Teleromagna » 12 aprile 2020

Daily Archives: 12 aprile 2020

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, il bollettino di Pasqua, dati stabili

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, il bollettino di Pasqua, dati stabili Sono 20.098 i casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 463 in più rispetto a ieri. E hanno raggiunto quota 96.704 i test effettuati, 4.945 in più. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi, domenica 12 aprile, sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Complessivamente, 8.812 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (245 in più rispetto a ieri). 335 le persone ricoverate in terapia intensiva: sei in meno di ieri. E diminuiscono anche i pazienti ricoverati in terapia non intensiva, negli altri reparti Covid (-39). Purtroppo, si registrano 83 nuovi decessi: 45 uomini e 38 donne. Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 3.862 (+203), delle quali 1.953 riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 1.909 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 11 residenti nella provincia di Piacenza, 18 in quella di Parma, 13 in quella di Reggio Emilia, 9 in quella di Modena, 18 in quella di Bologna, (nessuno nell’imolese), 3 in quella di Ferrara, 5 nella provincia di Forlì-Cesena (3 nel forlivese e 2 nel cesenate), 3 in quella di Rimini, 2 in provincia di Ravenna e 1 non residente in Emilia-Romagna. Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 3.100 a Piacenza (37 in più rispetto a ieri), 2.531 a Parma (19 in più), 3.849 a Reggio Emilia (84 in più), 3.087 a  Modena (76 in più), 2.854  a  Bologna (116 in più), 343 a Imola (6 in più), 616 a Ferrara (36 in più). In Romagna sono complessivamente 3.718  89 in più), di cui 801 a Ravenna (12 in più), 661 a Forlì (19 in più), 550 a Cesena (29 in più), 1.706 a Rimini (29 in più).

IMOLA: Scout e volontari scendono in campo al servizio della comunità | VIDEO

IMOLA: Scout e volontari scendono in campo al servizio della comunità | VIDEO Sono stati chiamati in causa dalle amministrazioni locali per supportare la Protezione Civile e per espletare servizi di pubblica utilità. Negli ultimi tempi si è parlato molto del volontariato attraverso i volti e gli esempi di chi si rende disponibile per portare la spesa a casa di persone anziane, oppure i farmaci, o ancora le mascherine. Una macchina che lavora silenziosamente a ciclo continuo e che in un periodo come questo conta decine di migliaia di persone impegnate in tutta la regione. A Imola per esempio è iniziata la distribuzione casa per casa delle 31mila mascherine, rientranti nel computo dei 2 milioni di pezzi acquistati e messi a disposizione dall’Emilia Romagna, cui stanno provvedendo anche i capi scout dell’Agesci. In città poi, solo nei primi 3 giorni di attivazione della procedura per ricevere i buoni spesa, sono pervenute 350 domande ben compilate, ed altre ancora stanno richiedendo agli uffici comunali ulteriori verifiche. Intanto però c’è chi ha necessità immediata di generi alimentari ed anche in questo casa i volontari si sono attivati per accelerare la raccolta, e la distribuzione di viveri attraverso la Caritas e la Croce Rossa cui collabora l’associazione Bof.

EMILIA-ROMAGNA: Herambiente in aiuto dell’agricoltura con il compost gratuito | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Herambiente in aiuto dell'agricoltura con il compost gratuito | VIDEO Un contributo concreto per le aziende agricole del territorio emiliano romagnolo alle prese con l'emergenza coronavirus. Herambiente, società del Gruppo Hera, ha deciso infatti di mettere a disposizione gratuitamente il compost prodotto nei propri impianti per sostenere la filiera locale, consapevole degli sforzi e dei sacrifici che questa particolare situazione comporta per le imprese. Il compost che sarà regalato è quello prodotto nei sei impianti di Herambiente in Emilia-Romagna, partendo dai rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata locale dei cittadini. Dalle 370.000 tonnellate di rifiuti trattati ogni anno si ricavano 50.000 tonnellate di compost, attraverso un processo naturale di decomposizione. Il recupero della sostanza organica negli impianti della società permette di ricavare anche biogas o biometano. Il compost è provvisto di una certificazione di qualità e potrà essere utilizzato nei piani di fertilizzazione delle aziende agricole. I sei impianti di Herambiente sono situati nelle province di Bologna (Impianto produzione Biometano a Sant'Agata Bolognese), Ferrara (Impianto di compostaggio a Ostellato), Forlì-Cesena (Impianto di digestione anaerobica e compostaggio in località Tessello a Cesena), Rimini (Impianto di digestione anaerobica e compostaggio in località Ca’ Baldacci a Rimini) e Ravenna (Impianto di digestione anaerobica e compostaggio a Voltana di Lugo). Fino a esaurimento scorte, e comunque non oltre il 31 luglio 2020, nel rispetto della normativa vigente (DPCM 22 marzo 2020) sarà possibile ritirare il compost su appuntamento scrivendo a biofertilizzanti-herambiente@gruppohera.it. Il ritiro potrà avvenire gratuitamente con mezzi propri. In caso di necessità di consegna sarà possibile richiederla dietro pagamento.

AUSTRALIA: Covid-19, lieve la situazione a Sydney, “Le regole sono rispettate” | VIDEO

AUSTRALIA: Covid-19, lieve la situazione a Sydney, "Le regole sono rispettate" | VIDEO Sarebbe dovuta approdare a Milano per il primo lavoro dopo la laurea magistrale ottenuta in International managment, ma Roberta Baccanti dall’Olanda si è trasferita a Sydney. La donna milanese, ma residente a Cesena dove ha vissuto per tanti anni, ha lasciato i Paesi Bassi a fine febbraio e deciso di raggiungere, insieme al proprio fidanzato, i genitori in Australia. La situazione nel continente è molto meno grave rispetto all’Europa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi