Teleromagna » 26 aprile 2018

Daily Archives: 26 aprile 2018

MILANO MARITTIMA: I big del giornalismo sfilano al premio 5 Stelle | VIDEO

MILANO MARITTIMA: I big del giornalismo sfilano al premio 5 Stelle | VIDEO Il 25 aprile è da 13 anni appuntamento fisso al Palace Hotel di Milano Marittima per il Premio 5 Stelle al giornalismo, con i riconoscimenti a chi si è maggiormente distinto nell’informazione italiana e internazionale. L’evento, ideato dal fondatore della nota catena di alberghi di lusso Antonio Batani, ha visto quest’anno premiati Paolo Liguori, direttore di TGCOM24, Andrea Montanari, direttore del TG1, Francesco Carrassi, direttore de La Nazione, Silvia Grilli, direttrice del settimanale Grazia, e Ute Muller, giornalista dell’agenzia tedesca DPA. Il riconoscimento dedicato a Batani è stato assegnato a Dino Amadori, presidente IOR e direttore scientifico emerito dell’IRST.

FORLÌ: Scontro tra due camion in autostrada, traffico bloccato

FORLÌ: Scontro tra due camion in autostrada, traffico bloccato Un incidente tra due mezzi pesanti si è verificato questa mattina lungo il tratto forlivese dell’autostrada A14 in direzione Bologna. I fatti sono avvenuti attorno alle 9 quando, per cause ancora da accertare, un bilico ha tamponato un autotreno finendo poi fuori strada. Ad avere la peggio è stato il conducente dell’autotreno che è stato trasferito all’ospedale di Faenza con codice di media gravità. Lo scontro tra i due mezzi ha causato poi un’altra serie di incidenti, con due macchine che hanno tamponato tra loro e una terza che ha forato passando sopra ad alcuni detriti ma, nonostante tutto, non si registrano feriti di grave entità. In questo momento il personale di servizio sta lavorando per ripristinare la situazione. Inevitabili i disagi per il traffico, con code e rallentamenti che si sono formati lungo tutto il tratto stradale.

FORLI’: In arrivo il 3° lotto della tangenziale, costo 75 milioni di euro | VIDEO

FORLI’: In arrivo il 3° lotto della tangenziale, costo 75 milioni di euro | VIDEO Ci sono voluti alcuni anni ma finalmente sta per arrivare  il progetto esecutivo. Il terzo lotto della tangenziale est di Forlì sarà lungo 3,6 chilometri e sarà composto di due carreggiate larghe 10,5 metri. Costo dell’operazione 75,6 milioni di euro, finanziati interamente da Anas. Per il completamento dell’opera ci vorranno circa 3 anni di lavori, che partiranno entro la fine del 2019. Per vedere questo progetto realizzato, il Comune è partito dalla riprogettazione lasciandola in capo alla Regione. Il progetto finale verrà consegnato al Comune il prossimo 2 giugno. Nel primo tratto è previsto un viadotto di 302 metri; in corrispondenza dell’intersezione tra l’asse della tangenziale est e quello di via del Partigiano è prevista una rotatoria di 40 metri di raggio. Lo svincolo migliorerà, inoltre, la viabilità da e verso l’Ospedale Pierantoni. Le procedure che porteranno alla cantierabilità dell’opera inizieranno entro la fine del 2019, per completare i lavori nel 2023.  Un’opera che, secondo l’amministrazione comunale, è fondamentale per la città, e servirà a smaltire il traffico in due quartieri periferici che negli ultimi anni sono molto cresciuti, ma soprattutto servirà a collegare direttamente all’ospedale.  La progettazione si basa su quella originaria del 2002, con l’aggiunta di tutte le nuove norme, soprattutto in materia di sicurezza, che rispetto a quel progetto iniziale hanno fatto aumentare il costo complessivo dell’opera. Quando sarà completato  questo ultimo tratto, il sistema “tangenziale di Forlì” sarà costato circa di 304 milioni di euro per un totale di 18 chilometri .  

ROMA: In arrivo un risarcimento per i piccoli azionisti di alcune banche fallite | VIDEO

ROMA: In arrivo un risarcimento per i piccoli azionisti di alcune banche fallite | VIDEO  E' in dirittura d'arrivo il decreto attuativo per far partire il fondo di ristoro delle vittime di reati finanziari previsto dalla legge di bilancio. Il Fondo, inserito nella manovra durante l'iter parlamentare, prevede una dotazione di 100 milioni di euro in quattro anni – dal 2018 al 2021 – e sarà finanziato attraverso il Fondo interbancario di garanzia e il Fondo dei conti dormienti. Secondo quanto stabilito, potranno accedervi i risparmiatori – senza distinzione tra obbligazionisti e azionisti – delle ex-banche popolari venete (Veneto Banca e Popolare Vicenza) e delle quattro banche poste in liquidazione (CariChieti, Banca Etruria, CariFerrara e Banca Marche) che sono stati vittime di un danno "ingiusto". Il riconoscimento del danno potrà arrivare attraverso con una sentenza del giudice o attraverso il ricorso alla Camera arbitrale dell'Anac. Il decreto, che il governo intende emanare nonostante la fase conclusiva della sua attività, è necessario per definire i criteri di accesso ai ristori, le modalità di erogazione e l'entità dei rimborsi. L'idea di base espressa dal sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, è quella di non inserire troppi vincoli, per consentire a chiunque di presentare domanda e dimostrare di aver subito un danno ingiusto. Sarà poi l'arbitro dell'Anac a valutare la possibilità di rimborso sulla base del danno accertato. A breve dovrebbe arrivare inoltre il decreto di Mise e Mef per rendere operative le agevolazioni fiscali per le piccole e medie imprese che intendono quotarsi in Borsa. Il testo, messo a punto dal ministero dello Sviluppo economico, è stato firmato dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ed è ripassato quindi al Mise per l'emanazione che potrebbe arrivare nel giro di una settimana.

BOLOGNA: Cartello al collo del rettore, tredici attivisti condannati

BOLOGNA: Cartello al collo del rettore, tredici attivisti condannati Sono tredici le condanne stabilite dal giudice del Tribunale di Bologna, Luisa Raimondi, nei confronti di altrettanti attivisti del Cua, il Collettivo autonomo universitario, che il 27 novembre 2012 fecero irruzione nel rettorato di via Zamboni, quando alcuni di loro costrinsero con violenza il rettore Ivano Dionigi a indossare un cartello con la scritta “Ivano Dionigi non vuole mettere i soldi”. I tre autori del gesto sono stati condannati ad una pena di un anno e sei mesi, come chiesto dal pm Antonello Gustapane, mentre per gli altri è arrivata una condanna a 10 mesi (la richiesta della Procura in questo caso era di 1 anno e 2 mesi). Gli imputati dovevano rispondere, a vario titolo, di violenza privata e oltraggio, interruzione di pubblico servizio, manifestazione non autorizzata e imbrattamento.

RIMINI: Diritti, registrate 60 unioni civili dalla entrata in vigore della legge

RIMINI: Diritti, registrate 60 unioni civili dalla entrata in vigore della legge Dall’entrata in vigore della legge Cirinnà nel maggio del 2016, sono state 60 le unioni civili registrate nel Comune di Rimini. La disciplina che per la prima volta riconosce valore giuridico alle coppie formate da persone dello stesso sesso vede qui un incremento del suo impiego. Secondo i dati del Comune, le unioni civili sono le uniche tipologie di convivenza in crescita, vista la continua diminuzione dei matrimoni, specie quelli religiosi. Questi ultimi sono stati 130 a Rimini nel corso del 2017. Sempre sul fronte delle coppie innamorate, l’amministrazione comunale ha di recente lanciato una campagna promozionale dedicata al turismo matrimoniale con cui si invitano coppie da tutta Italia e dall’estero a venire a celebrare il proprio matrimonio o la propria unione in alcuni luoghi simbolo della città come Castel Sismondo, il Teatro Galli, il Grand Hotel e la Casa dei Matrimoni in spiaggia. Un’iniziativa dunque dedicata anche alle coppie omosessuali. Sul fronte dei diritti civili, la città registra anche le prime richieste di testamento biologico dopo l’entrata in vigore ad inizio 2018 della normativa sulla cosiddetta “dichiarazione anticipata di trattamento”. Quella con cui si rende nota la propria volontà circa a quali terapie si vuole rinunciare in previsione di una eventuale futura incapacità di esprimersi. 16 le dichiarazione ricevute nei primi mesi dell’anno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi