Teleromagna » 15 marzo 2019

Daily Archives: 15 marzo 2019

RIMINI: Fridays for future, gli studenti ripuliscono la spiaggia | VIDEO

RIMINI: Fridays for future, gli studenti ripuliscono la spiaggia | VIDEO Tantissimi studenti delle scuole superiori di Rimini hanno invaso questa mattina la spiaggia per ripulirla, sposando la causa del movimento internazionale Fridays for future. Il loro messaggio è rivolto agli adulti. In molti si sono riversati in piazza Cavour, altri hanno ripulito gli argini del fiume Marecchia. "Non si può rimanere passivi al fluire degli eventi, tutti voi avete il diritto di diventare parte degli eventi", ha detto il giovane studente Marco Masci del coordinamento locale del movimento Fridays for future, "Siate il cambiamento". Il suo collega Nicolas Flamigni ha aggiunto: "Questo è solo il primo passo per un progetto che durerà anni e che ha la pretesa di cambiare il mondo".

FORLÌ-CESENA: Tutti in strada per il clima, “Non esiste un pianeta B” | VIDEO

FORLÌ-CESENA: Tutti in strada per il clima, "Non esiste un pianeta B" | VIDEO Seguendo onda delle battaglie portate avanti dalla giovanissima attivista svedese  Greta Thunberg, a Forlì si sono presentati in migliaia per il corteo che ha percorso le strade del centro. “Fridays for future” ha richiamato tantissimi giovani delle scuole, ma anche rappresentanti delle istituzioni e associazioni a dimostrare che il problema del clima tocca tutti senza distinzione.

RAVENNA: Centinaia di ragazzi in piazza anche contro le trivelle

RAVENNA: Centinaia di ragazzi in piazza anche contro le trivelle Centinaia di ragazzi e ragazze si sono ritrovati in piazza del Popolo a Ravenna per la protesta mondiale “Fridays for future” guidata dalla ragazzina svedese Greta Thunberg per la difesa dell’ambiente. Con cori, cartelli e un flash-mob di ombrelli, gli studenti ravennati hanno posto in particolare l’accento sul tema delle trivelle, proprio alla vigilia della manifestazione a difesa dell’industria energetica. Dopo aver raccolto proposte e suggerimenti, i manifestanti presenteranno un documento all’Amministrazione comunale.

RIMINI: Niente ‘sanatoria’, 150 sinti sfrattati dal Comune

RIMINI: Niente 'sanatoria', 150 sinti sfrattati dal Comune Circa centocinquanta persone di etnia sinti, tra cui almeno settanta bambini, potrebbero essere costrette a finire in strada a Rimini dopo che l'amministrazione comunale (a guida Pd) avrà dato il via libera agli sgomberi delle aree agricole in cui risiedono da decenni. La storia ha inizio circa trenta anni fa quando la giunta locale di allora concesse ai giostrai sinti alcuni terreni agricoli dove fermarsi durante le soste dei loro tour lavorativi. Nel corso del tempo sono però stati costruiti manufatti anche abusivi che li hanno resi stanziali. Negli ultimi mesi l'ente locale ha deciso di sanare la situazione espropriando quei fazzoletti di terra che ora sono di proprietà pubblica. Ieri il consiglio comunale non ha votato una proposta di 'sanatoria' del Partito Democratico di concedere in locazione le aree agli stessi sinti che quindi, a breve, potrebbero veder abbattuti i manufatti finendo in strada. Nello stesso tempo il sindaco riminese Andrea Gnassi ha deciso la chiusura di un campo nomadi abusivo per allestire, con molte polemiche, cinque microaree sparse per la città.

BOLOGNA: Morte Gianlorenzo, non ci sono regolamenti sui carri | VIDEO

BOLOGNA: Morte Gianlorenzo, non ci sono regolamenti sui carri | VIDEO I Carabinieri del nucleo investigativo di Bologna hanno terminato gli accertamenti, svolti insieme alla sezione investigazioni scientifiche dell'Arma, sul carro di carnevale dal quale il 5 marzo, durante la sfilata di martedì grasso, è caduto Gianlorenzo Manchisi, il bimbo di due anni e mezzo che l'indomani è morto. La relazione tecnica è stata depositata in Procura dove sul caso è aperto un fascicolo, per omicidio colposo contro ignoti, di cui sono titolari la pm Beatrice Ronchi e il procuratore capo Giuseppe Amato. Nella relazione ci sono, a quanto si apprende, tutte le fotografie e le misurazioni fatte per valutare se il carro fosse sicuro, se rispondesse cioè alle norme antinfortunistiche generali, in assenza di una normativa specifica per questo tipo di veicoli. Il carro a tema 'Masterchef' realizzato dalla proloco di Granarolo Emilia è risultato collaudato e regolarmente assicurato, e anche la portanza del mezzo (cioè la capacità massima di carico) risulterebbe essere stata rispettata. Nella relazione, l'attenzione degli investigatori si è concentrata in particolare sull'ampiezza dei varchi nella parte bassa della balaustra del carro, da uno dei quali il piccolo è caduto, e sul materiale con cui è stata fatta la copertura delle ruote, non con materiale rigido ma con un tessuto morbido tipo velluto. Una volta finito a terra, il bambino è scivolato sotto il mezzo dove è stato colpito da una delle ruote. Un altro elemento che sarebbe emerso è l'assenza di un vero e proprio regolamento, che disciplinasse lo svolgimento della sfilata di carnevale a Bologna. Esaminata la relazione dei Carabinieri, la Procura valuterà se disporre ulteriori approfondimenti che potrebbero essere affidati a un organo tecnico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi