Attualità

FIRENZE: Terremoto Mugello, ripresa circolazione dei treni

FIRENZE: Terremoto Mugello, ripresa circolazione dei treni È ripresa alle 8.25 la circolazione dei treni sulla linea ad Alta velocità nei pressi del nodo di Firenze, sospesa subito dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4.5 che ha interessato l’area del Mugello per consentire ai tecnici di effettuare le necessarie verifiche. Il traffico ferroviario, sottolinea Rfi, è ripreso anche sulla linea convenzionale tra Firenze e Roma e, gradualmente, anche sulle linee Pistoia-Porretta Terme, Firenze-Empoli, Bologna-Prato convenzionale e Prato-Pistoia. Resta invece ancora sospesa la Firenze-Borgo San Lorenzo, via Pontassieve, “dove – dice la società – sono in fase avanzata le verifiche dello stato dell’infrastruttura da parte dei tecnici di Rfi”. Molti dei treni ripartiti scontano i ritardi accumulati in seguito alla sospensione decisa per consentire ai tecnici di effettuare le verifiche sulla linea.

RIMINI: Chiuso il ponte Marazzano sul fiume Conca, il presidente Santi “Sta collassando”

RIMINI: Chiuso il ponte Marazzano sul fiume Conca, il presidente Santi “Sta collassando” Con un’ordinanza urgente il presidente della provincia Riziero Santi ha disposto ieri (venerdì) la chiusura immediata e totale del ponte Marazzano Taverna che collega i comuni di Gemmano e Montescudo-Montecolombo attraversando il fiume Conca. La scelta è stata presa dopo l’ennesimo sopralluogo dei tecnici dell’agenzia della protezione civile, il quale ha evidenziato una situazione di instabilità di un pilone, compromesso dalle piene dei giorni scorsi causate dalle abbondanti piogge. Le prossime verifiche serviranno per accertare se il ponte possa essere sistemato o se vada abbattuto per costruirne uno nuovo, con tempi di attesa dilatati. Immancabili i disagi per i residenti, costretti ora a usare il ponte della frazione Molino Renzini o quello di Osteria nuova, i quali distano fra loro quasi 12 chilometri.

BOLOGNA: Party sulla contraccezione “blasfemo e provocatorio”, la polemica blocca l’evento

BOLOGNA: Party sulla contraccezione “blasfemo e provocatorio”, la polemica blocca l'evento Voleva essere una festa universitaria dedicata alla sessualità consapevole e all’informazione sulle potenziali conseguenze del sesso non protetto. Peccato che la scelta del titolo, “Immacolata con(trac)cezione”, della grafica pubblicitaria, una Madonna attorniata da confezioni di profilattici, e del claim, “preservativi contro i cattivi”, abbia scatenato una feroce e trasversale polemica a livello sociale, politico e religioso, amplificata dalle voci del senatore Simone Pillon e della stessa Curia bolognese. Alla fine il party previsto per venerdì sera è stato annullato anche a seguito di «un cavillo burocratico trovato dall’università di Bologna per annullarci la festa», come riportano gli organizzatori. «Libera da qualunque strumentalizzazione politica, la chiesa da sempre educa alla libertà e al rispetto», scrive la diocesi in una nota, ricordando che «domenica 8 dicembre festeggeremo l’Immacolata Concezione senza offendere gli altri e le loro credenze».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi