Teleromagna » 15 febbraio 2020

Daily Archives: 15 febbraio 2020

TG SERA del 15/02/2020

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

TG Sport

Tg Sport del 15/02/20

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

FORLÌ: Botte e soprusi alla moglie 72enne, arrestato marito di 80 anni

FORLÌ: Botte e soprusi alla moglie 72enne, arrestato marito di 80 anni Un 80enne è stato arrestato a Forlì con l'accusa di aver maltrattato, picchiato e schiavizzato la moglie 72enne. L'indagine è iniziata alcune settimane fa su denuncia della sorella della donna che aveva notato alcune ecchimosi sul suo corpo. Dopo un periodo di sorveglianza con telecamere nascoste, la Squadra Mobile della locale questura, guidata dal dirigente Mario Paternoster, è intervenuta durante l'ennesima aggressione nei confronti della vittima che, soggiogata psicologicamente e affetta da demenza, non aveva nemmeno la forza di ribellarsi al marito. L'uomo pare fosse solito aggredirla verbalmente e fisicamente con schiaffi, calci, pugni e tirate di capelli per poi usarla come una sorta di schiava. Sul corpo della 72enne sono state rivenute anche ferite provocate presumibilmente da una forchetta. L'uomo è stato prima condotto in carcere per poi essere trasferito agli arresti domiciliari a causa dell'età. La donna è stata invece affidata alla sorella in attesa di essere collocata in una struttura assistenziale.

FORLÌ: Botte e soprusi alla moglie 72enne, arrestato marito di 80 anni

FORLÌ: Botte e soprusi alla moglie 72enne, arrestato marito di 80 anni Un 80enne è stato arrestato a Forlì con l'accusa di aver maltrattato, picchiato e schiavizzato la moglie 72enne. L'indagine è iniziata alcune settimane fa su denuncia della sorella della donna che aveva notato alcune ecchimosi sul suo corpo. Dopo un periodo di sorveglianza con telecamere nascoste, la Squadra Mobile della locale questura, guidata dal dirigente Mario Paternoster, è intervenuta durante l'ennesima aggressione nei confronti della vittima che, soggiogata psicologicamente e affetta da demenza, non aveva nemmeno la forza di ribellarsi al marito. L'uomo pare fosse solito aggredirla verbalmente e fisicamente con schiaffi, calci, pugni e tirate di capelli per poi usarla come una sorta di schiava. Sul corpo della 72enne sono state rivenute anche ferite provocate presumibilmente da una forchetta. L'uomo è stato prima condotto in carcere per poi essere trasferito agli arresti domiciliari a causa dell'età. La donna è stata invece affidata alla sorella in attesa di essere collocata in una struttura assistenziale.

EGITTO: Il tribunale di Mansura respinge richiesta scarcerazione Zaky

EGITTO: Il tribunale di Mansura respinge richiesta scarcerazione Zaky Lo rende noto il legale dopo l'udienza a Mansura Il tribunale di Mansura, dopo un'udienza durata appena dieci minuti, ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dai legali di Patrick George Zaky, lo studente dell'Università di Bologna arrestato al rientro in Egitto con accuse di propaganda eversiva. "Il ricorso è stato respinto", ha detto uno dei legali del ragazzo Wael Ghaly. All'udienza sul ricorso contro la custodia cautelare di Patrick George Zaky a Mansura hanno assistito quattro diplomatici. Si tratta di due diplomatici di Italia e Svezia che rappresentavano l'Ue nell'ambito del programma di monitoraggio dell'Unione europea, oltre a uno statunitense e a un canadese. Lo si è appreso al palazzo di giustizia della città egiziana. Patrick George Zaky è arrivato al tribunale di Mansura in manette. Entrando, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano come stava, "tutto bene". Zaky, apparentemente in buone condizioni è arrivato ammanettato al poliziotto che lo ha scortato nel locale.

EGITTO: Il tribunale di Mansura respinge richiesta scarcerazione Zaky

EGITTO: Il tribunale di Mansura respinge richiesta scarcerazione Zaky Lo rende noto il legale dopo l'udienza a Mansura Il tribunale di Mansura, dopo un'udienza durata appena dieci minuti, ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dai legali di Patrick George Zaky, lo studente dell'Università di Bologna arrestato al rientro in Egitto con accuse di propaganda eversiva. "Il ricorso è stato respinto", ha detto uno dei legali del ragazzo Wael Ghaly. All'udienza sul ricorso contro la custodia cautelare di Patrick George Zaky a Mansura hanno assistito quattro diplomatici. Si tratta di due diplomatici di Italia e Svezia che rappresentavano l'Ue nell'ambito del programma di monitoraggio dell'Unione europea, oltre a uno statunitense e a un canadese. Lo si è appreso al palazzo di giustizia della città egiziana. Patrick George Zaky è arrivato al tribunale di Mansura in manette. Entrando, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano come stava, "tutto bene". Zaky, apparentemente in buone condizioni è arrivato ammanettato al poliziotto che lo ha scortato nel locale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi