Teleromagna » 29 marzo 2019

Daily Archives: 29 marzo 2019

MISANO: Comune approva progetto di riqualificazione del Misano World Circuit | FOTO

MISANO: Comune approva progetto di riqualificazione del Misano World Circuit  | FOTO Il gruppo Finelco ha presentato il piano di investimenti che riguarda il circuito motociclistico "Misano World Circuit Marco Simoncelli" di Misano Adriatico, nel Riminese. Sarà ampliato il numero dei box con nuovi spazi per i meeting e gli hospitality, nascerà una nuova area per esposizioni, shop e ristorazione migliorando l'effetto di mitigazione acustica. Il secondo intervento riguarderà la pista di Misanino dove sarà coperta una parte dell'area così da consentirne un utilizzo ulteriore nel quadro del progetto "The Riders Land" che vede MWC e la Federmoto impegnati con un centro federale dedicato alla velocità e alla formazione di giovani piloti. In ultimo sarà potenziato il medical center, il quale, nelle intenzioni, vorrà diventare uno dei più attrezzati al mondo all’interno dei circuiti. L'ok definitivo al progetto è arrivato dal consiglio comunale della cittadina romagnola. "L'investimento complessivo si aggira attorno ai 20 milioni di euro", dichiara Davide Siliquini, capogruppo del Partito Democratico. "Gli interventi – commenta Andrea Albani, managing director di MWC – ci consentiranno di cogliere ulteriori occasioni per eventi sportivi e commerciali di profilo internazionale". "Grazie al comune di Misano – commenta invece Luca Colaiacovo, presidente di Santa Monica SpA – perché anche in questo caso mostra sintonia sulle potenzialità che la struttura del circuito può rappresentare, sia come potente volano economico, sia come infrastruttura in grado di trasferire servizi alla comunità". In una nota, MWC sottolinea infine come "gli investimenti consentiranno alla struttura di accrescerne il prestigio e l’appeal per la domanda di eventi legati al mondo dei motori. Inoltre saranno spinta propulsiva, a vantaggio del territorio, per l’indotto economico che è stato appena misurato in oltre 162 milioni di euro l’anno".

EMILIA-ROMAGNA: Fiere, Forlì ingloba Parma, firmato l’accordo

EMILIA-ROMAGNA: Fiere, Forlì ingloba Parma, firmato l'accordo E' stato siglato oggi l'accordo quadro che porterà alla fusione delle fiere di Forlì e Parma. Il documento, firmato nel capoluogo romagnolo durante la terza giornata di Fieravicola, porterà alla creazione di una nuova società che sarà al 90 % di Fiere di Parma e al 10% in mano romagnola. Fiera di Forlì affitterà il ramo d'azienda di tutti gli aspetti gestionali con il controllo che di fatto passa in mano emiliana. Forlì potrà però continuare a nominare il presidente e nel cda, per le decisioni strategiche come ad esempio i trasferimenti di sede degli eventi, servirà l'unanimità. (Nella foto Gianluca Bagnara, presidente della Fiera di Forlì)

ROMAGNA: Reddito di cittadinanza, boom di pratiche senza requisiti | VIDEO

ROMAGNA: Reddito di cittadinanza, boom di pratiche senza requisiti | VIDEO Sono 1.744 i romagnoli che hanno presentato la richiesta all’Inps per andare in pensione con Quota100. Secondo i dati elaborati fino al 27 marzo si tratta del 24,5% delle domande totali presentate nell’intera regione, che ammontano a oltre 7 mila. Il segretario generale di Cisl Romagna Francesco Marinelli ha sottolineato come “i sindacati si siano confrontati con il Governo per migliorare un provvedimento che aveva delle alcune e che ne ha ancora. Infatti non da risposte di lungo periodo in quanto il finanziamento è previsto per soli tre anni quindi, non si può parlare di riforma della Legge Fornero”. Le novità più interessanti introdotte dalla nuova normativa sono la pensione anticipata con almeno 62 anni di età e 38 di contributi, e la possibilità di pensionamento senza alcun limite di età, se si posseggono 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.  La nuova legge conferma anche l’introduzione del Reddito di Cittadinanza. Ad oggi sono 2.688 le prenotazioni presso le sedi romagnole del Caf Cisl ma il dato più interessante è quello delle pratiche non elaborate per mancanza dei requisiti richiesti, che in Romagna raggiunge il 32% contro la media regionale del 26.

RIMINI: Reddito di cittadinanza, senatore Croatti “I furbi non ci fermeranno”

RIMINI: Reddito di cittadinanza, senatore Croatti "I furbi non ci fermeranno” Marco Croatti, senatore riminese del Movimento 5 Stelle, ha assicurato con una nota  che il reddito di cittadinanza sarà “una misura unica di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale, a garanzia del diritto al lavoro”. Dopo l’allarme lanciato negli ultimi giorni riguardante i “furbetti” che nel Riminese avrebbero richiesto di essere impiegati in nero per mantenere il reddito di cittadinanza, ad avviso del senatore è doveroso fare chiarezza. Pur consapevoli dei rischi iniziali, occorre dire, continua Croatti, che “chi usufruisce del reddito deve rispondere anche a diversi impegni ed obblighi, pena la decadenza”. Si è anche soffermato sulle sanzioni a carico di eventuali “furbetti”. “Le contromisure a chi vuole fare il furbo sono tante ed articolate, compreso il rischio da 2 a 6 anni di carcere per chi fornisce dati falsi o occultamento di redditi e patrimoni per usufruire irregolarmente del Rdc”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi