Attualità

CESENA: Il tweet del Papa e quella sciarpa presa al volo | VIDEO

CESENA: Il tweet del Papa e quella sciarpa presa al volo | VIDEO “E’ guardando con rispetto e amore le persone che possiamo fare anche noi la rivoluzione della tenerezza”. Attraverso un tweet lanciato nel pomeriggio di domenica dopo il pranzo bolognese, Papa Francesco ha sintetizzato la sua visita nella città di Cesena caratterizzata da momenti significativi e da altri che hanno mostrato nuovamente l’“effetto piazza” di Bergoglio tra iphone, selfie, ‘Francesco, Francesco’ e altri cori inneggianti che hanno fatto pensare ai grandi meeting mondiali dei giovani. Tra bandierine sventolanti, e braccia tese a toccare anche solo per un attimo il Papa, la visita ha raccolto numeri soddisfacenti ma non esaltanti. Solo in piazza del Popolo erano presenti 2 mila persone, e nel resto della Zona Rossa molte altre erano distribuite dove sono stati installati i maxischermi e i punti di assistenza. Alcuni parlano di 15mila presenze, altri invece sostengono ci fossero più di 30 mila. Tuttavia, l’affetto delle folle – tra sorrisi e canti – non è venuto a mancare e lo sa bene Bergoglio che nel corso del corteo papale ha dovuto raccogliere al volo doni di ogni tipo lanciati verso la papamobile. Dalla sciarpa del Cesena, donata forse per cercare una benedizione che risollevi le sorti della squadra, fino a fiori,  cappellini coloratissimi, e ai doni del Sindaco Paolo Lucchi e della diocesi di Cesena-Sarsina. Una frizzante atmosfera, inoltre, si respirava nel Duomo, dove il Papa scherzando sin da subito con i religiosi ha incontrato suor Imelde Assirelli, una donna di 105 anni, a cui Francesco ha chiesto il suo segreto di longevità. E da buona forchetta suor Imelde ha risposto: “Il mio segreto è la mortadella, Santità”.

CESENA: Papa Francesco emoziona la città, “Sono un parroco” | VIDEO

CESENA: Papa Francesco emoziona la città, “Sono un parroco” | VIDEO Memorabile e storica la visita del Papa nella città di Cesena, iniziata nella mattinata, alle ore 8, e terminata con qualche minuto di ritardo con il decollo dell’elicottero verso Bologna. “A me piace essere un parroco”, ha confessato Francesco mentre era sulla papamobile al vescovo Douglas Regattieri, che da parte sua si è detto soddisfatto e felice per la riuscita delle due ore attesissime ormai da mesi e cadute nel 300esimo anniversario dalla nascita di Papa Pio VI, pontefice cesenate.

Due discorsi fitti dai molteplici spunti, tanti i momenti di saluto, grande accoglienza, e più di 25 mila le persone che hanno affollato sin dall’alba i vicoli della città malatestiana e che hanno seguito tutte le tappe della visita attraverso i 6 maxischermi installati nei punti nevralgici del corteo papale. L’incontro tra le generazioni, il dialogo tra i giovani e gli anziani, e un appello alla politica affinché sia più realistica e meno indifferente alle grave situazione socio-economica che caratterizza l’Italia ormai da anni. Questi i punti centrali delle parole di Bergoglio. “Cari fratelli e sorelle – ha detto – questa città, come tutta la Romagna, è stata tradizionalmente terra di accese passioni politiche. Vorrei dire a voi e a tutti: riscoprite anche per l’oggi il valore di questa dimensione essenziale della convivenza civile e date il vostro contributo, pronti a far prevalere il bene del tutto su quello di una parte; pronti a riconoscere che ogni idea va verificata e rimodellata nel confronto con la realtà; pronti a riconoscere che è fondamentale avviare iniziative suscitando ampie collaborazioni più che puntare all’occupazione dei posti. Siate esigenti con voi stessi e con gli altri, sapendo che l’impegno coscienzioso preceduto da un’idonea preparazione darà il suo frutto e farà crescere il bene e persino la felicità delle persone”. “La politica è sembrata in questi anni a volte ritrarsi di fronte all’aggressività e alla pervasività di altre forme di potere, come quella finanziaria e quella mediatica. Occorre rilanciare i diritti della buona politica”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi