BOLOGNA: Siria, gruppo attivisti blocca check-in Turkish Airlines al Marconi

Attualità
BOLOGNA: Siria, gruppo attivisti blocca check-in Turkish Airlines al Marconi Blitz dei collettivi all'Aeroporto Marconi di Bologna in segno di protesta contro la Turchia e in solidarietà a quanto sta accedendo in Siria: una ventina di attivisti, con tanto di striscione, stanno bloccando l'accesso ai due check-in della Turkish Airlines per il volo Bologna Instanbul in programma per le 11.10 e ora segnalato in ritardo sulla partenza. L'Aeroporto è in contatto con la polizia per sbloccare la situazione.  "Siamo qua per condannare ogni accordo tra l'unione Europea e Turchia e stiamo bloccando il volo di Turkish Airlines". Così centri sociali, collettivi e movimenti annunciano in una nota la protesta in corso stamattina all'aeroporto Marconi contro la compagnia aerea turca. "Da ormai una settimana la Turchia ha dichiarato guerra alla Siria del nord e dell'est. Davanti agli occhi del mondo, Erdogan sta invadendo e bombardando l'esperienza confederale del Rojava. Le notizie che ci arrivano dal fronte testimoniano la brutalità di questo attacco- si legge in un comunicato firmato da più sigle: Rete Jin, Non Una Di Meno, Vag61, Crash, Cua, Circolo anarchico Berneri, Làbas, Tpo, Xm24, Coordinamento migranti, Connessioni Precarie- le morti dei civili già non si contano ed è di qualche giorno fa la notizia dell'esecuzione dell'attivista femminista Harvin Khalaf, stuprata e uccisa barbaramente dai miliziani armati dalla Turchia" . Annunciata anche una nuova mobilitazione sabato a Bologna in piazza XX settembre.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi