Teleromagna » 28 ottobre 2019

Daily Archives: 28 ottobre 2019

IMOLA: La sindaca M5s Sangiorgi si arrende, “mi dimetto”

IMOLA: La sindaca M5s Sangiorgi si arrende, "mi dimetto" La sindaca pentastellata di Imola, nel Bolognese, Manuela Sangiorgi ha annunciato questa sera in piazza le sue dimissioni irrevocabili dalla carica. "Non c'erano più le condizioni per andare avanti", ha detto durante un discorso in piazza. "Ho bisogno dell'appoggio per fare quello per cui i cittadini mi hanno votata – ha aggiunto – non posso rischiare di diventare un burattino in mano al Pd". Cade dopo meno di un anno e mezzo dalle elezioni la giunta monocolore del Movimento 5 Stelle. La prima cittadina negli ultimi mesi ha visto innumerevoli avvicendamenti tra i suoi assessori perdendo nelle ultime settimane l'appoggio di numerosi consiglieri di maggioranza. 

TG SERA del 28/10/2019

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

RAVENNA: Regionali, il premier Conte, “in Umbria esperimento fallito ma rinnovare coesione” | VIDEO

RAVENNA: Regionali, il premier Conte, "in Umbria esperimento fallito ma rinnovare coesione" | VIDEO Il premier Giuseppe Conte è stato in visita oggi agli stabilimenti Eni di Ravenna dove il colosso dell'energia ha presentato l'ultima tecnologia di produzione di corrente elettrica dal moto ondoso. Il presidente ha parlato a seguito dell'esito del voto in Umbria. "Siamo partiti da poco, dobbiamo proseguire lungo questo cammino,  abbiamo bisogno di maggiore spirito di squadra, più coesione, lavorare con determinazione, i cittadini ci chiedono questo. L'esperimento non ha funzionato, si può migliorare, dobbiamo recuperare lo spirito di squadra e rafforzare lo spirito di coesione". "Stiamo lavorando da poche settimane, ci stiamo conoscendo sempre meglio, dobbiamo lavorare con la massima determinazione". È quanto ha affermato il premier Giuseppe Conte a margine di un evento a Marina di Ravenna. "È questa la promessa che noi abbiamo fatto, quando nel 2023 ci confronteremo nella competizione nazionale saremo giudicati per quello che abbiamo fatto, per le misure che abbiamo adottato, per quelle che abbiamo mantenuto e se riusciremo a proseguire con determinazione probabilmente saremo giudicati positivamente, altrimenti saremo giudicati negativamente. Su questo dobbiamo concentrare la nostra azione", ha aggiunto.

RAVENNA: Nuovo dietrofront, revocata la sospensione dei vertici portuali

RAVENNA: Nuovo dietrofront, revocata la sospensione dei vertici portuali Il Tribunale della Libertà di Bologna ha annullato oggi la sospensione dei vertici dell'Autorità Portuale di Ravenna. Il provvedimento riguardava il presidente Daniele Rossi, il segretario generale Paolo Ferrandino e il direttore tecnico Fabio Maletti ed era stato disposto dal gip lo scorso 25 settembre su richiesta della Procura bizantina a seguito di un'inchiesta su inquinamento ambientale in relazione all'affondamento del relitto della motonave 'Berkan B' in area portuale con la fuoriuscita di idrocarburi. "Avevo riposto grande fiducia nel Tribunale della Libertà e ne ho molto apprezzato l'analisi competente, professionale e tempestiva", ha commentato Daniele Rossi. "Ora ci apprestiamo a riprendere subito il lavoro interrotto con la determinazione e l'entusiasmo di sempre".

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, l’appello di Bonaccini, “insieme per far ripartire riscossa”

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, l'appello di Bonaccini, "insieme per far ripartire riscossa" "Il mio appello va a tutti, naturalmente: se non si vuole consegnare l'intero Paese agli altri bisogna mettersi insieme. Insieme per le cose da fare, non contro qualcuno. Insieme per l’Emilia Romagna": è il messaggio del presidente uscente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, in corsa per un mandato bis, in vista del voto del 26 gennaio. In Emilia Romagna "la sfida sarà certamente molto dura – ha scritto il governatore su Facebook – ma possiamo vincere, avanzando proposte migliori e più credibili di quelle dei nostri avversari. Ci rivolgeremo anche a chi vota a destra ma può riconoscere che questa Regione è governata bene, meglio del resto del Paese". Mai come oggi "credo che un appello debba essere fatto – ha aggiunto poi Bonaccini conversando con i giornalisti a margine di un'iniziativa a Bologna – a tutti coloro che vogliono dare una mano e che si sentono anche individualmente protagonisti di un'eventuale vittoria. So bene che sarà dura – ha concluso – ma sono fiducioso che molti, anche dopo la sonora batosta in Umbria, potrebbero riflettere sul fatto che proprio da qui possa ripartire una riscossa". Bonaccini ha poi analizzato le differenze, a suo dire, tra il voto in Umbria e le prossime elezioni in Emilia Romagna. In Umbria "negli ultimi anni il centrosinistra – ha scritto su Facebook – aveva già perso quasi ovunque alle amministrative, mentre qui ancora cinque mesi fa abbiamo vinto nell’80 per cento dei Comuni, ribaltando clamorosamente i risultati delle europee". In Umbria "c’è stata una fine anticipata e traumatica della legislatura, qui invece – questa l'analisi di Bonaccini – abbiamo lavorato bene per cinque anni e l’Emilia Romagna ha scalato in questi anni tutte le classifiche possibili. Non siamo perfetti, anche qui ci sono problemi da risolvere e bisogni a cui dare risposte, ma se il Paese stesse come l’Emilia Romagna – ha concluso – avremmo un’Italia molto diversa". "I nostri avversari pensano solo a mandare a casa il governo nazionale. La Lega dirà qui quello che ha già detto ovunque, come se i territori e le peculiarità di ciascuna comunità locale non c’entrassero nulla, fossero solo un dettaglio, mentre sono il cuore dell’Emilia Romagna. Salvini sarà qui ogni giorno, mettendosi sempre davanti alla Borgonzoni e dirà che bisogna liberare l’Emilia Romagna, che è contro gli sbarchi, che dobbiamo chiuderci": è il pensiero del presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, candidato ad un mandato bis, in vista delle elezioni del 26 gennaio. "Ogni battaglia politica è legittima – ha scritto il governatore su Facebook – ma noi dobbiamo discutere del presente e del futuro di questa Regione, perché le regionali servono a questo". "Salvini verrà qui, starà qui tutti i giorni ma il giorno dopo le elezioni – ha detto poi il governatore a margine di un'iniziativa a Bologna – tornerà giustamente ad occuparsi di altro e qui rimarrà chi deve governare l'Emilia Romagna. A noi interessa questo, abbiamo in mente l'Emilia Romagna".

Tg Sport del 28/10/19

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi