Politica

EMILIA-ROMAGNA: Ballottaggi, nei capoluoghi è due pari tra csx e cdx

EMILIA-ROMAGNA: Ballottaggi, nei capoluoghi è due pari tra csx e cdx Due pari. Termina così la sfida dei ballottaggi nei comuni capoluogo dell’Emilia-Romagna tra centrodestra e centrosinistra. Cadono due roccaforti storicamente rosse, Ferrara e Forlì, mentre Cesena e Reggio Emilia confermano la loro guida di centrosinistra. Nettamente rilevante è la vittoria di Alan Fabbri che diventa sindaco di Ferrara con oltre il 56% dei consensi. E’ uno storico esponente leghista e vanta svariate esperienze amministrative come sindaco di un piccolo comune e da consigliere regionale. Il Carroccio ha puntato molto della sua campagna elettorale sulla sicurezza, hanno fatto discutere i fatti del quartiere Gad dove più volte si sono affrontate bande di stranieri. Ferrara va per la prima volta a sinistra esattamente come Forlì: Gian Luca Zattini esce vittorioso con il 53,07% dei voti. La sua campagna è stata favorita dalle diatribe interne al Partito Democratico che ha scelto con ritardo il suo candidato, Giorgio Calderoni, in affanno durante tutte le ultime settimane prima del voto. Cesena invece vede vincere un giovane sindaco targato Pd, è Enzo Lattuca, 31 anni, già parlamentare, che siederà nel palazzo comunale dopo aver ricevuto il 55,74% dei consensi. Simile sorte anche per Reggio Emilia: qui Luca Vecchi, centrosinistra, vince con il 63,3% dei voti staccando di misura Roberto Salati di centrodestra che si è fermato al 36,7 % dei voti.

ROMAGNA: Ballottaggi, Cesena a sinistra e Forlì a destra

ROMAGNA: Ballottaggi, Cesena a sinistra e Forlì a destra Gli elettori hanno deciso i nuovi sindaci di Cesena, Ferrara e Forlì. A Cesena vince Enzo Lattuca, centrosinistra, mentre a Forlì è storica la vittoria di Gian Luca Zattini di centrodesta. Anche Ferrara volta a destra con Alan Fabbri, storico esponente leghista, che diventa primo cittadino. Ecco le loro prime dichiarazioni.

“Siamo qui a festeggiare con il sorriso come abbiamo fatto in tutta questa campagna elettorale, raccontando una Cesena di cui siamo orgogliosi e che vogliamo ogni giorni rendere più bella”. Sono queste le prime parole di Enzo Lattuca, 31 anni, neoeletto sindaco di Cesena per il centrosinistra con il 55,74% dei voti. “E’ stata una campagna lunga e faticosa ma bellissima. Nel giro di pochi giorni, dopo la proclamazione, riusciremo a partire e saremo subito a pieno regime”. 

“Non sono ancora ben conscio di quello che abbiamo fatto, è una roba meravigliosa.” Lo dice Gian Luca Zattini dopo aver espugnato per la prima volta la città di Forlì al centrosinistra diventando sindaco con il 53,07% dei voti.”E’ il premio per un lavoro incredibile che abbiamo fatto in questi cinque mesi, i forlivesi hanno capito e ci hanno dato un consenso che non mi sarei mai aspettato. Da domani iniziamo a lavorare.”

“Abbiamo vinto una sfida storica per quanto riguarda la città di Ferrara, ma più in generale per quanto riguarda la storia politica dell’Emilia-Romagna”. Lo dice Alan Fabbri dopo la vittoria del centrodestra a Ferrara che lo vede eletto sindaco con il 56,77% dei consensi. “Non è la vittoria di un sindaco ma la vittoria di una squadra, di tante persone che hanno creduto in questo progetto alternativo di città. E’ stata una campagna elettorale difficile e lunga”. Fabbri è apparso in conferenza stampa seduto a fianco di Vittorio Sgarbi e del sottosegretario Lucia Borgonzoni. “Ho ricevuto la chiamata del candidato di centrosinistra, mi ha fatto i complimenti, lo ringrazio. Avremo modo di confrontarci nei prossimi giorni per gestire questo passaggio di testimone importante. Voglio specificare che sarò il sindaco di tutti”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi