Teleromagna » 23 dicembre 2017

Daily Archives: 23 dicembre 2017

TG SERA del 23/12/2017

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni si pone come uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi raccontiamo quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 16 – 19 – 20.30 e all’una di notte. Ogni edizione viene replicata mezz’ora dopo su Teleromagna News (canale 74).

TG Sport del 23/12/17

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Anziana muore dopo l’incendio nella sua villetta | FOTO

RIMINI: Anziana muore dopo l'incendio nella sua villetta | FOTO Una donna è morta stamani a Coriano, nel Riminese a causa di un incendio divampato nella sua abitazione. Anziana e con gravi problemi di salute, la vittima era allettata e vani sono stati i tentativi dei sanitari di rianimarla. Tutto è successo attorno alle 10.30 quando un 80enne residente al piano terra avrebbe tentato di accendere il caminetto usando dell'alcool. Con tutta probabilità un ritorno di fiamma avrebbe innescato un rogo che in poco ha coinvolto la villetta. Ulteriori aggiornamenti e video in seguito. (foto Adriapress)

RIMINI: Operazione flash, sequestrati 13 kg di marijuana e tre arrestati | VIDEO

RIMINI: Operazione flash, sequestrati 13 kg di marijuana e tre arrestati | VIDEO Sgominata una centrale dello spaccio che avrebbe rifornito la Riviera di sostanze stupefacenti. A portare a segno l’operazione il Nucleo investigativo dei Carabinieri di Rimini che nel giro di pochi giorni, grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini hanno sequestrato diversi kg di marijuana e arrestato tre persone. Rinvenuti quasi 13 chili di marijuana, poco meno di 20 grammi di cocaina, sostanze da taglio e oltre 3mila euro in contanti ritenuti proventi dello spaccio. Oltre che nell’agenzia di pratiche auto e nel bar, la droga è stata rinvenuta anche a casa di uno degli arrestati. Si tratta di due siciliani di 53 anni, già noti alle forze dell’Ordine e un ragazzo russo di 22 anni, tutti rinchiusi ora nel carcere dei Casetti di Rimini.  

22/12/2017 DEGNI DI NOTA

Degni di Nota la finale – Dal Teatro Verdi di Cesena i 5 rappresentanti delle scuole di musica si esibiscono per affermare la propria scuola in finale. Consegna delle 5 menzioni speciali ai 5 cantanti selezionati nelle puntate precedenti. Super ospiti: Moka Club e Quadrifonika

RAVENNA: Delitto Ballestri, Matteo Cagnoni chiede i domiciliari | VIDEO

RAVENNA: Delitto Ballestri, Matteo Cagnoni chiede i domiciliari | VIDEO Vorrei poter trascorrere il Natale con i miei figli. E’ questo il desiderio manifestato dinanzi ai giudici dal medico ravennate Matteo Cagnoni, a processo con l’accusa di aver ucciso brutalmente la giovane moglie Giulia Ballestri,e dal suo legale. La corte ha 5 giorni per decidere. Nell’ultima udienza del 2017, la nona, il dermatologo si è servito di paragoni letterari e cinematografici. Ha infatti dichiarato di non essere come il conte Ugolino, di dantesca memoria, definendosi un padre esemplare che non scapperebbe mai dai suoi figli. “A loro ho giurato la mia innocenza”, ha ribadito l’imputato replicando all’accusa che ha fatto leva sui suoi tentativi di fuga. Il medico, infatti, il 19 settembre 2016, quando i carabinieri lo raggiunsero per arrestarlo, tentò di dileguarsi dalla finestra della villa paterna di Firenze. Nel corso dell’ultima udienza del processo, inoltre, è stato posto l’accento sul rapporto che lega Cagnoni all’amico Giandomenico Cavallucci, agente della polizia ferroviaria. Amici di lunga data, avevano 15 anni quando si conobbero, i due sono complici da sempre. L’agente, infatti, avrebbe accompagnato più volte l’amico medico da una escort fornendogli anche una sim telefonica per le loro comunicazioni segrete. Un’udienza all’insegna dei tanti testimoni, assieme all’amico sono stati ascoltati l’agente della scientifica che la notte del 19 settembre ripercorse la cantina dove è stato ritrovato il corpo senza vita di Giulia, il tassista bolognese che accompagnò Cagnoni padre e figlio in un parcheggio sotterraneo la sera del 18 settembre e infine la segretaria del medico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi