BOLOGNA: La GdF scopre oltre 100 domande irregolari per i “buoni spesa”

Cronaca
BOLOGNA:  La GdF scopre oltre 100 domande irregolari per i “buoni spesa” Sono state un centinaio su 288 controllate, le dichiarazioni irregolari per ottenere i “buoni spesa”. A scoprirle, a Molinella, nel Bolognese, è stata la Guardia di Finanza. Si tratta di 71 false autocertificazioni da parte di nuclei familiari, che hanno dichiarato di non aver fonti di sostentamento finanziario e di ulteriori 33 autocertificazioni riportanti dati sulla posizione reddituale non compatibili con i parametri necessari per l'ottenimento dei buoni. E' emerso infatti come uno o più componenti dei nuclei familiari destinatari dei controlli nei mesi di marzo ed aprile abbiano regolarmente percepito lo stipendio, o altre entrate per cospicui importi, o siano risultati percettori di reddito di cittadinanza o di indennità di disoccupazione. Le irregolarità saranno segnalate all'autorità amministrativa per le ipotesi di indebita percezione di erogazioni pubbliche, nonché all'Ente locale per il recupero dei contributi erogati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi