Teleromagna » 9 ottobre 2017

Daily Archives: 9 ottobre 2017

TG SERA del 09/10/2017

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni si pone come uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi raccontiamo quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 16 – 19 – 20.30 e all’una di notte. Ogni edizione viene replicata mezz’ora dopo su Teleromagna News (canale 74).

TG Sport del 09/10/17

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

FORLI’: Ucciso da un colpo di pistola, 40enne trovato morto all’interno di una vettura | VIDEO

FORLI’: Ucciso da un colpo di pistola, 40enne trovato morto all'interno di una vettura | VIDEO Ancora non si sanno gli esatti motivi del gesto, e comunque non si esclude nessuna pista. Un uomo di 40 anni, residente nel napoletano, è stato trovato morto al posto di guida della sua auto . Il ritrovamento è accaduto attorno alle 8,30, in via Venturini a Forlì, quando un passante ha notato la vettura ferma al bordo della strada, con il conducente riverso sul sedile. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, la polizia , gli uomini della scientifica e la Polizia Municipale. I sanitari accorsi hanno costatato la morte dell'uomo, freddato da un colpo di pistola al petto. Presente anche il pubblico ministero Laura Brunelli. La Polizia sta indagando se si tratti di un suicidio o no. L'arma, una vecchia colt a tamburo, è stata ritrovata sul pavimento dell'auto, una Hyundai risultata noleggiata a Cesena, dal lato sinistro del sedile. Gli investigatori, nel controllare la pistola, avrebbero notato che il percussore ha colpito il primo bossolo nel tamburo senza che il colpo partisse, vi è poi il secondo bossolo del colpo esploso e poi anche il terzo bossolo risulterebbe colpito dal percussore, ma anche questo avrebbe fatto cilecca. Resta da chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto e cosa ci facesse in Romagna il 40enne.

TG SERA del 07/10/2017

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni si pone come uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi raccontiamo quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 16 – 19 – 20.30 e all’una di notte. Ogni edizione viene replicata mezz’ora dopo su Teleromagna News (canale 74).

RIMINI: Caccia al piromane seriale dei Casetti, un nome indagato | VIDEO

RIMINI: Caccia al piromane seriale dei Casetti, un nome indagato | VIDEO Una storia ad alto contenuto di stress emotivo per le famiglie residenti nel quartiere Casetti della campagna di Rimini, che per sei mesi sono state in scacco a un piromane seriale. 35 incendi da marzo a settembre appiccati in un raggio di pochi metri l’uno dall’altro nella zona attorno al campo Don Pippo, a ridosso del carcere. Piccole serre private, canneti, pollai. Il malvivente è sempre entrato in azione di notte, coperto dal buio, dando fuoco a proprietà private. E sembra che da qualche giorno gli agenti della Digos abbiano iscritto un nome nel registro degli indagati. Il copione vissuto dai residenti della zona era sempre lo stesso. I cani che iniziavano ad abbaiare nel cuore della notte. Le fiamme che si alzavano da un punto della campagna. Il piromane che puntualmente riusciva a fuggire. E poi i vigili del fuoco, le autobotti. Un intero quartiere per strada, la puzza di fumo nell’aria, i bambini spaventati. C’è chi ci ha raccontato che i propri piccoli hanno sviluppato segni di stress e chiedono di andare via da quel posto. Un padre di famiglia ha cominciato a dormire in soggiorno con le finestre aperte, pronto a dare l’allarme in caso di incendio. Così non si poteva andare più avanti e perciò è partita la raccolta firme del quartiere per chiedere alle istituzioni un intervento decisivo. Da un mese la furia dell’incendiario si è fermata. In giro ci si domanda con chi possa avere un conto in sospeso. La persona che ha rischiato più di tutti è stato un uomo senza fissa dimora alla cui roulotte è stato dato fuoco. La vittima è scampata per miracolo dall’inferno. Ora gli occhi sono puntati alle indagini.

FERRARA: Fratello dell’attentatore arrestato era ospitato da amico tunisino | VIDEO

FERRARA: Fratello dell'attentatore arrestato era ospitato da amico tunisino | VIDEO Anis Hannachi, il fratello del killer di Marsiglia, aveva combattuto tra i foreign fighters arrivati da tutto il mondo in Siria per partecipare alla jihad. E' quanto hanno comunicato le autorità francesi a quelle italiane, che sabato sera hanno arrestato il tunisino a Ferrara. Il giovane era stato respinto dall'Italia nel 2014, quando arrivò a Favignana con altri connazionali su un barcone. Al momento "non ci sono evidenze" che Anis Hannachi stesse pianificando attacchi nel nostro paese, come hanno spiegato gli investigatori nel corso di una conferenza stampa questa mattina. Lo straniero, che non ha collaborato con le autorità, verrà estradato in Francia entro pochi giorni. A Ferrara è stato ospitato da un amico tunisino che vive regolarmente in città e che è integrato nella comunità italiana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi