Teleromagna » 16 aprile 2019

Daily Archives: 16 aprile 2019

TG SERA del 16/04/2019

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

BOLOGNA: Inchiesta ‘Mondo Sepolto’, avviso fine indagine per 74 persone

BOLOGNA: Inchiesta 'Mondo Sepolto', avviso fine indagine per 74 persone Contestati reati di corruzione, riciclaggio e fiscali La Procura di Bologna ha chiuso le indagini dell'inchiesta 'Mondo Sepolto', che tre mesi fa portò alla luce due cartelli di imprese che 'controllavano' le camere mortuarie dell'ospedale Maggiore e del Sant'Orsola di Bologna. Il pm Augusto Borghini ha inviato infatti 74 avvisi di fine indagine, atto che di solito precede la richiesta di rinvio a giudizio, ad altrettante persone fisiche e aziende. Tra i reati contestati, a vario titolo, oltre alla corruzione e all'associazione a delinquere, c'è anche il riciclaggio e alcune violazioni fiscali. L'inchiesta emerse il 17 gennaio, quando i carabinieri eseguirono 30 misure cautelari: nove in carcere, 18 ai domiciliari e 3 divieti di esercizio d'impresa. Secondo gli inquirenti a spartirsi il mercato dei funerali erano due associazioni: il consorzio 'R.I.P. Service', guidato da Giancarlo Armaroli, amministratore della 'Armaroli Tarozzi', che aveva il monopolio del Maggiore e il 'Cif', con il suo presidente Massimo Benetti, che aveva in pugno il Sant'Orsola. Per la Procura, le agenzie di pompe funebri che facevano parte dei due consorzi erano d'accordo con alcuni operatori degli ospedali che lavoravano nelle sale mortuarie, e quest'ultimi erano in grado di indirizzare i parenti dei defunti alle ditte con cui erano d'accordo. In cambio ricevevano un compenso che andava dai 150 ai 300 euro. A Benetti, e ad altri indagati, è contestato anche il riciclaggio del denaro che entrava in nero nelle società del consorzio e poi veniva registrato in una contabilità parallela tenuta dalle due segretarie dell'azienda. Tra gli indagati c'è anche un impiegato dell'ufficio anagrafe del Comune di Bologna, accusato insieme al titolare e a un dipendente dell'impresa di onoranze funebri 'Lelli srl' di rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio. Per l'accusa l'impiegato comunale avrebbe rivelato agli altri due indagati notizie che dovevano rimanere segrete, in merito alla richiesta inoltrata al suo ufficio dai carabinieri per acquisire informazioni sui nominativi dei titolari e dipendenti delle imprese di pompe funebri bolognesi.

ROMA: Morte Pantani, Rapetto all’antimafia, “Non era solo in stanza”

ROMA: Morte Pantani, Rapetto all’antimafia, “Non era solo in stanza” Martedì mattina Umberto Rapetto, ex generale della guardia di finanza, è stato ascoltato dalla commissione parlamentare antimafia in merito alla morte di Pantani avvenuta in una stanza di un hotel di Rimini. “Qualcuno era con lui quando la morte è arrivata”, ha dichiarato Rapetto. Quest’ultimo ha fatto riferimento alle macchie di sangue e alla posizione insolita del braccio del ciclista: “Non si può pensare che sia stato lo stesso ciclista a spostarlo”. “Si dice – ha continuato l’ex generale, che Marco Pantani era sempre stato in quella stanza e che era solo. Eppure andando a scavare alcuni giornalisti hanno scoperto che lui da quella stanza è uscito”. L’albergo stesso, ha argomentato Rapetto, “aveva dei sotterranei e un garage, era un hotel usato forse anche per passare qualche ora in intimità, l’accesso dal garage era fuori da qualunque controllo”.

FORLI’: La città ricorda il Senatore Roberto Ruffilli a 31anni dalla sua uccisione | VIDEO

FORLI’: La città ricorda il Senatore Roberto Ruffilli a 31anni dalla sua uccisione | VIDEO Ormai a Forlì, quella del 16 aprile è una data che non si può dimenticare. Con una serie di eventi, la città ha, infatti, commemorato martedì mattina il trentunesimo anniversario della morte del senatore Roberto Ruffilli, assassinato dalle brigate rosse nella sua abitazioni di Corso Diaz. La santa messa di suffragio è stata celebrata nella chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino, seguita da una cerimonia istituzionale che ha visto gli studenti impegnati in diverse letture oltre ad alcuni interventi musicali. Infine la deposizione di una corona commemorativa alla presenza delle autorità cittadine e dei familiari sotto l’epigrafe posta davanti all’abitazione in corso Diaz.  

CARTELLINO GIALLO15/04/2019

WINTER IS COMING! Torna Cartellino Giallo con una 24° puntata dai temi caldi e scoppiettanti Ti aspetta un'ondata di sfottò, gag, videoclip, rubriche deliranti, ironia e tanto divertimento in compagnia dei nostri "tifosi" in studio: Luca MastrangeloGaddo Gaddoni e Stefano Ravaglia, provocati e pungolati a dovere dal "direttore di gara" Riccardo Girardi e dalla splendida Veronica Bagnoli Anche stasera ti farai una scorpacciata di "INTERVISTE IMPOSSIBILI" di Luca Mastrangelo, questa volta da Cervia! Un gradito ritorno come GUEST STAR: Alessandro Pinzari presidente del popolosissimo Roma Club Forlì!
In bocca alla Lupa

Tg Sport del 16/04/19

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi