Teleromagna » 25 settembre 2018

Daily Archives: 25 settembre 2018

TG SERA del 25/09/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

BOLOGNA: Sedicenne trovato morto, minorenne confessa omicidio

BOLOGNA: Sedicenne trovato morto, minorenne confessa omicidio Un minorenne ha confessato nel corso di un interrogatorio l'omicidio di Giuseppe Balboni, il sedicenne trovato morto in un pozzo a Tiola di Castello di Serravalle, nel Bolognese. La Procura per i minorenni di Bologna emetterà un provvedimento di fermo con l'accusa di omicidio. Pare che l'omicida abbia utilizzato la pistola del padre. Il giovane era scomparso dalla mattina di lunedì 17 settembre, quando avrebbe dovuto iniziare la scuola in un istituto tecnico di Bologna e quando invece non è più tornato a casa a Zocca, nel Modenese. Diversi minorenni, amici o conoscenti della vittima, sono stati sentiti dagli investigatori. Secondo informazioni raccolte, ma non confermate, durante la giornata è stato interrogato a lungo soprattutto un conoscente del sedicenne, su cui si punterebbero i maggiori sospetti. Altri amici di Giuseppe, che hanno lasciato un mazzo di fiori gialli per ricordarlo nei pressi del luogo dove è stato recuperato il corpo, hanno parlato in maniera piuttosto esplicita delle sue cattive frequentazioni, del coinvolgimento in giri strani, forse anche con ragazzi più grandi. Pare che lunedì 17 Giuseppe avesse un appuntamento con un coetaneo per colazione, proprio nella zona di Tiola, o almeno così aveva detto ai genitori, prima di sparire. Per cercarlo c'era stato un importante dispiegamento di forze, con in campo le prefetture di Modena e Bologna che hanno seguito il lavoro di squadre di vigili del fuoco, carabinieri, polizia municipale del Comune di Valsamoggia. Il cadavere, portato via intorno alle 16.30, è stato trovato in mattinata e le sue condizioni hanno fatto pensare subito a un omicidio. Dalle prime informazioni dell'ispezione del medico legale sono emerse un paio di ferite compatibili con colpi d'arma da fuoco. Del recupero, complesso e prolungato visto che il pozzo aveva un'apertura molto piccola, si sono occupati i sommozzatori di Bologna, anche loro coinvolti negli otto giorni di ricerca in questa zona di vigneti, fitti boschi e casolari isolati.

Tg Sport del 25/09/18

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

BOLOGNA: Ritrovato morto il 16enne scomparso, ipotesi omicidio

BOLOGNA: Ritrovato morto il 16enne scomparso, ipotesi omicidio Il cadavere nel Bolognese, caso seguito da Pm minorenni E' stato ritrovato morto a Castello di Serravalle, nel Bolognese, in località Tiola, il sedicenne Giuseppe Balboni, residente a Zocca, nel Modenese e scomparso da lunedì. Il suo corpo è stato rinvenuto in un pozzo. Indagano i carabinieri sull'ipotesi di omicidio e il caso è seguito anche dalla procura per i minorenni guidata da Silvia Marzocchi. Il ragazzo era scomparso da lunedì 17 settembre e impegnati nelle ricerche erano i carabinieri e i vigili del fuoco. All'alba di lunedì mattina era uscito di casa e da allora non si avevano più sue notizie. Era stato ritrovato il suo scooter Phantom F12 rosso, in sella al quale si era allontanato, proprio a Castello di Serravalle, in provincia di Bologna. Il mezzo era nei pressi di una fontana, coperto da foglie. I genitori avevano fornito informazioni lanciando un appello per ritrovare il ragazzo anche sui social. Della scomparsa del 16enne si era occupata anche la trasmissione della Rai "Chi l'ha visto".

IMOLA: Sponsorizzazioni fasulle, legali Andrea Costa “Società estranea ai fatti”

IMOLA: Sponsorizzazioni fasulle, legali Andrea Costa “Società estranea ai fatti” In merito all’inchiesta portata avanti dalla Guardia di Finanza, che ha scovato un presunto giro di sponsorizzazioni fasulle a favore di una società di pallacanestro di Imola e una di Parma, gli avvocati dell’Andrea Costa – Guido Magnisi e Edore Campagnoli – scrivono una nota in cui precisano l’estraneità della società di basket imolese ai fatti. Ecco il comunicato apparso sul sito della società. “Con riferimento alle notizie di stampa apparse, quali difensori di Gian Piero Domenicali vogliamo evidenziare che già in tutte le sedi tributarie l’Andrea Costa Imola Basket SSDARL ha contestato ogni addebito inerente la presunta evasione fiscale. Tant’è che la stessa Procura di Bologna non ha elevato alcuna accusa di responsabilità amministrativa a carico della società ai sensi della legge 231/2001. Pertanto la società risulta totalmente estranea e come potenziale danneggiata valuterà nel prosieguo anche un’eventuale costituzione di parte civile nei confronti di chiunque verrà ritenuto responsabile. L’assoluto non coinvolgimento dell’Andrea Costa nel processo penale consentirà alla stessa di svolgere serenamente il campionato alle porte. Vogliamo aggiungere per quanto riguarda il nostro assistito Gian Piero Domenicali il suo grande stupore nel trovarsi coinvolto con persone e società a lui del tutto sconosciute: tanto più che le sponsorizzazioni dell’Andrea Costa sono tutte reali, ed è affidata a più agenzie la diffusione dell’immagine della società stessa. E’ ovviamente, lo stesso Domenicali, del tutto estraneo al presunto sodalizio criminale, al quale sodalizio sarebbe riferibile, come da comunicato della Guardia di Finanza, eventualmente il giro di fatture per oltre 75 milioni di euro: sin da ora vogliamo chiarire che nel capo di imputazione Domenicali viene coinvolto in un’evasione nel corso degli anni di un importo presuntivamente al più superiore del 20 per cento all’effettivo importo contrattuale annuo della sponsorizzazione ammontante ad euro 250.000 . L’altro imolese coinvolto nell’operazione, e da noi assistito, è Tullio Chiocciola, speaker storico dell’Andrea Costa. Si tratta comunque di una posizione del tutto marginale, che confidiamo al più presto di chiarire”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi