Teleromagna » 7 marzo 2019

Daily Archives: 7 marzo 2019

TG SERA del 07/03/2019

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

AREZZO: Chiusura E45, quattro avvisi di garanzia a funzionari Anas

AREZZO: Chiusura E45, quattro avvisi di garanzia a funzionari Anas Quattro avvisi di garanzia per la chiusura del viadotto Puleto lungo la E45 a causa delle cattive condizioni di un pilone sono stati inviati a tre funzionari del compartimento Anas di Firenze, Antonio Scalamandré, Rocco Oliviero e Massimo Pinelli, e al capocantoniere Luigi Sestini. Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha intenzione di incaricare una nuova perizia sotto forma di accertamento tecnico irripetibile, per questo ha notificato gli avvisi ai quattro indagati. Venerdì 8 marzo le parti sono convocate in procura per il conferimento dell'incarico agli ingegneri Antonio Turco e Fabio Canè, gli stessi sulla base della cui relazione fu disposta la chiusura della E45 fra le uscite di Valsavignone e Canili. Secondo fonti Ansa, il quesito del procuratore Rossi riguarda la stabilità del viadotto e il suo livello di deterioramento e, rispetto a ciò, quali rischi esistano per gli automobilisti. Gli avvocati difensori potrebbero tuttavia chiedere l'incidente probatorio, il che significherebbe che le carte passerebbero al gip per l'affidamento di un incarico super partes. Il viadotto Puleto fu chiuso per condizioni di ammaloramento il 16 gennaio scorso e poi è stato riaperto, con limitazioni che riguardano il traffico pesante e la velocità, il 18 febbraio.

RAVENNA: Uccise la madre, confermato l’ergastolo per Secondo Merendi

RAVENNA: Uccise la madre, confermato l'ergastolo per Secondo Merendi L'omicidio nel 2015 a Cotignola, nel Ravennate. Confermato in Cassazione l'ergastolo per Secondo Merendi, 61 anni, accusato di avere ucciso il 14 aprile 2015 la madre, l'81enne Pia Rossini, nella loro casa di Barbiano di Cotignola, nel Ravennate.   Secondo le indagini dei carabinieri, coordinate dal pm Stefano Stargiotti, Merendi, difeso nel ricorso davanti alla Suprema Corte dall'avvocato Stefano Vezzadini, aveva strozzata la madre con un braccio, dopo averla presa alle spalle. Poi ne simulò lo strangolamento con la cintura di un accappatoio da parte di un bandito entrato per rubare. Il movente dell'omicidio era stato individuato nella natura economica: la Procura ravennate attribuì all'imputato in un anno e quattro mesi prelievi per 32 mila euro non giustificati, se non dal vizio del gioco.    

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi