Teleromagna » 16 novembre 2018

Daily Archives: 16 novembre 2018

TG SERA del 16/11/2018

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

RAVENNA: Auto nel fosso, trauma cranico per una bimba di due anni e mezzo | FOTO

RAVENNA: Auto nel fosso, trauma cranico per una bimba di due anni e mezzo | FOTO Paura nel pomeriggio sulla statale Adriatica, tra l'A14-bis e Camerlona. Poco prima delle 15 una 29enne ha perso il controllo della propria auto con a bordo i due figli piccoli ed è finita nel fosso accanto alla carreggiata. La bimba di due anni e mezzo ha riportato un trauma cranico ed è stata trasportata in elimedica con un codice di massima gravità all’ospedale Bufalini di Cesena. L’altro bambino di circa un anno e la donna hanno riportato ferite lievi. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 con due ambulanze, chiamati da altri automobilisti che hanno prestato immediato soccorso ai feriti. Sul luogo del sinistro sono arrivati anche i vigili del fuoco di Ravenna e la polizia Stradale di Faenza, che sta indagando sull’omologazione dei seggiolini su cui viaggiavano i bambini. La strada è stata parzialmente chiusa con circolazione a senso unico alternato.

Tg Sport del 16/11/18

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Violenze su Olga e Gessica, condanne ridotte in appello per i due imputati | VIDEO

RIMINI: Violenze su Olga e Gessica, condanne ridotte in appello per i due imputati | VIDEO Condanne ammorbidite in appello per due uomini ritenuti responsabili dai giudici della Corte d’assise di Bologna in due casi di violenza sulle donne avvenuti in tempi recenti nel riminese. Il più grave, l’omicidio di Olga Matei, la 46enne moldava strangolata a Riccione il 6 ottobre del 2016 da un uomo che conosceva bene, Michele Castaldo, operaio 56enne di origini campane, trapiantato nel cesenate, che per un breve periodo ha frequentato la donna. Per lui la pena è stata quasi dimezzata, passando dai trent’anni, voluti in primo grado dal Tribunale di Rimini, ai 16 anni inflitti da Bologna. L’imputato incensurato, che ha subito confessato il delitto, ha visto cadere l’aggravante dei futili motivi e gli sono state concesse le attenuanti generiche. Che cosa ha portato i giudici ad optare per una riduzione di pena così consistente per un omicidio volontario? Solo le motivazioni della sentenza, ancora non depositate, potranno rivelarlo. Edson Tavares, il 29enne di origini capoverdiane, ritenuto il responsabile dell’aggressione con acido ai danni della ex fidanzata Gessica Notaro avvenuta il 10 gennaio 2017, si è visto invece levare un anno dalla sua condanna di primo grado. Il giovane dovrà scontare in carcere 15 anni e non più 18. In primo grado Tavares ha visto assommarsi le condanne di due processi diversi: quello per l’acido e quello per lo stalking. In appello i suoi legali hanno ottenuto l’unificazione dei due procedimenti. Riconosciuta la continuazione del reato, la pena è stata perciò scontata. Fatto questo che preoccupa la difesa. Tavares si è sempre ritenuto innocente, ma Gessica Notaro ha commentato la sentenza dicendosi preoccupata per quando il 29enne uscirà di prigione, ma si è detta comunque soddisfatta per l’esito.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi