Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Taglio dell’Irap per i comuni montani, 36 milioni dalla Regione | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Taglio dell’Irap per i comuni montani, 36 milioni dalla Regione | VIDEO Via libera dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna al provvedimento preparato dalla Giunta che prevede il taglio dell’Irap per le aziende dei 97 Comuni classificati come totalmente montani. La legge, spiega una nota, prevede il raccordo fra la Regione e l’Agenzia delle Entrate per la sua concreta applicazione: nel dettaglio la norma sarà operativa attraverso un bando per il quale l’Emilia-Romagna mette a disposizione 36 milioni di euro nel triennio 2019-21, 12 milioni per annualità, fondi già stanziati e inseriti a bilancio. Il contributo, che sarà concesso in proporzione all’importo 2017, si configura come credito d’imposta, da utilizzarsi per il pagamento delle imposte negli anni 2020- 22. Sarà concesso in proporzione all’importo Irap dichiarato, per un importo fino a 5.000 euro l’anno con un beneficio che potrà arrivare fino ad un massimo di 3.000 euro l’anno. Ogni impresa vedrà coperto il 100% dell’imposta Irap 2017 fino a 1.000 euro, a cui si aggiungerà il 50% dell’imposta Irap 2017 per lo scaglione da 1.000 a 5.000 euro. Le aziende nate dopo il primo gennaio 20218 potranno ottenere un contributo di 1.000 euro all’anno, che sarà moltiplicato per 3 annualità e concesso con unico atto, ovvero 3 mila euro in un’unica soluzione a coprire il triennio, periodo in cui l’imposta può risultare così azzerata. Inoltre è previsto un contributo raddoppiato per start-up innovative e imprese ‘slot free E-R’. Ad essere interessate dalla misura regionale sono circa 12.000 imprese.
 

RIMINI: Federalberghi querela chi diffama il turismo balneare. Ferragosto sold out | VIDEO

RIMINI: Federalberghi querela chi diffama il turismo balneare. Ferragosto sold out | VIDEO La riviera romagnola si prepara per il sold out di Ferragosto, a dispetto di chi credeva che il turismo balneare nel riminese fosse in declino. Nel frattempo c’è anche chi ha deciso di cominciare a difendersi dai commenti diffamatori, come Federalberghi Rimini che tramite la sua presidente Patrizia Rinaldis ha sporto querela per diffamazione contro le opinioni a un articolo del quotidiano di informazione online “RiminiToday” pubblicato su Facebook. L’autore del commento in questione ha definito, tra le altre cose, il mare “una fogna, pieno di escrementi” e gli operatori balneari “porci, arraffoni, fannulloni”. La decisione di sporgere denuncia alla polizia postale, che ora sta indagando sul fatto, è supervisionata dall’operato dell’avvocato Maurizio Ghinelli. Ora si attende che la procura formalizzi l’accusa di reato.

«Sicuramente non siamo di fronte al panico da mucillagine del 1989», ci tiene a sottolineare Rinaldis, «stiamo attraversando un periodo di crisi che non riguarda soltanto Rimini, o la Romagna, ma tutta Italia. Una crisi di mercato, economica, che forse non ci aspettavamo così pesante e che spesso impedisce alla famiglie di fare le vacanze che desiderano, anche qui da noi. Il sistema Italia deve ricominciare a rivedere le politiche di promozione in tutto il mondo. Le nostre quote internazionali, sebbene si attestino sul 27-28 per cento e siamo le più alte della costiera adriatica, sono ancora troppo basse». Sulle difficoltà fronteggiate negli ultimi mesi, tra prenotazioni posticipate ed esitazioni per via delle notizie che si rincorrevano sullo stato di salute dei mari riminesi, Rinaldis assicura: «Il nostro è il mare più sicuro perché è il più controllato d’Italia. L’Emilia-Romagna è l’unica regione che ancora non è stata sanzionata per questo. Ci sono altre località d’Italia molto belle, con mari puliti, ma che non sono serviti da un adeguato sistema di fognature e che scaricano direttamente in mare». Ma la spiaggia, nonostante sia il core business della riviera, non può essere l’unica colonna portante: «Dobbiamo offrire un turismo esperienziale per i mesi più fiacchi, come maggio. Questa stagione ha molte cose da insegnarci: dobbiamo ritrovarci a settembre per parlarne, a tutti i livelli». 

FORLI’: Aeroporto, da parte dei Vigili del Fuoco nessuna preclusione alla riapertura | VIDEO

FORLI': Aeroporto, da parte dei Vigili del Fuoco nessuna preclusione alla riapertura | VIDEO Da parte del Dipartimento dei vigili del Fuoco “non vi è alcuna preclusione alla riapertura dell’aeroporto” di Forlì. E’ quanto precisa lo stesso Dipartimento in merito ad alcune notizie apparse sulla stampa, sottolineando che, dopo la chiusura dello scalo nel  2013, è necessario “reinserire l’aeroporto nell’elenco degli scali nei quali il Corpo assicura direttamente il servizio”. Il Dipartimento afferma, inoltre, di non essere “stato preventivamente coinvolto in fase di stesura del bando o all’atto di sottoscrizione della concessione alla società ‘Fa Srl'”, un problema dovuto, secondo quanto scaturito durante l’incontro del sottosegretario Candiani in Comune a Forlì,  ad una mail “inviata ad un indirizzo inesistente”.  Il Dipartimento attende, quindi,  che la società di gestione integri la richiesta di attivazione, fornendo i dati del traffico aereo per consentire il dimensionamento del presidio dei Vigili del Fuoco. Dopodiché, “sarà necessario ottenere la copertura finanziaria che consenta al Corpo di procedere al necessario aumento organico del personale”. Lo sottolinea, in una nota, anche il sottosegretario all’Interno, Stefano Candiani, “Rallentamenti o difficoltà che ci sono state in questi mesi nella conoscenza di dati essenziali per l’attivazione del servizio antincendio, sono da attribuire ad altri soggetti e non certo ai vigili del fuoco”. Parole che hanno fatto scattare la polemica di alcuni parlamentari di opposizione, come il grillino Ugo De Girolamo che giudica “incredibile ci si permetta di screditare l’operato di Enac e del Ministero delle Infrastrutture e dei

Trasporti riguardo all’iter di assegnazione dei Vigili del fuoco all’aeroporto di Forlì”.

 

 

ROMAGNA: In arrivo temporali e un abbassamento delle temperature

ROMAGNA: In arrivo temporali e un abbassamento delle temperature A partire dal pomeriggio di martedì, e nel corso di tutta la notte, sono previsti temporali anche intensi soprattutto nelle aree di pianura. Associate ai temporali, non si escludono forti raffiche di vento e locali grandinate. I fenomeni temporaleschi tenderanno a spostarsi verso i settori orientali nel corso della mattina di mercoledì 14 agosto, con tendenza all’esaurimento nella seconda parte della giornata.

ROMAGNA: In arrivo temporali e un abbassamento delle temperature

ROMAGNA: In arrivo temporali e un abbassamento delle temperature A partire dal pomeriggio di martedì, e nel corso di tutta la notte, sono previsti temporali anche intensi soprattutto nelle aree di pianura. Associate ai temporali, non si escludono forti raffiche di vento e locali grandinate. I fenomeni temporaleschi tenderanno a spostarsi verso i settori orientali nel corso della mattina di mercoledì 14 agosto, con tendenza all’esaurimento nella seconda parte della giornata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi