Teleromagna » 20 giugno 2018

Daily Archives: 20 giugno 2018

TG SERA del 20/06/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

20/06/2018 A TUTTA BICI

Una puntata dai tanti argomenti, trattati grazie ad ospiti preparati e sempre proiettati al futuro. Graziano Prantoni, Direttore Generale Gruppo Monti Salute Più. Jason Crowe, Product Manager Italia Polar. Rino Sarpieri, Christian Zamagni e Gianluca Maffi della Fiumicinese Fait Adriatica, con le squadre Giovanissimi ed Allievi. Gianluca Barbieri ed Erio Briccolani, per la Gf Terre del Sangiovese Mtb. Ed Ivano Ognibene di Promosport, con le gare di Poppi e Matelica.

 

Tg Sport del 20/06/18

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RAVENNA: Dopo 31 anni la Procura riapre il caso Minguzzi

RAVENNA: Dopo 31 anni la Procura riapre il caso Minguzzi Giovane rapito e ucciso, era studente e carabiniere di leva   La Procura ravennate dopo 31 anni ha riaperto il fascicolo della morte di Pier Paolo Minguzzi, 21enne di Alfonsine (Ravenna), studente universitario e carabiniere di leva alla stazione di Mesola (Ferrara), sequestrato il 21 aprile 1987 mentre stava rincasando e probabilmente ucciso quasi subito. Non è escluso che il cadavere possa essere riesumato per essere analizzato alla luce delle nuove tecniche scientifiche. Anche altri reperti del fascicolo – a suo tempo aperto contro ignoti – potrebbero essere vagliati dalla polizia, impegnata con la Squadra mobile e con la Scientifica. Minguzzi, sequestrato verso l'una di notte, fu portato in una stalla abbandonata di Vaccolino, nel Ferrarese, dove fu ammazzato per poi essere gettato nel vicino Po di Volano, dopo essere stato legato a una massiccia grata sradicata dall'edificio. Il corpo riaffiorò la mattina del primo maggio. Più di recente i familiari del defunto hanno presentato un esposto dopo avere incaricato due legali e un investigatore privato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi