale delle presenze straniere), seguiti da marocchini (11,6%), albanesi(11,0%), ucraini (6,1%), cinesi e moldavi (entrambi al 5,5%). Dai dati del Rapporto emerge che gli stranieri residenti in regione hanno un’età media inferiore ai 34 anni, mentre quella degli italiani è di 47.   

RAVENNA: Grande affluenza per la Notte d’Oro | VIDEO

RAVENNA: Grande affluenza per la Notte d'Oro | VIDEO Grande successo per la  Notte d’Oro di Ravenna. La festa, che si è svolta prevalentemente nella nottata di sabato, favorita quest’anno da un clima gradevole e sereno, ha portato tanti visitatori nel centro storico della città bizantina, e non solo, che ha proposto anche quest’anno tantissimi appuntamenti tra  maratone fotografiche, spettacoli e performance teatrali, proiezioni cinematografiche, presentazioni librarie e grandi concerti, con piazza del popolo presa dall’assalto per il concerto di Arisa alle 22,30, seguita dalla diretta di Radio studio Delta. Un momento di festa ma anche un’opportunità per scoprire luoghi e monumenti della città con visite guidate e mostre mirate.  Non sono mancate le misure di sicurezza come l'impiego di sistemi di rilevazione numerica delle persone per evitare sovraffollamenti, con appostiti varchi di entrata ed accesso. Vietato anche  accedere all'area spettacolo con vetro. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi