Attualità

ROMA: Primo giorno di scuola, Arcuri “Distribuite 94 milioni di mascherine”

ROMA: Primo giorno di scuola, Arcuri "Distribuite 94 milioni di mascherine" “Domattina tutti avranno la mascherina chirurgica per svolgere le attività in sicurezza. Abbiamo distribuito ai 19mila istituti italiani 94 milioni di mascherine, che sono già nella disponibilità dei dirigenti scolastici”. Lo ha detto il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri al Tg1 sottolineando che la distribuzione andrà avanti almeno fino alla fine dell’anno e che gli istituti hanno a disposizione anche 400mila litri di gel igienizzante. “Abbiamo fatto tutti insieme uno sforzo ciclopico in pochi mesi, nessun altro paese nel mondo è riuscito a fare altrettanto” ha aggiunto Arcuri che poi si è rivolto direttamente agli studenti. “Domani è un giorno di festa, finalmente riapre la scuola e finalmente abbiamo l’evidenza che la stagione più buia del lockdown è finita”

CESENA: Coronavirus, focolaio con 12 positivi alla Gls

CESENA: Coronavirus, focolaio con 12 positivi alla Gls Sono una dozzina i facchini della Gls di Cesena, azienda operante nel settore della logistica, risultati positivi al Coronavirus. Secondo quanto riporta la stampa locale il focolaio sarebbe emerso nei giorni scorsi dopo un sospetto caso con sintomi. Si tratterebbe di un lavoratore che avrebbe contratto il Covid da un amico con cui convive. L’intero gruppo è stato messo in isolamento e l’Ausl ha convocato 105 dipendenti dell’azienda per fare il tampone. Tutti sarebbero risultati negativi e la Gls è rimasta aperta

BOLOGNA: Scuola, consegne last-minute per duemila banchi | VIDEO

BOLOGNA: Scuola, consegne last-minute per duemila banchi | VIDEO Tutto pronto a Bologna per l’avvio dell’anno scolastico 2020-2021, lunedì 14 settembre gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado potranno tornare sui banchi dove mancano da ormai tanti mesi causa pandemia, tra misure di sicurezza e in spazi funzionali alle norme sul distanziamento. I 1.930 banchi monoposto sono in consegna in queste ore e il trasporto scolastico è stato potenziato, a tariffe invariate per le famiglie. Saranno potenziati anche i controlli a bordo degli autobus sul rispetto delle norme di contenimento del coronavirus, da parte degli agenti della Polizia Locale, in stretto coordinamento con le forze dell’ordine. Il Comune ha realizzato in un mese, in 27 edifici, lavori per il valore di un milione di euro, finanziati dal Piano Operativo Nazionale “Per la scuola” del Ministero dell’Istruzione, che si stanno concludendo in queste ore. Alla primaria Jean Piaget e alla secondaria Montalcini gli interventi saranno ultimati la prossima settimana, ma sono compatibili con la presenza degli alunni. Si tratta di interventi di edilizia leggera, come l’abbattimento di pareti divisorie non portanti per aumentare la superficie utile delle aule, la realizzazione di pareti leggere per trasformare alcuni refettori in aule e per recuperare gli spazi connettivi dei plessi. Alla vigilia del ritorno sui banchi il Cardinale Matteo Zuppi affida il suo messaggio a una lettera. “Carissima scuola”..”chiedo a Dio di benedirti” scrive. “Mi è mancata molto in questi mesi”, esordisce l’arcivescovo di Bologna, “vorrei che nello zaino di tutti vi siano tanta volontà e tanta speranza e so che tu ce le farai crescere dentro”, conclude “con tutta la mia amicizia”, il cardinale di Bologna. E il direttore dell’Ufficio scolastico regionale dell’Emilia-Romagna, Stefano Versari, nel suo saluto d’inizio anno scrive: “Quello che inizia è un anno scolastico ‘complesso’. Abbiamo lavorato intensamente per farlo partire. Il cammino è stato tortuoso- prosegue il direttore- perchè ci siamo mossi in un terreno a noi sconosciuto”. Allora “dobbiamo, dobbiamo, dobbiamo impegnarci per fare scuola bene, al tempo del Covid-19”, è l’esortazione del provveditore.

BOLOGNA: Scuola, consegne last-minute per duemila banchi | VIDEO

BOLOGNA: Scuola, consegne last-minute per duemila banchi | VIDEO Tutto pronto a Bologna per l’avvio dell’anno scolastico 2020-2021, lunedì 14 settembre gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado potranno tornare sui banchi dove mancano da ormai tanti mesi causa pandemia, tra misure di sicurezza e in spazi funzionali alle norme sul distanziamento. I 1.930 banchi monoposto sono in consegna in queste ore e il trasporto scolastico è stato potenziato, a tariffe invariate per le famiglie. Saranno potenziati anche i controlli a bordo degli autobus sul rispetto delle norme di contenimento del coronavirus, da parte degli agenti della Polizia Locale, in stretto coordinamento con le forze dell’ordine. Il Comune ha realizzato in un mese, in 27 edifici, lavori per il valore di un milione di euro, finanziati dal Piano Operativo Nazionale “Per la scuola” del Ministero dell’Istruzione, che si stanno concludendo in queste ore. Alla primaria Jean Piaget e alla secondaria Montalcini gli interventi saranno ultimati la prossima settimana, ma sono compatibili con la presenza degli alunni. Si tratta di interventi di edilizia leggera, come l’abbattimento di pareti divisorie non portanti per aumentare la superficie utile delle aule, la realizzazione di pareti leggere per trasformare alcuni refettori in aule e per recuperare gli spazi connettivi dei plessi. Alla vigilia del ritorno sui banchi il Cardinale Matteo Zuppi affida il suo messaggio a una lettera. “Carissima scuola”..”chiedo a Dio di benedirti” scrive. “Mi è mancata molto in questi mesi”, esordisce l’arcivescovo di Bologna, “vorrei che nello zaino di tutti vi siano tanta volontà e tanta speranza e so che tu ce le farai crescere dentro”, conclude “con tutta la mia amicizia”, il cardinale di Bologna. E il direttore dell’Ufficio scolastico regionale dell’Emilia-Romagna, Stefano Versari, nel suo saluto d’inizio anno scrive: “Quello che inizia è un anno scolastico ‘complesso’. Abbiamo lavorato intensamente per farlo partire. Il cammino è stato tortuoso- prosegue il direttore- perchè ci siamo mossi in un terreno a noi sconosciuto”. Allora “dobbiamo, dobbiamo, dobbiamo impegnarci per fare scuola bene, al tempo del Covid-19”, è l’esortazione del provveditore.

ROMAGNA: Maglia nera per infortuni sul lavoro, Cisl lancia l’allarme

ROMAGNA: Maglia nera per infortuni sul lavoro, Cisl lancia l’allarme La Romagna peggio della media italiana. Parliamo di infortuni sul lavoro: nel 2019, secondo uno studio di Cisl Romagna, l’indice di rischio sul territorio (dato dal rapporto tra incidenti accertati e numero di lavoratori) è di 2,5 ogni 100. Nettamente superiore al dato nazionale, pari all’1,7%. Pochi punti percentuali che rappresentano però centinaia di casi.

Sebbene il numero di infortuni accertati sia diminuito in tutta l’Emilia-Romagna, spiega il sindacato, le province di Forlì-Cesena e Ravenna sono al secondo posto in regione per numero di infortuni in rapporto al numero di lavoratori, dietro solo a Modena e Parma. La provincia di Bologna registra il maggior numero assoluto di eventi con oltre 11mila. Forlì-Cesena è quinta con 4.841 casi, a seguire Ravenna con 4.711 e Rimini con 3.354. Migliora nel 2019 il dato degli incidenti mortali, sono stati 12 in totale. Per il 2020, anno fortemente influenzato dalle chiusure per Covid-19, i dati appena pubblicati dall’Inail evidenziano una netta diminuzione di infortuni in Emilia-Romagna tra gennaio e luglio. Raddoppiano però in quei settori che più di tutti sono stati a contatto con il virus, come la sanità e l’assistenza sociale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi