Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, nessun decesso e 47 nuovi positivi

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, nessun decesso e 47 nuovi positivi Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 28.869 casi di positività, 47 in più rispetto a ieri, di cui 29 persone asintomatiche individuate nell’ambito dello screening regionale. Dei nuovi casi, 22 si registrano nella provincia di Bologna e 12 sono legati al focolaio individuato in questi giorni in un’azienda del comparto logistico. Nessun nuovo decesso in regione e il numero totale resta quindi 4.269. Questi i nuovi casi di positività sul territorio: a Piacenza (invariato), a Parma (+4), a Reggio Emilia (+2), a Modena (+5),  a Bologna (+22, di cui 11 sintomatici); a Imola (invariato), a Ferrara (+4, di cui 3 sintomatici); a Ravenna (+1 sintomatico), a Forlì (+1 sintomatico), a Cesena (+4) e a Rimini (+4, di cui 2 sintomatici).Le quattro pazienti di Rimini sono tutte di sesso femminile, 3 delle quali di rientro dall’estero, una italiana e due straniere, che per questo motivo erano già in isolamento domiciliare ed hanno effettuato il tampone. Le pazienti sono residenti a Rimini (2), San Giovanni in Marignano ed una fuori provincia. Due presentano lievi sintomi.

ROMAGNA: Ravenna Festival, Muti dirige due capolavori Dvorak

ROMAGNA: Ravenna Festival, Muti dirige due capolavori Dvorak Messaggio integrazione sociale domenica alla Rocca Brancaleone.

È un messaggio di integrazione sociale quello dietro ai due capolavori sinfonici di Antonín Dvorak – la Sinfonia n.9 ‘Dal nuovo mondo’ e il Concerto per violoncello e orchestra n.2 – in programma nell’ambito di Ravenna Festival alla Rocca Brancaleone domenica 12 luglio, alle21.30, con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Riccardo Muti, solista Tamás Varga, primo violoncello dei Wiener per oltre vent’anni. Nel 1892 il compositore boemo fu invitato dalla mecenate Jeannette Thurber a dirigere il Conservatorio di New York, una delle prime scuole ad ammettere donne e afroamericani. Sotto la direzione di Dvorak, il Conservatorio diventò un modello di avanguardia e meritocrazia. Tra i suoi studenti anche il compositore afroamericano Harry Burleigh, che fece conoscere a Dvorak lo sterminato repertorio spiritual e dei nativi. Unendo i due patrimoni popolari, quello boemo e quello americano, nacquero la Sinfonia n.9 ‘Dal nuovo mondo’, che nel 1893 debuttò con successo alla Carnegie Hall, e il Secondo Concerto per violoncello, ancor oggi la composizione concertante per violoncello più eseguita e amata al mondo. Il concerto, realizzato con il contributo di Bper Banca, è già ‘sold-out’, ma sarà in diretta streaming gratuita su ravennafestival.live (dove sarà fruibile on demand fino al 15 agosto) in collaborazione con Riccardo Muti Music.

ROMAGNA: Ravenna Festival, Muti dirige due capolavori Dvorak

ROMAGNA: Ravenna Festival, Muti dirige due capolavori Dvorak Messaggio integrazione sociale domenica alla Rocca Brancaleone.

È un messaggio di integrazione sociale quello dietro ai due capolavori sinfonici di Antonín Dvorak – la Sinfonia n.9 ‘Dal nuovo mondo’ e il Concerto per violoncello e orchestra n.2 – in programma nell’ambito di Ravenna Festival alla Rocca Brancaleone domenica 12 luglio, alle21.30, con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Riccardo Muti, solista Tamás Varga, primo violoncello dei Wiener per oltre vent’anni. Nel 1892 il compositore boemo fu invitato dalla mecenate Jeannette Thurber a dirigere il Conservatorio di New York, una delle prime scuole ad ammettere donne e afroamericani. Sotto la direzione di Dvorak, il Conservatorio diventò un modello di avanguardia e meritocrazia. Tra i suoi studenti anche il compositore afroamericano Harry Burleigh, che fece conoscere a Dvorak lo sterminato repertorio spiritual e dei nativi. Unendo i due patrimoni popolari, quello boemo e quello americano, nacquero la Sinfonia n.9 ‘Dal nuovo mondo’, che nel 1893 debuttò con successo alla Carnegie Hall, e il Secondo Concerto per violoncello, ancor oggi la composizione concertante per violoncello più eseguita e amata al mondo. Il concerto, realizzato con il contributo di Bper Banca, è già ‘sold-out’, ma sarà in diretta streaming gratuita su ravennafestival.live (dove sarà fruibile on demand fino al 15 agosto) in collaborazione con Riccardo Muti Music.

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 53 nuovi positivi e nessun decesso

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 53 nuovi positivi e nessun decesso Sono 53 i nuovi positivi al coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore di cui 41 asintomatici individuati tramite attività di screening. Nessun nuovo decesso. Lo comunica l’ente regionale in una nota. Dei 53, 36 sono relativi alla provincia di Bologna di cui 29 riconducibili a un focolaio che si è creato in un’impresa di logistica, la Tnt. I sintomatici in tutta la regione sono 12: uno a Piacenza, uno a Reggio Emilia, cinque a Modena, tre a Bologna, uno a Ferrara e uno a Rimini, per la maggior parte riconducibili a focolai o a casi già noti. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi