Teleromagna » 28 febbraio 2020

Daily Archives: 28 febbraio 2020

TG SERA del 28/02/2020

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

21 PANORAMA BASKET del 25/02/2020

Panorama Basket è una finestra sul mondo del basket made in Romagna. La trasmissione segue l’evoluzione dei principali campionati di pallacanestro in cui figurano squadre romagnole. Quest’anno riflettori puntati sulla Unieuro Pallacanestro Forlì 2.015 Piero Manetti Basket Ravenna, Andrea Costa Imola, Raggisolaris Faenza, Tigers Amadori Cesena, Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini. Questa Dodicesima edizione è condotta da Enrico Pasini, affiancato da Franceska Picari. Il tutto condito dai nostri #sondaggi#concorsi e dalle vostre domande su whatsappi. Panorama Basket va in onda su Teleromagna ogni martedì alle ore 21.05. Ospiti di questa puntata sono:  il Coach Gabriele Ceccarelli, Il responsabile delle #giovani della Pallacanestro Forlì 2.015 Ferruccio Tassinari, l'ala dei Raggisolaris Faenza, Marco Petrucci. Al telefono il general manager di Basket Ravenna Piero Manetti, Julio Trovato.

 

Senza categoria

ROMA: Stupri di Miramare, la Cassazione, “Butungu feroce e consapevole”

ROMA: Stupri di Miramare, la Cassazione, "Butungu feroce e consapevole" Ecco le motivazioni della conferma della condanna a 16 anni per capo del 'branco' Niente sconti di pena per gli stupri di gruppo avvenuti a Rimini per la ferocia che li ha connotati e per la consapevolezza del male che stava facendo da parte del giovane uomo che è stato il capo 'branco', unico maggiorenne, di questi fatti di "enorme gravità" nei quali hanno agito con violenza negli abusi anche tre minori stranieri. Lo afferma la Cassazione che ha così motivato il no alle attenuanti chieste dalla difesa di Guerlin Butungu, il 23enne congolese condannato a 16 anni di reclusione per i due stupri terribili avvenuti la notte del 25 agosto 2017 a Rimini. Una vicenda che aveva seminato il panico nella riviera romagnola per la particolare violenza e ferocia nei confronti delle vittime, una coppia di giovani polacchi e una transessuale peruviana. In pochi giorni il gruppo venne arrestato dopo che la notizia delle loro violenze aveva fatto il giro del mondo per la notorietà della località turistica dove era avvenuta. Ad avviso della Suprema Corte, correttamente i giudici di merito hanno negato le attenuanti per "l'enorme gravità delle condotte poste in essere, la loro serialità, il ruolo di 'capo' che Butunga ha assunto nella gestione delle violenze sessuali ripetute con modalità che rasentano la ferocia". A questo quadro già mal messo, si deve aggiungere – sottolinea il verdetto 8104 depositato oggi e relativo all'udienza del 12 dicembre – "la palese mancanza di qualsivoglia rielaborazione critica" di quanto commesso e di qualunque "manifestazione di pentimento", oltre al fatto che il 23enne ha tenuto "una condotta processuale tesa a negare l'evidenza". A fronte di tutto ciò – proseguono i supremi giudici – la difesa di Butungu vorrebbe utilizzare "la stessa ferocia come sintomo di mancanza di responsabilità quando risulta palese la preordinazione delle condotte, la volontarietà delle stesse e la capacità dell'imputato di cogliere pienamente il disvalore morale, sociale e giuridico delle aggressioni poste in essere come risulta evidenziato dalla scelta dei luoghi e delle occasioni in cui approcciare le vittime e dalla ricerca di vittime in inferiorità numerica e fisica sfruttando l'agire di un vero e proprio branco". Per queste ragioni, è stata ritenuta "congrua, logica e coerente" la sentenza emessa dalla Corte di Appello di Bologna il 19 ottobre 2018. A nove anni e otto mesi sono stati condannati dalla giustizia minorile i due fratelli egiziani e il ragazzo nigeriano che hanno fatto attivamente parte del branco. Butungo è stato condannato non solo per stupri di gruppo, anche per aver dato droga ai suoi complici, per lesioni e per rapine. Anche in Cassazione il Comune di Rimini, la Regione Emilia Ronagna e la Ausl Romagna si sono costituite parte civile, come le due vittime di nazionalità polacca. Anche il ragazzo era stato selvaggiamente picchiato perchè cercava di difendere la ragazza 26enne che era con lui. Hanno riportato lesioni permanenti. In Polonia il caso è stato molto seguito e i media sono stati presenti anche all'udienza presso la Suprema Corte.

Tg Sport del 28/02/20

Il TG Sport di Teleromagna va in onda dal lunedì al sabato alle 14.15 circa e nella versione breve all’interno dei Telegiornali delle 19, 20.30 e dell’una di notte. L’edizione si apre con le notizie principali della giornata, seguono le prime pagine dei quotidiani sportivi e infine “L’Opinione” di Luciano Poggi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi