Teleromagna » 24 ottobre 2019

Daily Archives: 24 ottobre 2019

23-10-2019 A TUTTA BICI

La puntata 34, penultima di questa stagione!

Dalla Cina a Kona, con  Alberto Pasquarella (Edera Triathlon Forlì), Gino Garoia e Davide Sarasini (UC Scat Forlì).

E, come sempre, Mondo Acsi, Dal Web, Appuntamenti, e molto altro ancora.

 

RICCIONE: Carabinieri arrestano la banda dei Rolex

RICCIONE: Carabinieri arrestano la banda dei Rolex Sono tre uomini e una donna, tra la Campania e il Riminese Arrestata la banda dei Rolex che l'estate scorsa ha messo a segno decine di 'strappi' di orologi di marca a Riccione. I carabinieri, coordinati dalla Procura riminese, hanno eseguito quattro misure cautelari, tra la Campania e la provincia di Rimini, a carico di tre uomini e una donna, tutti di origine napoletana, per rapina e furto con strappo di orologi di lusso. I militari hanno appurato che la banda, prima di colpire, si coordinava con un basista, un giovane napoletano spesso presente a Riccione nei fine settimana estivi, che dopo aver individuato la persona da rapinare e il valore dell'orologio avvisava gli altri. Il resto della banda si spostava direttamente da Napoli e alle volte nella stessa giornata, arrivava, rapinava e ripartiva. Il valore delle rapine di orologi d'oro di marche di lusso si aggirerebbe intorno a diverse decine di migliaia di euro.

PARIGI: Caso Malta, Gozi si dimette dall’incarico | VIDEO

PARIGI: Caso Malta, Gozi si dimette dall’incarico | VIDEO Sandro Gozi si è dimesso dall’incarico di consulente per gli affari europei del parlamento francese. L’annuncio l’ha dato lo stesso Gozi, sotto pressione per un caso di una discussa collaborazione con il governo maltese. Doveva essere il collegamento tra Italia e Francia nell’ottica di un governo europeista di tipo transnazionale. Così si era presentato Sandro Gozi pochi giorni fa durante la presentazione del nuovo partito di Matteo Renzi, Italia Viva. Un ruolo che certamente gli sarebbe stato congeniale, data la posizione che occupava nel governo francese. L’ex sottosegretario italiano si era infatti candidato alle ultime elezioni europee tra le liste d’oltralpe ed era stato poi nominato consigliere dal premier francese Philippe. Pochi giorni fa, tuttavia, la posizioni di Gozi a Parigi ha cominciato a scricchiolare dopo un articolo del quotidiano Le Monde che aveva scoperto un contratto di consulenza che Gozi aveva stretto col governo di Malta. Contattato dal giornale, Gozi aveva spiegato prima che i due incarichi non erano in contraddizione tra loro, poi che in realtà aveva già chiuso ogni rapporto con Malta prima di entrare nel governo francese. Un presunto conflitto di interesse che non è andato giù a Parigi: “Per chi lavora realmente il vostro consigliere? Per la Francia, per Malta o per l’Italia?” ha chiesto in parlamento il deputato repubblicano Pierre Dumont. Una pressione troppo forte per Gozi, che quindi ha rassegnato le dimissioni “Sono stato di nuovo oggetti di attacchi che mirano a danneggiare il mio percorso professionale – ha spiegato in un comunicato – ho quindi scelto di dimettermi per evitare qualsiasi strumentalizzazione politica che possa danneggiare il capo del governo”

CERVIA: Polizia locale, arrivano le bodycam | FOTO

CERVIA: Polizia locale, arrivano le bodycam | FOTO Gli agenti della Polizia Locale di Cervia, nel Ravennate, saranno presto in servizio indossando le 'bodycam'. Si tratta di videocamere ultracompatte con ottica grandangolare che saranno a breve utilizzate dal personale operativo. Il sistema sarà attivabile dall'agente e sarà utile durante operazioni 'ad alto impatto' e per garantire una totale trasparenza sull'operato. "L’utilizzo delle 'bodycam' è positivo sia per il nostro personale che per i cittadini, che sono maggiormente portati a mantenere un comportamento corretto – spiega il comandante della Polizia Locale di Cervia Sergio Rusticali – riducono i falsi reclami, aumentano le ammissioni di colpevolezza e diminuiscono la necessità dell'utilizzo della forza da parte degli operatori, con una funzione deterrente. In sostanza garantiscono maggiori margini di sicurezza, professionalità e trasparenza richiesti da entrambe le parti".

RAVENNA: Ponte Assi, riapertura entro il 4 novembre

RAVENNA: Ponte Assi, riapertura entro il 4 novembre Riaprirà entro il 4 novembre il ponte Assi a Ravenna, interessato da interventi di ripristino tecnologico e di risanamento strutturale finalizzati anche a togliere le limitazioni di portata a 40 tonnellate. I lavori, il cui termine era previsto per il 12 novembre, hanno avuto una durata di otto mesi ed un costo di 700mila euro. L'intervento, resosi necessario per la messa in sicurezza del manufatto e quindi per l'incolumità pubblica, era inserito in una programmata e già avviata attività di monitoraggio di tutti i ponti, che comprende prove di carico, manutenzioni e adeguamenti. A completamento dell’opera sono stati rifatti il sistema di raccolta e convogliamento delle acque meteoriche, la ripavimentazione stradale e sono stati sostituiti i guard-rail.

RIMINI: Ha violentato le nipoti per 20 anni, condannato a 8 anni di carcere

RIMINI: Ha violentato le nipoti per 20 anni, condannato a 8 anni di carcere Per più di 20 anni ha abusato delle nipoti minorenni, prima le figlie delle sorelle, poi quelle del suo stesso figlio, minacciandole di ripercussioni se avessero raccontato qualcosa ai genitori. Con questa accusa è stato condannato a 8 anni di carcere un uomo di 69 anni, originario del Sudamerica, ma che da anni si era trasferito nel Riminese con tutta la famiglia, dove lavorava come aiuto bagnino. Il capo d’imputazione è quello di violenza sessuale aggravata dal grado di parentela e dalla minore età  delle vittime. I fatti sono venuti alla luce lo scorso Natale quando una delle bambine, divenuta ormai grande, ha deciso di affrontare l’uomo a viso aperto, facendogli confessare tutto e registrando le sue parole. Inizialmente l’accusa aveva chiesto una pena di 11 anni di carcere. La condanna, tuttavia, è stata ridotta anche per effetto della scelta di svolgere il processo con rito abbreviato

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi