Teleromagna » 6 novembre 2017

Daily Archives: 6 novembre 2017

TG SERA del 06/11/2017

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni si pone come uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi raccontiamo quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 16 – 19 – 20.30 e all’una di notte. Ogni edizione viene replicata mezz’ora dopo su Teleromagna News (canale 74).

PANORAMA BASKET del 31/10/2017

Panorama Basket è una finestra sul mondo del basket made in Romagna. La trasmissione segue l’evoluzione dei principali campionati di pallacanestro in cui figurano squadre romagnole. Questa decima edizione è condotta da Enrico Pasini, affiancato da Franceska Picari. Ospiti, telefonate e contatti col pubblico a casa tramite whatsapp. Panorama Basket va in onda su Teleromagna ogni martedì alle ore 21.05. Ospiti di questa puntata sono Mauro Montini, direttore generale Basket Ravenna Piero Manetti, Alberto Serra, vice allenatore Pallacanestro Forlì 2.015, Gianluca Carpanzano, guardia Tigers Forlì e Luca Del Favero, giornalista del Resto del Carlino di Ravenna e voce dei Raggisolaris Faenza.

FORLÌ: Aggredisce un carabiniere, arrestato il marito della 30enne ferita a un polmone

FORLÌ: Aggredisce un carabiniere, arrestato il marito della 30enne ferita a un polmone E’ stato arrestato il marito della 30enne rumena che era arrivata al pronto soccorso del Morgagni-Pierantoni di Forlì con una perforazione grave al polmone ma che aveva raccontato di essere caduta su un paio di forbici mentre lavorava in campagna. L’uomo, raggiunto dai carabinieri che non avevano creduto alla versione fornita dalla donna e che quindi avevano sentito alcuni parenti, alla vista dei militari ha ferito uno di loro che ha riportato lesioni guaribili in 7 giorni. Il violento è dunque finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale e violenza e per lui è stata richiesta una misura urgente per lesioni pluriaggravate e maltrattamenti. Proseguono le indagini.

TG Sport del 06/11/17

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Parla la moglie di Lolli, “Non so perché lo abbiano arrestato” | VIDEO

RIMINI: Parla la moglie di Lolli, “Non so perché lo abbiano arrestato” | VIDEO “Ero stata in palestra e quando sono rientrata a casa ho visto quegli uomini e mio marito legato. Lui era in piedi e continuava a chiedere in inglese: 'chi siete, cosa volete? Io non vi conosco'. Loro sembravano capire poco o niente, gli hanno solo risposto che avevano un ordine di arresto nei suoi confronti, ma non hanno detto altro”. Ancora spaventata Sawan, la moglie dell'ex presidente di Rimini Yacht, Giulio Lolli, arrestato nei giorni scorsi in Libia ed è detenuto in una cella da solo a Tripoli. Nell’intervista riportata da Il Resto del Carlino, la donna, che è una giornalista libica, racconta i momenti dell’arresto dell’imprenditore bolognese denunciando che sempre più italiani vengono arrestati in Libia e confessando tra le lacrime di non conoscere la ragione dell’operazione. Alla base dell'arresto ci  potrebbe essere l'attività di "polizia marittima", per fermare i barconi di migranti diretti verso l'Italia. Lolli, inoltre, potrebbe rimanere agli arresti fino a tre settimane, periodo nel quale la procura generale di Tripoli deciderà se procedere con l'accusa o con il rilascio. Al momento, come informa la moglie, l’uomo sarebbe in una struttura vicino all’aeroporto. Non è la prima volta che il 52enne finisce in manette in Libia. Già nel 2011, infatti, era finito nelle carceri di Gheddafi da cui era stato liberato dalle milizie ribelli, alle quali si era unito dopo che gli era stata negata l’estradizione. Dopo aver partecipato alla rivolta libica, gli era stato assegnato il compito di fermare gli scafisti all’interno delle forze speciali di sicurezza marittima del porto di Tripoli. In Italia, invece, è accusato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ed estorsione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi