Teleromagna » 5 marzo 2019

Daily Archives: 5 marzo 2019

Tg Sport del 05/03/19

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

RIMINI: Nascondeva in casa oltre 2 kg di marijuana, arrestato 38enne albanese | FOTO

RIMINI: Nascondeva in casa oltre 2 kg di marijuana, arrestato 38enne albanese | FOTO Arrestato dai Carabinieri di Villa Verucchio un 38enne albanese, operaio, da anni residente in provincia di Rimini. Il soggetto era stato notato dai Carabinieri in luoghi abitualmente frequentati assuntori di sostanze stupefacenti. I militari hanno, quindi, ottenuto un decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica di Rimini. Durante la perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti 1kg di marijuana all’interno di un capanno e uno occultato in un sottotetto,  per un valore, se venduta al dettaglio, di 15.000 euro, oltre a 26 cartucce da caccia cal. 12, illegalmente detenute.  L’arrestato è stato ristretto, in stato di arresto, nelle camere di sicurezza, in attesa del rito “direttissimo” che si terrà nella mattinata di mercoledì.  

EMILIA-ROMAGNA: Informazione tv, Teleromagna la più seguita in Regione | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Informazione tv, Teleromagna la più seguita in Regione | VIDEO Teleromagna/TR24 è l'emittente più seguita in regione per chi vuole conoscere i fatti del territorio. E' questo quanto emerge da un recente studio Agcom.   Sono dati importanti quelli presentati nell'ultimo report sul sistema informativo regionale stilato dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. E' stato infatti analizzato come i cittadini si approcciano al mondo dell'informazione e sopratutto quali sono le testate giornalistiche più seguite dal pubblico. Il primo numero che emerge è netto: la tv rimane la principale fonte di news della popolazione. In Emilia-Romagna quasi il 64% la accende tutti i giorni. Sempre nella nostra regione, internet è al secondo posto, seguito dai quotidiani e dalla radio. Altro dato importante è la valenza delle tv locali: il 51,8 % degli emiliano-romagnoli dichiara di seguirle quotidianamente per informarsi. Per quanto riguarda i mezzi di informazione più seguiti, la prima emittente del territorio risulta essere Teleromagna/Tr24, quarto mezzo di informazione regionale in generale considerando anche quotidiani, rai e radio.

RIMINI: Sconto di pena al killer, donne scendono in piazza per Olga | VIDEO

RIMINI: Sconto di pena al killer, donne scendono in piazza per Olga | VIDEO Non si placano le reazioni di contrarietà alla sentenza della Corte d’Appello di Bologna sull’omicidio di Olga Matei. La pena per Michele Castaldo è stata dimezzata in seguito al riconoscimenti delle attenuanti. Ad indignare molti ambienti della società civile, quelle cinque parole comparse nelle motivazioni. “Soverchiante tempesta emotiva e passionale”. I giudicanti hanno precisato che a far scendere il numero di anni di carcere hanno contribuito la confessione dell’imputato e il suo intento risarcitorio. Ma nelle piazze di Rimini e Riccione scenderà comunque chi considera la formula impiegata dai magistrati un “pericoloso ritorno al passato”. Il movimento ‘Non una di meno – Rimini’ organizza una camminata per l’8 marzo che partirà alle ore 17 dall’Arco d’Augusto. La sera alle 20 ci sarà una fiaccolata a Riccione.

RAVENNA: “Perizia per Cagnoni”, ma lui cambia difensore

RAVENNA: "Perizia per Cagnoni", ma lui cambia difensore In vista del processo d'appello, si sta delineando la strategia difensiva di Matteo Cagnoni, il medico condannato in primo grado per l'omicidio della moglie Giulia Ballestri. Ecco tutte le ultime.   Emergono importanti novità sui contenuti del ricorso in appello che la difesa di Matteo Cagnoni ha presentato dopo la sentenza di primo grado. Il documento contesta in toto quanto sentenziato, con i legali che indicano come il verdetto sia scaturito nonostante una serie di, a loro dire, incongruenze legate alla personalità dell'uomo. Incongruenze o meglio contraddizioni, in particolare nel punto in cui si definisce il dermatologo come una persona dagli evidenti disturbi di personalità che però sarebbe lo stesso stata in grado di commettere un delitto in completa lucidità e premeditando ogni passaggio. Per questo motivo è pronta una richiesta di perizia psichiatrica e clinico-psicologica su Matteo Cagnoni. Secondo i giudici il presunto omicida avrebbe si dei disturbi ma tutto ciò non sarebbe stato certificato da diagnosi specialistiche. Se in primo grado è stato ergastolo, si punta ora quantomeno a un'importante riduzione di pena, con l'attenzione alta dopo la sentenza d'appello del caso Matei, dove l'omicida della donna ha goduto di attenuanti che molto hanno fatto discutere. C'è però un'altra questione che dà notizia in queste ore e cioè l'improvvisa scelta di Cagnoni di nominare un nuovo avvocato difensore dando il benservito al tandem Trombini-Dalaiti. Secondo quanto si apprende tale decisione era già stata presa da tempo ma si sarebbe concretizzata solo negli ultimi giorni. Il legale incaricato sta valutando se accettare o meno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi