Teleromagna » 27 marzo 2019

Daily Archives: 27 marzo 2019

ROMAGNA: Ondata maltempo, partita la conta dei danni

ROMAGNA: Ondata maltempo, partita la conta dei danni Dopo la bufera che si è abbattuta sulla Romagna lunedì notte, con venti che hanno superato i cento chilometri orari, è il momento della conta dei danni. Se infatti non si registrano feriti, saranno invece ingenti le ripercussioni economiche. Il Comune di Ravenna ha invitato i cittadini e le imprese ad inviare entro il 3 aprile le segnalazioni sui danni, tenendo traccia delle fatture per i pagamenti: non ci saranno rimborsi automatici, ma il materiale sarà necessario per l’eventuale ottenimento dei contributi regionali o statali. Sul territorio bizantino la bora ha provocato, tra l’altro, la caduta di un albero sulla scuola dell’infanzia Gugù, è stato necessario ripristinare l’alimentazione elettrica dell’edificio. Danni anche alle grondaie della scuola di San Pietro in Vincoli e all’impianto sportivo di Savarna, oltre alle serre di vari appezzamenti agricoli. Alcuni alberi sono caduti su un muro del canile comunale. A Cervia i danni si sono registrati soprattutto nella zona a ridosso del mare, a Cesenatico si stima che la mareggiata abbia sottratto 10mila metri cubi di sabbia, per circa 150mila euro di danno economico. A Rimini i teli anti sabbia, collocati a protezione del lungomare di Marina Centro, sono stati messi a dura prova dalle raffiche, ma hanno retto fermando molte decine di metri cubi di sabbia. In città è volato giù da una casa anche un condizionatore, precipitando sul cofano di un’auto parcheggiata in strada. Sei gli alberi caduti a terra sul territorio riminese.

MELDOLA: IRST-IRCCS, dal Ministero 900mila euro per finanziare due importanti progetti

MELDOLA: IRST-IRCCS, dal Ministero 900mila euro per finanziare due importanti progetti Buone notizie per la sanità dell’Emilia Romagna e soprattutto per la ricerca. Come si legge sulla stampa locale, saranno destinati all’ Irccs-Irst di Meldola quasi 900mila euro derivanti dal bando per la ricerca del Ministero della Salute 2018. Una somma importante che permetterà di portare avanti due distinti progetti dell’Istituto meldolese. La Regione Emilia Romagna, con 147 proposte è stata la prima per numero di partecipanti al bando ministeriale e ha visto approvati e finanziati  circa  l’11% del numero complessivo dei progetti. Degli 897mila euro destinati all’Irst, circa 450mila euro, andranno a finanziare, per i prossimi 3 anni, un progetto di integrazione di un metodo diagnostico con uno specifico intervento terapeutico per ridurre la frequenza del myxofibrosarcoma. Il programma è curato dal dottore Toni Ibrahim, responsabile Centro di Ostencologia e Tumori Rari dell’Irst; partner dell’Istituto tumori sono Ior Bologna e Cnr Bologna. Il myxofibrosarcoma, è un tipo di tumore raro che si presenta come un nodulo a crescita lenta e indolore su una delle gambe o braccia. I rimanenti 450mila euro finanzieranno un progetto del dottor Fabio Falcini, direttore del Dipartimento di oncologia ed ematologia clinica e sperimentale Irst, sul tumore al seno. Lo screening del cancro al seno è efficace nel ridurre la mortalità di questa patologia. Il progetto ha come obiettivo quello di identificare il miglior intervallo di screening nelle due fasce di età 45-49 e 70-74 anni. Viene anche proposta una ricerca qualitativa per comprendere come possa essere percepita un’eventuale de-intensificazione dello screening. Un ottimo risultato quindi, non solo per l’Irst di Meldola, ma anche per il sistema sanitario regionale.

CESENA: Omicidio Teverini, Alessandri chiede il ricorso in appello

CESENA: Omicidio Teverini, Alessandri chiede il ricorso in appello Ci sarà un secondo processo a Cesena per Costante Alessandri, condannato per l’omicidio della moglie Manuela Teverini avvenuto il 5 aprile del 2000. La prima sentenza, arrivata pochi mesi fa a 18 anni dalla scomparsa della donna, aveva inflitto ad Alessandri una pena di 20 anni di carcere nonché il risarcimento di diverse centinaia di migliaia di euro ai familiari della moglie. Ora la difesa ha deciso di depositare la richiesta di appello e si attende che la Corte d’Assise fissi la data per la nuova udienza. “Contestiamo per intero l’impianto accusatorio” ha dichiarato l’avvocato di Alessandri. Contemporaneamente anche le parti civili hanno fatto richiesta di appello, questa volta perché venga riconosciuta al marito della Teverini l’aggravante della premeditazione, che era stata invece negata in primo grado.

FAENZA: 34enne polacca, residente in Italia, sanzionata per mancanza di documenti validi per auto con targhe estere

FAENZA: 34enne polacca, residente in Italia, sanzionata per mancanza di documenti validi per auto con targhe estere Lunedì sera i carabinieri di Faenza hanno contestato una violazione amministrativa a carico di una 34enne polacca, residente in Italia, in possesso di un veicolo immatricolato con targa tedesca. La vettura appartiene ad una società di noleggio attiva in Germania e la conducente non aveva con sé il documento che attestava l’uso del mezzo per locazione senza conducente né la durata della disponibilità del veicolo. Le forze dell’ordine hanno sanzionato la donna e provveduto al fermo amministrativo dell’auto, una Bmw X6.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi