Teleromagna » 24 settembre 2018

Daily Archives: 24 settembre 2018

TG SERA del 24/09/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

RAVENNA: Bancarotta fraudolenta, Musca condannato a 10 anni e 6 mesi | FOTO

RAVENNA: Bancarotta fraudolenta, Musca condannato a 10 anni e 6 mesi | FOTO Dieci anni e sei mesi per l’imprenditore Giuseppe Musca, 8 anni per la moglie Susy Ghiselli, assolto il figlio Nicola. Questo è quanto deciso in primo grado dal Tribunale di Ravenna lunedì pomeriggio nel processo che vede l’ex vicesindaco della città e i famigliari accusati di bancarotta fraudolenta. Rispettivamente 15, 13 e 7 gli anni di carcere che erano stati chiesti della Procura per i tre imputati nell’ambito dell’inchiesta Holiday out condotta dalla Finanza e coordinata da Alessandro Mancini. Nel 2016 l’indagine ha portato al sequestro del Grand Hotel Mattei, amministrato dal figlio di Musca, e di otto appartamenti a Bagnacavallo della società “Gruppo Gestione Immobili srl”. Secondo la Finanza la famiglia avrebbe gestito una serie di fusioni, scissioni, cessioni ed aveva fatto fallire diverse società con una distrazione di denaro arrivata a 32 milioni di euro.

Tg Sport del 24/09/18

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Ex dipendenti aeroporto non reintegrati, UIL “Airiminum ci riceva” | VIDEO

RIMINI: Ex dipendenti aeroporto non reintegrati, UIL “Airiminum ci riceva” | VIDEO Dura stoccata da parte della UIL nei confronti dell’aeroporto di Rimini e delle istituzioni locali. Secondo il sindacato “Nessuno ha a cuore le sorti degli ex dipendenti dello scalo”. Alcuni di questi dall’anno prossimo non avranno più ammortizzatori sociali né lavoro. Spiega il segretario generale Giuseppina Morolli: "Sebbene la nuova società assegnataria della gestione AIRIMINUM anteriormente alla riapertura dello scalo avesse lasciato intendere il mantenimento dei livelli occupazionali pre fallimento, a fronte di un traffico contenuto (inferiori anche a quello registrato in fase di esercizio provvisorio), ha optato per una politica di assunzioni selettiva, a loro discrezione". E ancora: "Chiediamo a tutte le autorità del nostro territorio che i tanti protocolli sottoscritti dalla politica vengano mantenuti, chiediamo l’intervento urgente e l’apertura di un tavolo da parte della Regione, della Provincia per definire un piano di ricognizione dei lavoratori circa 40 persone, ex lavoratori di Aeradria S.p.A., ad oggi sono ancora in cerca di una ricollocazione, quand’anche esista una legislazione di tutela, che se applicata avrebbe conseguito il duplice vantaggio di reimmettere personale formato in ambito produttivo, sopperendo nel contempo a carenze dove presenti, che sono stati  esclusi dalla nuova società e visto che la regione si è spesa per investimenti pubblici sull’aeroporto prima pensi alla ricollocazione degli  ex dipendenti. È amaro constatare ancora una volta, seppur frequente in questo Paese, che, a pagare il conto più salato sono sempre i soliti noti. In questo caso gli ex dipendenti di Aeradria".  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi