CESENA: E45, nuova lettera dei sindaci “Non escludiamo proteste eclatanti”

Attualità
CESENA: E45, nuova lettera dei sindaci "Non escludiamo proteste eclatanti" Nuova lettera di sollecito dei sindaci del Cesenate per la questione E45, indirizzata ai parlamentari e consiglieri regionali romagnoli. Dopo il confronto pubblico che si è tenuto lo scorso 13 aprile a San Piero in Bagno, gli amministratori ribadiscono la richiesta dell’impegno dei rappresentanti istituzionali del territorio per la riapertura completa del viadotto Puleto anche per i mezzi pesanti, per il ristoro dei danni provocati da questa situazione, per la manutenzione straordinaria della viabilità alternativa. Dal canto loro, i sindaci dichiarano di voler portare avanti queste richieste seguendo i metodi istituzionali. Ma non escludono di mettere in atto anche gesti di protesta più eclatanti. Nella lettera vengono specificate le richieste ai rappresentati locali: "A Voi, tutti, quello che continuiamo e continueremo a chiedere è l’impegno alla riapertura immediata ai mezzi pesanti non appena la Magistratura lo consentirà, l’avvio immediato del cantiere sulla vecchia 3bis Tiberina ma, prima di tutto, il ristoro dei danni subiti dalle aziende e dai cittadini di questo territorio. A questo aggiungiamo anche la programmazione di interventi di manutenzione straordinaria alle vie alternative che in questi mesi stanno sopportando il traffico deviato dalla E45, nonché un piano di programmazione delle manutenzioni e di gestione della viabilità della E45 e delle vie di sfogo connesse, così da riconoscere a questo assetto viario l’importanza che riveste per il Paese".

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi