Teleromagna » 16 febbraio 2020

Daily Archives: 16 febbraio 2020

CALCIO: Zerbin e Caturano si fanno in quattro, Imolese travolta

CALCIO: Zerbin e Caturano si fanno in quattro, Imolese travolta Lo scontro salvezza della 26esima giornata di Serie C tra Imolese e Cesena va ai bianconeri con il punteggio di 1-4. Gli uomini di Viali si portano in vantaggio al 37’ con la conclusione di Zerbin che spedisce in rete il traversone di Zampano dalla destra. Replica dopo tre minuti da calcio di rigore Caturano, dopo che Valeri era stato steso in area dall’ex Garattoni. Nella ripresa l’Imolese protesta fortemente per la terza rete di Zerbin, viziata forse dalla caduta di Caturano su Alimi che ha spalancato le porte all’esterno del Cavalluccio, capace di infilare la doppietta personale. Lo imita Caturano al 59’ con una stoccata per il poker di giornata, poi al 78’ Valeau buca Marson sul suo palo per la rete della bandiera. Grazie a questo successo, primo di Viali, il Cesena sale a quota 30 punti in classifica.

RAVENNA: Morto l’ex sindaco Fabrizio Matteucci

RAVENNA: Morto l'ex sindaco Fabrizio Matteucci E' morto l'ex sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci, colpito da un malore domenica mattina. Esponente del Pd, è stato primo cittadino della città romagnola dal 2006 al 2016, per due mandati, e attualmente era direttore dell'Anci dell'Emilia-Romagna. Dal 2000 al 2005 era stato consigliere regionale. Avrebbe compiuto 63 anni il prossimo 21 febbraio. Tra le altre cose, divenne noto a livello nazionale e non solo per la sue battaglie contro la prostituzione in strada. Fu celebre un clamoroso annuncio (poi ritirato) su una possibile campagna fatta di scatti fotografici a trans e clienti a Lido di Classe, nel 2008. In un'altra occasione versò in un tombino alcolici appena acquistati, in un secchiello, facendosi fotografare dai giornalisti, l'estate successiva.  

RIMINI: Commercio mobili, evasione fiscale da cinque milioni di euro

RIMINI: Commercio mobili, evasione fiscale da cinque milioni di euro I militari della Guardia di Finanza di Rimini, al termine di articolate attività di polizia economico-finanziaria, hanno scoperto un’evasione fiscale, tra redditi ed Iva, da 5 milioni di euro ed hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni e disponibilità finanziarie per un ammontare di un milione e mezzo di euro.  Il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale di Pistoia, nei confronti di un sessantenne, residente a Riccione, legale rappresentante di una società operante nel settore del commercio di mobili.

CESENATICO: Morto Babbi, malato di cancro ‘adottato’ dalla sua azienda

CESENATICO: Morto Babbi, malato di cancro 'adottato' dalla sua azienda E' morto a 24 anni Steven Babbi, giovane di Cesenatico che lottava da 13 anni contro il sarcoma di Ewing, forma tumorale molto aggressiva. A dare la notizia è l'azienda Siropack, per cui lavorava. Il suo caso fece il giro d'Italia nel 2017 quando, avendo superato i 180 giorni di assenza dal lavoro previsti dalla legge, gli fu sospesa l'indennità di malattia da parte dell'Inps. Fu così che proprio la sua azienda, attiva nel settore degli imballaggi, intervenne, continuando a pagargli lo stipendio. E per quel gesto i titolari della società Barbara Burioli e Rocco De Lucia, sono stati nominati dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. "Lotteremo con ancor maggiore determinazione per tenere viva la sua testimonianza e dare voce alla richiesta di escludere dal limite di 180 giorni di malattia retribuita annuale tutti i malati oncologici, per restituire a ciascun lavoratore quella dignità che Steven ha dimostrato fino alla fine, e per far sì che il nostro Paese destini più fondi alla ricerca affinché i nostri malati possano avere una maggiore speranza di vita", scrive ora l'azienda su Facebook. Il funerale sarà lunedì alle 14.30 nella chiesa 'Bagnarola' di Cesenatico.

RIMINI: Migrante vuole tornare in Gambia, ma non può partire

RIMINI: Migrante vuole tornare in Gambia, ma non può partire  E' arrivato un anno fa su un barcone, ma in Italia non vuole più stare. Vorrebbe ritornare in patria, in Gambia, ma non ha il passaporto e quindi non può partire. E' la storia di un migrante di 29 anni, richiedente asilo, sollevata dalla vicesindaco di Rimini Gloria Lisi e raccontata dalla stampa locale. "Il paradosso – dice Lisi – è che non riusciamo ad accontentare i migranti. Il famoso decreto Salvini, che doveva rendere più facili i rimpatri, in realtà non aiuta affatto". E, nel caso specifico, il gambiano "sta dando segnali di squilibrio psichico e insofferenza perché non sopporta più la situazione". In pratica il giovane, con un permesso temporaneo, non può partire perché non ha il passaporto e mancano accordi bilaterali tra Italia e Gambia per il rimpatrio.

FERRARA: Minacciava il vicino di casa con balestra e frecce, arrestato 41enne a Bondeno

FERRARA: Minacciava il vicino di casa con balestra e frecce, arrestato 41enne a Bondeno I Carabinieri di Bondeno, nel Ferrarese, hanno arrestato un operaio 41enne incensurato, ritenuto pericoloso stalker. L’uomo da tempo aveva preso di mira un proprio vicino di casa 59enne, danneggiandogli l’auto tanto da renderla inservibile, ed in seguito l’abitazione, cui a più riprese erano stati danneggiati i vetri delle finestre. L’arrestato da ultimo aveva danneggiato finestre e porta del garage della vittima, addirittura utilizzando una balestra con cui aveva scagliato numerose frecce. I militari hanno sorpreso il 41enne nel cortile della propria abitazione, travisato con una maschera carnevalesca e con la balestra munita di frecce, poco dopo aver lanciato l’ennesimo dardo contro la finestra del balcone del proprio vicino. Per sottrarsi al controllo ha tentato di investire i militari con la propria auto ma è stato bloccato e condotto in caserma. Forse una semplice antipatia personale o dissidi condominiali alla base degli atti persecutori messi in atto dall’operaio  che deteneva in casa, numerosi coltelli, una fionda con biglie d’acciaio,un passamontagna e un’uniforme da Tenente Paracadutista dell’Esercito Italiano, sulla cui provenienza sono in corso verifiche.  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi