Teleromagna » 18 ottobre 2018

Daily Archives: 18 ottobre 2018

TG SERA del 18/10/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

RAVENNA: Il corpo di Lukas Venturi trovato impiccato a Lido di Dante | FOTO

RAVENNA: Il corpo di Lukas Venturi trovato impiccato a Lido di Dante | FOTO Terminano purtroppo nel peggiore dei modi le ricerche di Lukas Venturi, il 24enne ravennate di cui non si avevano più notizie da mercoledì. Il suo corpo è stato rinvenuto questo pomeriggio nella pineta Ramazzotti a Lido di Dante, nel tratto verso la foce del fiume Bevano. Il ragazzo si sarebbe suicidato impiccandosi, il suo corpo è stato trovato appeso ad una corda. Sulla vicenda indaga la squadra mobile, ma pare abbastanza scontato il gesto volontario. Il ragazzo, studente universitario a Milano, era in procinto di laurearsi. Ulteriori informazioni in seguito

RIMINI: ‘Permessi irregolari’, assolti due sindacalisti Uil

RIMINI: 'Permessi irregolari', assolti due sindacalisti Uil Assolti perché il fatto non costituisce reato i due sindacalisti della Uil-Fpl di Rimini, Nicoletta Perno, segretario generale e Vito Nicola Lombardo, segretario organizzativo, entrambi a giudizio per truffa aggravata e continuata in danno di Ente pubblico e falso, dopo un esposto presentato nel 2012 alla Procura della repubblica dall'allora dirigente dell'Asl, Marcello Tonini. Oggi la decisione in giudizio abbreviato, dove i due sindacalisti assistiti dall'avvocato penalista Marco Ferri e dal giuslavorista, avvocato Mario Erbetta, sono stati assolti con formula piena. Stando alla richiesta di rinvio a giudizio del pm Luca Bertuzzi, Lombardo, coordinatore infermieristico del reparto di Ortopedia dell'ospedale di Riccione e poi di Rimini, "reiteratamente restava assente dal posto di lavoro e usufruiva di permessi sindacali retribuiti per tali assenze". Perno, invece, attraverso false certificazioni in qualità di segretario generale nonché moglie di Lombardi, avrebbe attestato la partecipazione del marito alle riunioni sindacali. Dopo sei anni di indagini affidate ai carabinieri, con diverse proroghe, pedinamenti e un gps per localizzare gli spostamenti dei sindacalisti, la sentenza ha confermato ciò che già l'ordinanza del gip nel 2014, con cui si respingeva la richiesta del pm di interdizione cautelare dei due indagati dai propri uffici, aveva accertato. Ossia che "i permessi sindacali dei rappresentati Uil erano stati usufruiti con le stesse modalità di altri organismi sindacali per i quali invece nulla è stato verificato dalla dirigenza Asl".

ROMA: Fondi bandi periferie, il Governo trova l’accordo coi Comuni

ROMA: Fondi bandi periferie, il Governo trova l'accordo coi Comuni "È una notizia positiva che il Governo abbia annunciato il ripristino dei fondi per le periferie, inopinatamente cancellati col decreto Milleproroghe un mese e mezzo fa". Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha espresso la sua soddisfazione per l'accordo raggiunto tra Governo e Comuni sulle risorse destinate ai Comuni per la riqualificazione delle periferie.  Martedì Bonaccini aveva preannunciato un ricorso alla Consulta in caso di mancato sblocco: "se il Governo darà corso all'impegno assunto in queste ore – ha detto – noi desisteremo dal ricorso. Non ci interessa il conflitto, anzi: pretendiamo solo che gli impregni assunti siano rispettati e che i 120 milioni per i progetti di riqualificazione delle periferie delle città dell'Emilia-Romagna arrivino nei tempi concordati coi sindaci". In Emilia-Romagna, i progetti e i cantieri già previsti dai Comuni con i fondi stanziati per le periferie prevedono 18 milioni per Bologna, 17 per Reggio-Emilia, 17 per Parma, otto per Piacenza, 18 per Ferrara, 12 per Ravenna, otto per Forlì, 1,8 per Cesena e 18 per Rimini.   SODDISFATTO ANCHE IL SINDACO DI BOLOGNA "Una buona notizia nel caos quotidiano di questo Governo. Grazie alla tenacia dei sindaci, dell'Anci e delle Regioni è stato raggiunto l'accordo tra Governo e Comuni per riattivare il miliardo e 600 milioni di investimenti sulle periferie delle città italiane, che il decreto Milleproroghe aveva scelleratamente congelato. Vigileremo affinché non ci siano ancora sorprese e perché il ripristino dei finanziamenti resti tale". Lo ha detto il sindaco di Bologna Virginio Merola. "Il Comune di Bologna – ha ricordato – ha già pronti, fin dallo scorso agosto, tutti i progetti e siamo in grado di fare partire immediatamente tutte le gare per realizzare le opere previste con i 18 milioni del Piano periferie attese dai cittadini, a cominciare dalla nuova caserma dei carabinieri al Pilastro e dall'intervento della Cineteca all'ex parcheggio Giuriolo". 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi