Teleromagna » 20 maggio 2019

Daily Archives: 20 maggio 2019

RIMINI: Cocaina e allucinazioni, l’esito della perizia psichiatrica per l’omicida di Niang | VIDEO

RIMINI: Cocaina e allucinazioni, l'esito della perizia psichiatrica per l'omicida di Niang | VIDEO Disturbo psicotico indotto dalla cocaina, caratterizzato da delirio di persecuzione e allucinazioni.  Per questo non era in possesso delle sue normali  capacità di intendere e di volere l'albanese Genard Llanaj quando ha sparato e ucciso il 26enne senegalese Makha Niang il 27 aprile dello scorso anno a Rimini. Questo quanto emergerebbe dalla perizia psichiatrica sull'uomo accusato di omicidio e il disturbo sarebbe stato indotto dall'uso della cocaina e per il quale l'uomo sarebbe in trattamento  con psicofarmaci. La perizia era stata chiesta dalla difesa di Llanaj ed aveva trovato l'opposizione  dell'accusa secondo la quale il killer aveva agito con determinata volontà.  Ora si attenderà il prossimo 30 maggio, giorno in cui ci sarà l'udienza e saranno valutate le presunte manie di persecuzione del 29enne che lo avrebbero indotto a sparare a Niang, retenendolo un nemico seppur non lo conoscesse e non lo avesse mai visto.  L'albanese sarebbe risultato essere un consumatore cronico di cocaina che ne avrebbe sviluppato nel corso degli anni il delirio paranoide, che starebbe manifestando anche all'interno del carcere,  e sarà da stabilire in sede di giudizio, davanti al giudice, se tutto questo sarà influente ai fini della condanna per la morte senza moventi e motivi di Makha Niang.

BOLOGNA: Pauroso incendio in appartamento, muore anziana

BOLOGNA: Pauroso incendio in appartamento, muore anziana Tragedia nella notte a Bologna. Una donna di 87 anni è morta nell'incendio scoppiato intorno all'una tra domenica e lunedì nel suo appartamento, al quarto piano di un condominio in via Scipione dal Ferro. L'anziana, che viveva da sola, sarebbe deceduta per asfissia, a causa del fumo che ha invaso la casa. Dopo l'allarme lanciato dai vicini, i vigili del fuoco sono intervenuti con otto squadre per spegnere l'incendio, che avrebbe avuto un'origine accidentale. Non sono state disposti ulteriori accertamenti sulla salma, ma l'abitazione è stata messa sotto sequestro. Sul posto anche carabinieri e polizia locale.

RIMINI: Alluvione 2015, chiesto rinvio a giudizio per i tecnici

RIMINI: Alluvione 2015, chiesto rinvio a giudizio per i tecnici Per l'alluvione del 2015 a Bellaria-Igea Marina e Santarcangelo di Romagna, la Procura di Rimini con le accuse, a vario titolo, di inondazione colposa e falso ideologico, ha chiesto il giudizio per due dirigenti regionali, Mauro Vannoni, responsabile sicurezza del territorio e protezione civile, e Fiorenzo Bertozzi, del servizio area Romagna, per due dirigenti Hera, e per il titolare e il progettista di un'impresa edile. L'indagine fa riferimento a ciò che accadde nella notte tra il 5 e il 6 febbraio del 2015. Una famiglia di quattro persone residente in zona 'Nuova Contea' sulla strada Santarcangiolese fu salvata solo grazie all'intervento con gommone dei vigili del fuoco. La Procura ha deciso di tenere separati i fatti accorsi nei due comuni, contestando solo per Bellaria-Igea Marina, dove esondò l'Uso, il reato di inondazione colposa, mantenendo quello di falsità ideologa per i fatti di Santarcangelo. Nel diniego di alzare le paratie del tratto fluviale, la Procura ha quindi individuato sufficienti prove per chiedere il processo. Due le famiglie che si costituiranno parte civile, una di Santarcangelo e una di Bellaria.

RAVENNA: Maltempo, qualche milione di euro di danni per il sistema balneare | VIDEO

RAVENNA: Maltempo, qualche milione di euro di danni per il sistema balneare | VIDEO Il maltempo e il freddo di maggio hanno causato qualche milione di euro di danni al sistema balneare ravennate. A quantificare le conseguenze di un mese che per gli operatori della spiaggia è sempre stato fondamentale è Maurizio Rustignoli, presidente della Cooperativa Spiagge, secondo il quale i mancati introiti si aggiungono ai costi fissi del personale, in molti casi assunto da tempo. In 24 anni di lavoro, Rustignoli non aveva mai registrato un mese così negativo dal punto di vista del meteo. Un mese, a detta sua, che in genere attrae i pendolari che vengono dall’Emilia e il turismo mordi e fuggi. La speranza, ora, è che giugno possa finalmente dare avvio alla stagione, anche se difficilmente si potranno recuperare le perdite. Perdite che riguardano non solo la gli stabilimenti in sé ma anche l’indotto: logistica, magazzini, fornitori. E che si legano, in alcuni casi, anche al tema dell’erosione, visto che in alcuni lidi il mare ha fatto retrocedere l’arenile.

BOLOGNA: Maltempo, ancora disagi, chiuso un asilo a Valsamoggia

BOLOGNA: Maltempo, ancora disagi, chiuso un asilo a Valsamoggia Ancora disagi a Crespellano, nel Comune di Valsamoggia alle porte di Bologna, colpito ieri da una forte e intensa pioggia che ha provocato l'esondazione del torrente Rio. L'acqua, oltre alle principali strade del paese, ha invaso anche la Bazzanese e la ferrovia suburbana della linea Bologna-Vignola: al momento, informa l'azienda del trasporto pubblico Tper, i treni circolano dal capoluogo a via Lunga e da lì, per raggiungere il comune del Modenese, i passeggeri proseguono il viaggio a bordo di un pullman. Questa mattina, per accertamenti sulle condizioni dei binari, c’è stato un sopralluogo dei tecnici. Il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno ha informato i cittadini che oggi rimarrà chiuso l'asilo nido, perché alcuni locali sono allagati, mentre tutte le altre scuole saranno regolarmente aperte. Numerosi gli interventi dei Vigili del fuoco impegnati insieme a Carabinieri e Polizia municipale. Anche nel Modenese prosegue il monitoraggio di fiumi e canali minori e sono state chiuse alcune strade, ad esempio a Castelfranco Emilia

LUGO: Palazzina crolla, famiglia salvata dai lavori in corso

LUGO: Palazzina crolla, famiglia salvata dai lavori in corso Momenti di paura nella mattinata di domenica a Ciribella, nel Lughese, dove un’abitazione di due piani è crollata su se stessa causando un boato avvertito in tutta l’area circostante. All’interno, al momento del crollo, non c’era nessuno considerato che l’edificio in questi giorni è interessato da lavori di ristrutturazione per adeguamento sismico, e la famiglia che vi abitava si è spostata temporaneamente in un'abitazione poco più distante. Stando al racconto di alcuni testimoni, sulla facciata dell’edificio sarebbero apparse delle crepe e, dopo i primi crolli, sarebbe precipitato il porticato e una parte di muro. Sul posto i Vigili del fuoco arrivati quando l'abitazione era crollata completamente. Sulle cause del cedimento indagano i tecnici del Vigili del fuoco e i Carabinieri della stazione di Voltana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi