Teleromagna » 30 marzo 2018

Daily Archives: 30 marzo 2018

CALCIO: Novara – Cesena 1-0

CALCIO: Novara - Cesena 1-0 Il Cesena esce sconfitto col punteggio di 1-0 dal campo del Novara. Al Piola il gol decisivo del match della 33° giornata lo sigla Maniero al minuto 81' quando sugli sviluppi di un corner insacca alla spalle di Fulignati. In precedenza l'attaccante sempre dalla bandierina aveva colpito un palo. NOVARA (4-3-2-1): Montipò; Golubovic, Del Fabro, Chiosa, Calderoni; Casarini, Ronaldo (89' Seck), Sciaudone (18' st Maniero); Moscati, Di Mariano (86' st Troest); Puscas. A disp.: Farelli, Benedettini, Macheda, Lukanovic, Orlandi, Dickmann, Bove. All.: Di Carlo. CESENA (4-4-1-1): Fulignati; Perticone, Esposito, Scognamiglio, Donkor; Kupisz (82' Chiricò), Di Noia (67' Fedele), Schiavone (82' Cacia), Dalmonte; Laribi; Jallow. A disp.: Agliardi, Melgrati, Suagher, Eguelfi, Fazzi, Vita, Cascione, Emmanuello, Moncini. All.: Castori. Marcatori: 81' Maniero Arbitro: Nasca di Bari. Ammoniti: Puscas, Scognamiglio Espulsi: nessuno Note: 5000 spettatori circa; 1' minuto di recupero nel primo tempo e 4' nella ripresa

TG SERA del 30/03/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

RIMINI: Trovata morta 98enne a Verucchio, era deceduta in casa da cinque giorni

RIMINI: Trovata morta 98enne a Verucchio, era deceduta in casa da cinque giorni Nel pomeriggio di venerdì i Vigili del Fuoco hanno ritrovato senza vita una novantottenne nella propria abitazione di Villa Verucchio, nel riminese. L’anziana sarebbe deceduta cinque giorni prima. I parenti della donna, allontanatisi per le ferie, avrebbero più volte provato a contattarla telefonicamente, senza successo, non ottenendo risposta nemmeno una volta raggiunta la sua casa. Giunto sul posto il personale del 118 e i carabinieri della Compagnia di Novafeltria, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

FORLÌ: Indagini Livia Tellus, Drei “Ho dato mandato ai miei avvocati di richiedere il giudizio immediato”

FORLÌ: Indagini Livia Tellus, Drei “Ho dato mandato ai miei avvocati di richiedere il giudizio immediato” “Pur avendo appreso solo dai giornali dell’iniziativa del Pubblico Ministero per la fissazione dell’udienza preliminare anche nei miei confronti, ho dato mandato ai miei legali di richiedere, appena possibile, il giudizio immediato, per giungere rapidamente all'accertamento della non sussistenza delle ipotesi di reato avanzate attraverso il dibattimento”. Queste le dichiarazioni, affidate ad una nota, del sindaco di Forlì Davide Drei, in riferimento all’indagine relativa a Livia Tellus Romagna Holding, che lo vede tra gli imputati. “Fin da subito, voglio ribadirlo, – prosegue la nota del primo cittadino forlivese – ho dato la mia disponibilità ad essere ascoltato e a produrre gli elementi utili a fare chiarezza sulla vicenda ed ora, attraverso la richiesta di processo con rito immediato, auspico che si arrivi nel più breve tempo possibile ad accertare la verità e la correttezza del mio operato, che è sempre stato improntato alla trasparenza e all'interesse pubblico, a vantaggio del Comune e dei cittadini”.

RAVENNA: Arrestati i tre albanesi che avevano accoltellato un 57enne

RAVENNA: Arrestati i tre albanesi che avevano accoltellato un 57enne Arrestati a Fano tre albanesi, due uomini e una donna, che, domenica 21 gennaio a Punta Marina Terme, frazione di Ravenna, avevano accoltellato un cinquantasettenne. Lasciato in fin di vita all’esterno di un bar in viale dei Navigatori, l’uomo era riuscito a salvarsi, ma i tre erano scappati, facendo perdere le proprie tracce. Tuttavia, dopo una lunga indagine, i Carabinieri del Comando provinciale di Ravenna, in collaborazione con la Polizia fanese, sono riusciti prima ad identificare, poi ad arrestare l’ultimo degli indiziati (gli altri due complici, invece, erano finiti nelle maglie dei Carabinieri a Calcinelli, nella provincia di Pesaro e Urbino). Il trentanovenne, dopo una breve fuga a piedi seguita al pedinamento, e una colluttazione costata ad un agente cinque giorni di prognosi, è imputato, oltre che per l’omicidio di gennaio, di non ottemperanza al divieto di ingresso su suolo italiano (era stato forzatamente accompagnato a Tirana nel 2013), resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e ricettazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi