Teleromagna » 15 luglio 2019

Daily Archives: 15 luglio 2019

CESENA: Un morto e tre feriti nell’ennesimo incidente stradale

CESENA: Un morto e tre feriti nell'ennesimo incidente stradale Un morto e tre feriti. È questo il bilancio dell'ennesimo incidente stradale che si è verificato a Cesena questo pomeriggio, dopo la tragedia di domenica in cui sono morti quattro giovani. È successo nel quartiere Ponte Pietra, in via Cesenatico. Secondo quanto appreso una Fiat Multipla si è scontrata frontalmente con una Panda. La vittima è un cinquantenne, i feriti un bimbo di nove anni, una ragazza di 17 e una 60enne. Sul posto vigili del fuoco e Polizia Locale. La dinamica è da accertare. (foto archivio) 

Tg Sport del 15/07/19

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

CERVIA: Emergenza acqua alta, chiuse alcune strade | FOTO

CERVIA: Emergenza acqua alta, chiuse alcune strade | FOTO A causa dell'intenso temporale che si è abbattuto su Cervia tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, riversando ingenti quantità di acqua in poco tempo, si registrano allagamenti su tutto il territorio. Diverse strade sono stata chiuse al traffico, mentre la Protezione civile ha provveduto a portare sacchi di sabbia ad alcune attività lungo il porto canale, una delle zone più critiche. Il Comune invita a prestare la massima attenzione alla guida e ad evitare di spostarsi se non necessario. Sulle strade possono essere presenti oggetti galleggianti oppure ostacoli. Attenzione anche ai sottopassi. Per quanto riguarda locali seminterrati, scantinati e cantine, si consiglia di spostare eventuali oggetti di valore ai piani superiori. Attenzione inoltre a apparecchi e impianti di energia elettrica e gas: se necessario, anche in via precauzionale, è consigliabile chiuderli.

BOLOGNA: Morì dopo sostituzione protesi al seno, 5 medici assolti

BOLOGNA: Morì dopo sostituzione protesi al seno, 5 medici assolti Il decesso nel 2013 alla clinica privata Villalba di Bologna Sono stati tutti assolti, perché il fatto non costituisce reato, i cinque medici che erano accusati della morte di Ornella Paraschi, fiorentina di 63 anni, deceduta il 19 giugno 2013 dopo interventi chirurgici per la sostituzione di protesi al seno, nella clinica privata Villalba, a Bologna. La Procura aveva chiesto per loro una condanna a sei mesi, con sospensione condizionale della pena, ma il giudice del Tribunale di Bologna, Silvia Monari, ha assolto i cinque professionisti (due chirurghi, due anestesisti e un medico del reparto), come chiesto dai loro difensori. Le protesi, sostituite a Villalba, erano state impiantate vent'anni prima. La donna era stata sottoposta a due interventi, uno il 28 maggio, l'altro il 18 giugno. Poi, il 19, le sue condizioni sono peggiorate e in serata è morta a causa di una tromboembolia polmonare massiva. Le indagini scattarono dopo la denuncia della figlia ai carabinieri. Tre familiari, che si erano costituiti parte civile, sono usciti dal processo dopo aver ottenuto un risarcimento. Per le motivazioni della sentenza bisognerà attendere 90 giorni. 

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, Lega compatta per Borgonzoni, Salvini “Si voti a novembre” | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, Lega compatta per Borgonzoni, Salvini “Si voti a novembre” | VIDEO Mentre l’attuale presidente Stefano Bonaccini, in forza al Pd, offre la sua candidatura per un secondo mandato, l’opposizione scalda i motori in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. Durante l’ultima visita a Ferrara il leader della Lega Matteo Salvini ha lanciato la candidatura di Lucia Borgonzoni, 42enne bolognese sottosegretaria alla Cultura. A stretto giro è arrivato anche l’endorsement del sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone. “Una partita tutta da giocare, cercherò di farti l’assist per fare goal, corriamo per vincere”, ha scritto a mezzo facebook. Continua intanto la querelle sulla data del voto. “Bonaccini sta tirando in lungo – ha affermato Salvini – Se posso fare una richiesta da cittadino al governatore è che fissi la data il prima possibile, mi sembra rispettoso rivotare a novembre alla scadenza dei cinque anni e non scavallare l’anno nuovo”. “Andremo a votare nel pieno rispetto di ciò che prevede la legge”, ha replicato Bonaccini.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi