Teleromagna » 2 novembre 2018

Daily Archives: 2 novembre 2018

PING PONG CRESCETE E MOLTIPLICATEVI del 11/10/2018

Il detto Evangelico “Crescete e moltiplicatevi” diventa il titolo, l’argomento e la traccia del Ping-Pong. Il 25 luglio 1978 (40 anni fa) la nascita di Louise Brown, in Inghilterra, segna l’inizio della Procreazione tecnologica, medico scientifica. I temi sottostanti al titolo sono di divisiva e scottante attualità, e sono considerati aspetti di carattere civile e sociale. Ultimamente, il Governo Francese si appresta a rivedere la legge sulla bioetica e, contemporaneamente la CEF (Conferenza Episcopale Francese) sta apportando un suo documento. In Italia, il confronto e il dibattito tra scuole di pensiero ed aspetti medici – scientifici – giuridici ed antropologici, procede o non procede, a strappi. I temi della vita, della procreazione, dell’inseminazione, del cosiddetto “utero in affitto”, degli aspetti clinici, coinvolgono l’umanità. Specialisti, professionisti e studiosi della materia, da punti di vista diversi, aiuteranno il pubblico degli spettatori, possibilmente rifuggendo da ideologismi e pregiudizi, a “farsi un’idea”.

CESENA: Nuovo ospedale, l’obiettivo è terminare i lavori nel 2025 | VIDEO

CESENA: Nuovo ospedale, l’obiettivo è terminare i lavori nel 2025 | VIDEO Lo stato finanzierà per intero la costruzione del nuovo ospedale di Cesena. Questa l’annuncio fatto dall’assessore alla sanità Sergio Venturi che ha colto di sorpresa le 500 persone invitate alla festa per i 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale. Un argomento, quello dei fondi per il nuovo Bufalini, di cui si era molto discusso negli scorsi mesi, con il nuovo governo che sembrava intenzionato a mettere i bastoni tra le ruote tagliando i finanziamenti previsti da Roma, motivo per cui dalla Regione e Ausl Romagna si erano preparati a mettere di tasca loro i 160 milioni previsti per i lavori. A questo punto la palla passa all’amministrazione comunale che ha già fissato l’agenda. Individuato il terreno, di proprietà pubblica e che si trova nella zona di villa chiaviche, si sta ora lavorando al progetto di fattibilità. Una volta terminata questa fase preliminare si passerà alla progettazione vera e propria, per la quale la regione ha già messo a disposizione 12 milioni di euro, e alla pubblicazione del bando europeo per individuare lo studio a cui affidare i lavori. Lavori che dovrebbero prendere il via entro la fine del 2019 per poi concludersi, spiega il sindaco Lucchi, nel 2025.

ROMAGNA: Processo Aemilia, condannato a 37 anni barista di Riccione | VIDEO

ROMAGNA: Processo Aemilia, condannato a 37 anni barista di Riccione | VIDEO Anche la Riviera romagnola è stata lambita dall’inchiesta del maxi processo Aemilia. “La criminalità organizzata è ben radicata da anni in Emilia-Romagna e ora nessuno può più chiudere gli occhi”. È quanto hanno detto in coro associazioni ed esponenti delle istituzioni emiliano-romagnole dopo la lettura della sentenza di primo grado di mercoledì. E se gli affari sporchi hanno avuto l’epicentro nella parte alta della regione, secondo la ricostruzione dei magistrati di Reggio-Emilia c’era chi, legato a una cosca della ‘ndrangheta, andava a pulire i soldi delle attività illecite nella frequentata costa, attraverso l’impiego di esercizi commerciali. Per i giudici, con questo intento il calabrese Michele Bolognino avrebbe gestito a Riccione, insieme al fratello Francesco, un bar-tabacchi e una pasticceria. Sono due i filoni d’inchiesta che hanno riguardato il primo dei fratelli, per i quali è stato condannato in totale, sempre in primo grado, a 37 anni di carcere. Al secondo è stata invece esclusa l’associazione mafiosa: la sua pena si ferma a 6 anni e 10 mesi. Assolti gli imprenditori del circondario riminese che erano entrati in affari con i fratelli calabresi. Per loro è “la fine di un incubo” dato che avevano sempre affermato di essere ignari dell’attività dei Bolognino finita sotto accusa, e che non avevano l’intenzione di favorire il radicamento mafioso sul territorio. Con 120 condanne e 1.223 anni di carcere inflitti con la sentenza di mercoledì, si è squarciato anche in Emilia-Romagna il velo dell’indifferenza sulla presenza delle mafie.

RIMINI: Investita fuori dalla discoteca, il conducente non si ferma

RIMINI: Investita fuori dalla discoteca, il conducente non si ferma Una ragazza di 21 anni, mentre usciva dalla discoteca la notte di Halloween, è stata investita da un’auto che invece di fermarsi per soccorrerla ha tirato dritto. La giovane, di origini marchigiane, si trovava in riviera con gli amici per trascorrere la serata. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 che l’hanno stabilizzata e trasportata in ospedale dove, nonostante le siano state riscontrate serie contusioni, non è in pericolo di vita. Il luogo dell’incidente è stato raggiunto anche dai carabinieri che stanno cercando di individuare l’auto e il conducente autori dell’investimento.   

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi