BOLOGNA: Party sulla contraccezione “blasfemo e provocatorio”, la polemica blocca l’evento

Attualità
BOLOGNA: Party sulla contraccezione “blasfemo e provocatorio”, la polemica blocca l'evento Voleva essere una festa universitaria dedicata alla sessualità consapevole e all’informazione sulle potenziali conseguenze del sesso non protetto. Peccato che la scelta del titolo, “Immacolata con(trac)cezione”, della grafica pubblicitaria, una Madonna attorniata da confezioni di profilattici, e del claim, "preservativi contro i cattivi", abbia scatenato una feroce e trasversale polemica a livello sociale, politico e religioso, amplificata dalle voci del senatore Simone Pillon e della stessa Curia bolognese. Alla fine il party previsto per venerdì sera è stato annullato anche a seguito di «un cavillo burocratico trovato dall’università di Bologna per annullarci la festa», come riportano gli organizzatori. «Libera da qualunque strumentalizzazione politica, la chiesa da sempre educa alla libertà e al rispetto», scrive la diocesi in una nota, ricordando che «domenica 8 dicembre festeggeremo l'Immacolata Concezione senza offendere gli altri e le loro credenze».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi