Teleromagna » 14 febbraio 2019

Daily Archives: 14 febbraio 2019

ROMAGNA: E45 riaperta ai mezzi leggeri ma la Regione chiede ammortizzatori sociali | VIDEO

ROMAGNA: E45 riaperta ai mezzi leggeri ma la Regione chiede ammortizzatori sociali | VIDEO C'è parziale soddisfazione per la riapertura della E45, nel tratto tra Romagna e Toscana, per chi lavora proprio nel tratto prossimo al viadotto Puleto.  L'arteria è stata interdetta ad ogni tipo di mezzo per quasi un mese e dopo l'apertura del 13 febbraio, possono transitare mezzi con massa a pieno carico inferiore alle 3,5 tonnellate e rimangono invece valide le deviazioni sui percorsi alternativi già utilizzati, ovvero le autostrade A1 ed A14. Intanto dalla Regione Emilia-Romagna è arrivata per il Governo la richiesta di attivazione immediata degli ammortizzatori sociali per i lavoratori delle aziende danneggiate dalla chiusura. La richiesta è di otto milioni di euro , necessari all'integrazione del reddito dei lavoratori di tutte le imprese colpite. Danno sottolineato anche dal sindaco di Verghereto.

RAVENNA: Niente sciopero alla Cmc, trovato l’accordo tra sindacati e azienda | VIDEO

RAVENNA: Niente sciopero alla Cmc, trovato l’accordo tra sindacati e azienda | VIDEO Nuovo capitolo per il caso Cmc. I sindacati confederali hanno annullato sia lo sciopero di quattro ore previsto per il pomeriggio del 14 febbraio, sia il presidio che era stato annunciato davanti alla sede della cooperativa, in via Trieste a Ravenna. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil sono riusciti, in extremis, a trovare un accordo con i vertici dell’azienda, in particolare sulla gestione della cassa integrazione straordinaria. Stando all’intesa raggiunta a poche ore dalla mobilitazione, anche la maturazione dei ratei ferie e la 13esima e 14esima mensilità saranno oggetto di un confronto costante tra Cmc e sindacati.  

FERRARA: Il calcio entra in carcere, partito il nuovo progetto | VIDEO

FERRARA: Il calcio entra in carcere, partito il nuovo progetto | VIDEO Sfruttare un gioco di squadra come il calcio per contribuire alla rieducazione dei carcerati. È questo l’obiettivo del progetto, che ha preso il via alcuni giorni fa nella casa circondariale di Ferrara. Trentuno i detenuti che fino a giugno potranno partecipare ai due allenamenti settimanali. Imparare a stare insieme praticando uno sport di squadra non è l’unica iniziativa dalla struttura detentiva Ferrarese, che nonostante alcune difficoltà a cui deve fare fronte, come numerosi penitenziari italiani, è molto attenta al fattore rieducazione.  

IMOLA: Nuova frattura tra Formula Imola e Comune, questa volta il tema è il rumore | VIDEO

IMOLA: Nuova frattura tra Formula Imola e Comune, questa volta il tema è il rumore | VIDEO Neanche il tempo di digerire l’annuncio da parte del marchio Dekra di voler recedere dalla sponsorizzazione della torre dell’Autodromo che sui rapporti tra il circuito imolese e l’amministrazione comunale arriva un’altra tegola: l’abbandono del tavolo tecnico sul rumore da parte di Formula Imola e l’intenzione di recedere dall’attuale protocollo operativo. Alla base di questa presa di posizione, spiega una nota di Formula Imola, c’è una totale mancanza di una logica di collaborazione da parte istituzionale, emersa dalla lettura della bozza del nuovo protocollo operativo dal carattere impositivo e sanzionatorio sottoposta alla firma del gestore da parte del Comune di Imola, che comporterebbe una preclusione di fatto dell’attività caratteristica dell’autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari a livello degno di un impianto internazionale; nonché l’impossibilità di raggiungere i risultati previsti dalla legge Madia in riferimento alle società partecipate pubbliche se non a pesante scapito degli eventi sportivi più rinomati quali mondiale Superbike, mondiale MXGP, Ferrari Challenge, Minardi Day, 200 Miglia Revival. In sostanza, l’Amministrazione comunale ha deciso di non tenere conto delle indicazioni fornite dal gestore nel corso dei lavori del tavolo, non ritenendo necessari gli interventi di mitigazione acustica passiva (barriere anti-rumore) previsti nell’ambito del piano di risanamento acustico che davano attuazione all’attuale protocollo operativo e al sistema di rilevazione fonometrica”. Dure le parole del presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense che ha parlato di “ennesima presa di posizione dell’assessorato all’Autodromo nei confronti dell’attuale gestione del circuito, che appare, se non nell’intenzione, nei fatti, contraria a logiche di economicità e di promozione internazionale dell’impianto. Mi auguro – ha proseguito il numero uno di Formula Imola – che l’Amministrazione Comunale riveda in manierasostanziale la sua posizione, riaprendo le porte. Sulla questione è attesa una risposta da parte dell’amministrazione comunale che si era invece già espressa sulle polemiche conseguenti all’abbandono di Dekra, definendo inaccettabili quelle visioni secondo le quali la Giunta sarebbe “contro il circuito” o “non volesse puntare sull’impianto”. L’autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari – ha ribadito il Comune – è il più importante impianto sportivo cittadino, tempio della storia motoristica ed automobilistica mondiale, nonché fondamentale dote economica, turistica, culturale e passionale del nostro territorio. Adesso però con il tema del rumore si apre un nuovo fronte di scontro che inevitabilmente andrà a intersecarsi con la vicenda del Con.Ami, visto che il Consorzio di 23 comuni è anche l’azionista unico di Formula Imola.

CESENA: Violentata nel garage di casa, è caccia all’uomo

CESENA: Violentata nel garage di casa, è caccia all'uomo “Aiutatemi sono stata violentata”. È stata questa la denuncia della donna che nella serata di martedì, tra le 21,30 e le 22,30, sarebbe stata abusata sessualmente nel garage della sua abitazione in via San Mauro di Cesena. Il garage, accessibile da tutti attraverso una rampa senza cancello, spesso è spopolato ed ha approfittato di questa caratteristica l’aggressore che avrebbe assalito la 30enne una volta scesa dalla automobile parcheggiata. Al momento la donna, in stato confusionale, ha descritto alla Polizia cosa le sarebbe accaduto. Le forze dell’ordine hanno così avviato la caccia all’uomo ma al momento non ci sono indizi certi per un’identificazione immediata dell’aggressore. Continuano le indagini.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi