Teleromagna » 29 giugno 2020

Daily Archives: 29 giugno 2020

TG SERA del 29/06/2020

Il Telegiornale di Teleromagna da oltre quarant’anni è uno dei pilastri dell’informazione locale romagnola. Grazie alle varie redazioni e ai suoi corrispondenti, vi racconta quotidianamente tutte le vicende del territorio. Il Telegiornale va in onda alle 7 – 14 – 19 – 20.30 e all’una di notte.

EMILIA-ROMAGNA: Covid19, due nuovi decessi a Ravenna e Modena

EMILIA-ROMAGNA: Covid19, due nuovi decessi a Ravenna e Modena Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 28.472 casi di positività, 16 in più rispetto a ieri, di cui 11 persone asintomatiche individuate attraverso l’attività di screening regionale.  I nuovi tamponi effettuati sono 2.721, che raggiungono così complessivamente quota 489.451, a cui si aggiungono altri 1.095 test sierologici, fatti sempre da ieri. Le nuove guarigioni sono 24 per un totale di 23.185, l'81% dei contagiati da inizio crisi. Scendono i casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 1.032 (10 in meno rispetto a ieri). Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 909, 13  in meno rispetto a ieri, l’88% di quelle malate. I pazienti in terapia intensiva sono 12, come ieri, quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 111 (+3). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 23.185 (+24): 250 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 22.935 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Purtroppo, si registrano 2 nuovi decessi: due donne residenti in provincia di Modena e Ravenna. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a quota 4.255. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.546 a Piacenza (+1, asintomatico), 3.653 a Parma (+4, tutti asintomatici), 3.948 a Modena (+2, di cui 1 asintomatico),  4.899 a Bologna (+7, di cui 3 asintomatici). I casi di positività in Romagna sono 4.998 (+2, entrambi asintomatici a Cesena). Invariati i casi di positività a Reggio Emilia: 5.002; a Imola: 404; a Ferrara: 1.022; a Ravenna: 1.049; a Forlì: 959; a Rimini: 2.194. /PF

IMOLA: Carabiniere investito, acquisite le immagini delle telecamere

IMOLA: Carabiniere investito, acquisite le immagini delle telecamere I carabinieri stanno acquisendo le immagini delle telecamere di sorveglianza, tra Ravennate e Bolognese, per trovare gli uomini che, nelle prime ore di questa mattina a Mordano hanno investito un carabiniere, ora ricoverato all'ospedale Maggiore. Le immagini serviranno a ricostruire i movimenti della banda composta da 3 o 4 persone – sono ancora in corso accertamenti da parte della Compagnia di Imola – che alle 3.45 ha messo a segno un furto in un bar tabaccheria a Fusignano, in provincia di Ravenna. Dopo avere forzato una vetrata, hanno portato via alcune stecche di sigarette e, probabilmente essendosi accorti che qualcuno li aveva visti, sono scappati salendo a bordo di un'Alfa 159. A Mordano, tra le vie Ponte, Lughese e Cavallazzi, vedendo la pattuglia dei militari, la vettura si è fermata e sono scese una o due persone, elemento ancora al vaglio dei militari coordinati nelle indagini dal pm Marco Imperato. L'autista e probabilmente un altro passeggero sono ripartiti, travolgendo il capo equipaggio, da anni impegnato nel nucleo radiomobile di Imola. Non sono stati esplosi colpi di arma da fuoco e l'Alfa è poi stata rinvenuta bruciata dalla polizia in via Rivani, in periferia a Bologna. Gli uomini sono ricercati per tentato omicidio.

BOLOGNA: Focolaio covid alla Bartolini, scritta “untore” sul mezzo di un corriere

BOLOGNA: Focolaio covid alla Bartolini, scritta "untore" sul mezzo di un corriere Un foglio con la scritta 'untore' a pennarello. L'ha trovata sul furgone che usa per le consegne un corriere della Bartolini, l'azienda dove nei giorni scorsi nel magazzino Roveri di Bologna è scoppiato un focolaio di Coronavirus, con un centinaio di casi. A segnalare il fatto è Cathy La Torre, avvocato e attivista bolognese. "Il lavoratore – scrive su Facebook – ha chiesto di restare anonimo per paura di eventuali ritorsioni. E già questo dimostra che ci muoviamo in una vicenda dai contorni poco chiari. Secondo le denunce di tutti i sindacati, il settore della logistica riserva ai lavoratori condizioni di lavoro pessime, tra contratti pirata, straordinari non pagati, turni massacranti, precarietà e dunque ricattabilità diffusa. Mi duole che nella mia Bologna qualcuno colpevolizzi chi è vittima di un mercato del lavoro che spinge a ignorare pure le più banali precauzioni per fingere che tutto sia già tornato 'come prima'"

EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini, “L’Ue capisca che turismo è asset fondamentale” | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini, "L'Ue capisca che turismo è asset fondamentale" | VIDEO Il Parlamento Europeo ha organizzato oggi un convegno sulle opportunità che l'Unione può rappresentare per il turismo della nostra regione. Chiare le richieste del presidente Bonaccini.   La crisi pandemica ha portato a rinnovate sensibilità sulle priorità che le istituzioni devono considerare nella crisi. Tra queste c'è anche il settore del turismo, duramente colpito dai mesi di lockdown. Per questo motivo il parlamento Europeo ha messo attorno a un tavolo tutti i principali attori del settore per fare il punto della situazione e soprattutto analizzare le opportunità che l'Unione può rappresentare per il comparto. Chiare le richieste di Bonaccini. "L'Unione Europea deve capire che il turismo, in uno dei luoghi del mondo dove è concentrata gran parte della bellezza e dei siti culturali e architettonici, deve diventare un elemento di asset fondamentale per il futuro delle nostre economie, diversamente sprecherà una grande occasione". Così il presidente emiliano-romagnolo Stefano Bonaccini intervenendo a un seminario organizzato dal Parlamento Europeo. "Dico sempre – ha aggiunto – che ci salveranno la cultura e la bellezza. Noi puntiamo lì, il turismo è molto legato a questo. Noi – ha spiegato – nel nuovo 'Patto per il lavoro', che scriveremo a fine settembre, e per il clima, dove indicheremo le priorità per i prossimi dieci anni  seguendo l'agenda ONU 20-30, torneremo a inserire il turismo come uno dei pilastri su cui costruire una nuova economia", ha concluso. "Noi dobbiamo chiedere all'Europa, se vuole avere attenzione al turismo, tre asset di finanziamenti: investimenti per infrastrutture viarie e ferroviarie, e quindi materiali, e immateriali, cioè la digitalizzazione completa". Lo ha detto Stefano Bonaccini, governatore dell'Emilia-Romagna, durante un evento sul turismo regionale organizzato dal Parlamento Europeo. Secondo il presidente emiliano-romagnolo servono inoltre  "risorse per investimenti sulle strutture ricettive che vanno migliorate anche qui da noi e risorse per la promozione turistica". "L'Europa dovrebbe sostenere la bellezza". Lo afferma Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, intervenendo in videoconferenza a un evento sul turismo in regione organizzato dal Parlamento Europeo. "Noi avremmo bisogno – spiega – di usare parte delle risorse europee per fare ancora meglio rispetto a tutto il tema dei waterfront, cioè una cartolina che permetta sui litorali di avere la qualità e la sostenibilità dei luoghi nei quali si va".  "Tra le richieste di autonomia differenziata noi non abbiamo inserito quella della promozione turistica all'estero perché credo che l'Italia nel mondo abbia bisogno di promuoversi come paese, come Italia, e troverei ridicolo che ogni regioni pensi di promuoversi da sola". Così Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, durante un seminario promosso dal Parlamento Europeo che sta facendo il punto della situazione sulle opportunità di rilancio offerte dall'Unione per il settore turistico regionale. "Dentro a quella promozione però – ha aggiunto – noi crediamo che alcuni riferimenti come la musica e lo sport, con gli strumenti digitali di oggi, siano formidabili veicoli di promozione del territorio". 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi