Teleromagna » 1 ottobre 2018

Daily Archives: 1 ottobre 2018

TG SERA del 01/10/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

RAVENNA: Incendio in palazzina a Godo, salvata 92enne | FOTO

RAVENNA: Incendio in palazzina a Godo, salvata 92enne | FOTO Poco prima delle 17 di lunedì sono giunte diverse chiamate ai vigili del fuoco di Ravenna per segnalare del fumo che usciva da una palazzina a Godo di Russi, nel ravennate. Una squadra dei pompieri, insieme all'ambulanza del 118, si è recata sul posto constatando che l'incendio era divampato in un garage ripostiglio della struttura. I presenti hanno segnalato ai vigili del fuoco la presenza di una 92enne, bloccata nel proprio appartamento, a causa del fumo che aveva avvolto la tromba delle scale. I pompieri sono saliti ed hanno tratto in salvo l'anziana, che fortunatamente non ha riportato danni seri dall'inalazione di fumo ed è stata portata al pronto soccorso per gli accertamenti. Salvato anche un cane che era in un appartamento all'ultimo piano della palazzina. L'incendio è stato domato velocemente ma i vigili del fuoco, intervenuti da Ravenna e Lugo con diversi mezzi, comprese autobotte e autoscale, sono ancora all'opera per la messa in sicurezza dello stabile che è stato dichiarato inagibile. Le cause del rogo sono ora al vaglio dei carabinieri e dei tecnici dei vigili del fuoco Nel video le immagini del salvataggio

RIMINI: Molestie a studentesse, bidello 52enne rinviato a giudizio

RIMINI: Molestie a studentesse, bidello 52enne rinviato a giudizio È stato rinviato a giudizio per aver molestato due studentesse, un bidello di 52 anni di una scuola nel Riminese, accusato di violenza sessuale, aggravata dal luogo dove sarebbero avvenute le molestie e dal proprio ruolo, adescamento di minori e minacce. Lo riportano i quotidiani locali. Il processo è stato fissato per il 15 gennaio per fatti avvenuti tra ottobre 2015 e aprile 2017, anni nei quali le presunte vittime frequentavano un istituto professionale legato a un'associazione. Secondo le accuse l'uomo avrebbe adescato una delle ragazzine mostrandole una foto che lo ritraeva in slip e durante la ricreazione, avrebbe approfittato per molestare alcune studentesse

Tg Sport del 01/10/18

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

BOLOGNA: 16enne ucciso, ‘omicida è pentito, è molto scosso’

BOLOGNA: 16enne ucciso, 'omicida è pentito, è molto scosso' Il legale, 'vuole pagare, tornasse indietro non lo rifarebbe' "E' molto scosso, vuole pagare per quello che ha fatto e se potesse tornare indietro non lo rifarebbe". E' quanto ha raccontato l'avv.Pietro Gabriele, uno dei difensori del 16enne reo confesso dell'omicidio del coetaneo Giuseppe Balboni, trovato morto la scorsa settimana in un pozzo a Castello di Serravalle. Il legale, con la collega Icilia Leoni, ha incontrato i cronisti davanti all'istituto penale minorile dove il ragazzo è rinchiuso. "Non si rende ancora conto di quello che rischia – ha detto Gabriele – ce lo ha chiesto ma non glielo abbiamo voluto dire, non è il momento". Confermata la ricostruzione fatta dal ragazzo, che ha detto di avere sparato per difesa: "Ha sostenuto di avere reagito e questa versione trova riscontri, l'unico riscontro che manca è il ritrovamento del coltello".  Il legale ha parlato di una "gravità indiziaria granitica" aggiungendo che la difesa non chiederà il riesame contro la misura cautelare, "sarebbe solo un modo per incattivire il procedimento e sarebbe inutile". A quanto risulta il 16enne non ha chiesto di incontrare i familiari della vittima: "è poco più che un bambino, non ha le spalle per tirar fuori certe volontà." "Esprimiamo tutto il nostro dolore e dispiacere alla famiglia Balboni, e chiediamo ai giornalisti di rispettare il nostro dolore e la nostra privacy". Lo scrivono, in una breve lettera affidata ai legali, i genitori del 16enne reo confesso dell'omicidio del coetaneo Giuseppe Balboni. La lettera è stata letta ai cronisti davanti all'istituto penale minorile di via del Pratello, dove il ragazzo è rinchiuso. "Quello che è accaduto è di una gravità inenarrabile – si legge – e ha sconvolto due famiglie. Alla nostra è stato portato via un figlio per motivi di giustizia e questo è molto duro per due genitori. Ma è altrettanto terribile quello che vive l'altra famiglia, cui è stato portato via una giovane ragazzo per sempre".

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi