Attualità

RIMINI: Il presidente Mattarella fa ‘sold-out’ al Teatro Galli | FOTO

RIMINI: Il presidente Mattarella fa 'sold-out' al Teatro Galli | FOTO Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato tra gli applausi a Rimini per partecipare al concerto del maestro Riccardo Muti al Teatro Galli. Il Capo dello Stato omaggia con la sua presenza la recente riapertura al pubblico dello storico edificio distrutto durante la seconda guerra mondiale e ricostruito solo negli ultimi anni. Il maestro Muti ha diretto la sua ‘Orchestra Giovanile Luigi Cherubini’ in una selezione di brani tratti da ‘Le nozze di Figaro’ in apertura della 70esima edizione della Sagra Musicale Malatestiana. Imponenti le misure di sicurezza. Nella adiacente piazza Cavour é stato allestito un maxischermo per permettere a più persone di assistere all’evento.

“Una grande emozione essere stasera in questo meraviglioso teatro restaurato e riaperto ad ascoltare un maestro come  Riccardo Muti”. Sono le parole del Capo dello Stato Sergio Mattarella pronunciate entrando al ‘Galli’ di Rimini per ascoltare il concerto del maestro Riccardo Muti.

“Credo che il Presidente Mattarella potrà ammirare un luogo straordinario riaperto dopo poco più di 75 anni dai bombardamenti, nella città che era la più rasa al suolo del Paese”. Sono le parole di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia – Romagna, che commenta a Rimini il concerto diretto dal maestro Riccardo Muti al Teatro Galli dove è atteso tra pochi minuti il Capo dello Stato. “Una città e una terra, come è la Romagna e l’Emilia – Romagna che ha gente abituata a lamentarsi poco e a rimboccarsi le maniche – prosegue il governatore – anche di fronte alle più grandi tragedie”.

ROMAGNA: Maltempo, raffiche fino a 100 chilometri orari, danni e disagi | VIDEO

ROMAGNA: Maltempo, raffiche fino a 100 chilometri orari, danni e disagi | VIDEO Un’altra ondata di maltempo colpisce la Romagna. Forte vento, con raffiche fino a 100 chilometri orari, e pioggia si sono abbattuti con forza sul tutto il territorio, causando disagi e diversi danni a strutture e cose con alberi caduti e rami spezzati. A Riccione le folate di vento hanno divelto la copertura del tetto dello Stadio del Nuoto mentre sulla linea ferroviaria Rimini-Ancona, dalle ore 19.10 il traffico è stato sospeso. Nella stazione di Cattolica, i treni in viaggio hanno registrato ritardi fino a 80 minuti. Diverse le segnalazioni per alberi caduti. A Rimini, in via Tripoli una pianta si è abbattuto sulla strada colpendo un’automobile in transito e bloccando la circolazione. Sulle spiagge della costa romagnola il forte vento ha fatto volare via alcuni ombrelloni e alcuni lettini. A Milano Marittima, il nubifragio ha fatto annullare la serata di esordio della festa della Lega Romagna. Nel forlivese i vigili del fuoco hanno lavorato fino a tarda notte per limitare i danni causati dal maltempo. Stessa situazione a Cesena e Ravenna, dove gli alberi caduti hanno rallentato il traffico in diversi punti. Tragedia sfiorata, invece, a Tredozio, nel forlivese, un albero è caduto su un gruppo di scout fenrendone 2. Si tratta di 15enni, portati all’ospedale con alcune ferite. I giovani facevano parte del gruppo scout Ravenna 3, arrivai lo scorso mercoledì.

 

RIMINI: Aeroporto Fellini, passeggeri in crescita, boom da Russia e Polonia

RIMINI: Aeroporto Fellini, passeggeri in crescita, boom da Russia e Polonia Si sono chiusi con 205.584 passeggeri – 203.889 commerciali e 1.695 generali – con un incremento del 19,7% rispetto allo stesso periodo del 2018 i primi 7 mesi dell’anno per l’aeroporto ‘Federico Fellini’ di Rimini. Il primo mercato, per lo scalo romagnolo, è quello della Federazione Russa con circa il 54,4% del totale e un incremento dell’11% sull’anno precedente mentre il secondo è quello della Polonia con il 12,7% e una crescita rispetto allo stesso periodo 2018 di circa il 105,5% seguito da quello dell’Albania con 7,9% e un calo sul 2018 pari al 4,1%. Guardando allo stagione ‘Summer’, iniziata ad aprile, i passeggeri transitati per il ‘Fellini’ sono stati 182.100, di cui 180.656 commerciali e 1.444 generali registrando quindi un incremento del +26,7% rispetto allo stesso periodo del 2018

RAVENNA: Accordo Cmc-Anas, si riattivano i cantieri

RAVENNA: Accordo Cmc-Anas, si riattivano i cantieri Al Ministero dello Sviluppo economico si è tenuto giovedì il tavolo di monitoraggio sulla Cmc, dopo che il Tribunale di Ravenna ha ammesso la società cooperativa alla procedura di concordato preventivo. All’incontro presieduto dal vice capo di gabinetto Giorgio Sorial, si legge in una nota del Mise, hanno partecipato i rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’azienda, i commissari giudiziali e i sindacati. L’azienda ha sottolineato che con il via libera al piano concordatario potranno essere messe in atto quelle misure che dovranno consentire la continuità aziendale, riguardo sia al prosieguo dei lavori nei vari cantieri in cui opera la Cmc sia al pagamento dei creditori. Sul pagamento degli stipendi dei lavoratori, la cooperativa romagnola ha inoltre informato che sta lavorando per recuperare i ritardi accumulati. Nel corso della riunione, la Cmc, prosegue la nota, ha ringraziato il Mise e il Mit per aver favorito il confronto con Anas, al fine di raggiungere un accordo di transazione sul contenzioso pendente con l’azienda. Questo consentirà di dare maggiore solidità al piano concordatario. Il vice capo di gabinetto Sorial ha sottolineato come “il proficuo lavoro sinergico portato avanti insieme al Mit permetterà alla Cmc di risolvere alcune annose questioni sul reperimento di risorse finanziarie, favorendo così la continua operatività dell’azienda e la salvaguardia sia dei lavoratori che dei creditori”. A fine settembre verrà convocata al Ministero una nuova riunione del tavolo per verificare lo stato di avanzamento del piano concordatario dell’azienda.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi